Alimentazione cane

Calcoli renali nei gatti

Nefrolitiasi nei gatti
Si dice che i gatti che sviluppano ammassi di cristalli o calcoli – noti come nefroliti o, più comunemente, “calcoli renali” – nei reni o nel tratto urinario soffrano di una condizione chiamata nefrolitiasi. Il rene è composto da migliaia di nefroni, ciascuno costituito da capillari sanguigni e una serie di tubi attraverso i quali scorre il fluido filtrato mentre viene prodotta l’urina. I tubi del nefrone drenano in condotti attraverso i quali scorre l’urina; questi condotti alla fine entrano nella pelvi renale e un tubo attraverso il quale l’urina segue nell’uretere. Anche calcoli renali o frammenti di calcoli renali possono passare attraverso questo sistema di tubi e nell’uretere, causando gravi complicazioni.

Sia i cani che i gatti sono suscettibili ai calcoli renali. Tuttavia, alcune razze di gatti sono più suscettibili a determinati tipi di calcoli renali rispetto ad altre, inclusi i domestici a pelo corto e lungo, i persiani e i siamesi.

Sintomi e tipi
Molti gatti con calcoli renali non hanno segni evidenti; cioè, i nefroliti spesso non vengono rilevati fino a quando non vengono eseguiti test diagnostici per altri problemi medici. Alcuni sintomi che possono verificarsi includono sangue nelle urine ( ematuria ), vomito, infezioni ricorrenti del tratto urinario, minzione dolorosa e difficile ( disuria ) e minzione frequente con un piccolo volume di produzione ( poliuria ). Possono comparire altri sintomi, ma variano a seconda della posizione e del tipo di calcoli.

Nota che alcuni nefroliti potrebbero essere “inattivi”; il che significa che non sono infetti, non si ingrandiscono progressivamente e non causano ostruzione o segni clinici. I calcoli renali inattivi potrebbero non richiedere la rimozione, ma devono essere monitorati periodicamente (ad esempio tramite analisi delle urine) per eventuali cambiamenti.

cause
Ci sono una serie di cause e fattori di rischio che possono contribuire allo sviluppo della nefrolitiasi e allo sviluppo di uroliti, come l’eccessiva saturazione di materiale che forma calcoli nelle urine del gatto. Altre potenziali cause includono un aumento dei livelli di calcio nelle urine e nel sangue, diete che producono un pH delle urine elevato (alcalino) e infezioni ricorrenti del tratto urinario.

Diagnosi
Dovrai fornire al tuo veterinario una storia completa della salute del gatto, compresa l’insorgenza e la natura dei sintomi. Lui o lei eseguirà quindi un esame fisico completo, un’ecografia e un’analisi delle urine. Tuttavia, per confermare la diagnosi, identificare il contenuto minerale dei calcoli e sviluppare un adeguato ciclo di trattamento, è necessario recuperare pezzi di nefroliti per l’analisi. Ciò si ottiene solitamente eseguendo una procedura nota come litotrissia extracorporea ad onde d’urto (ESWL), in cui i calcoli vengono frantumati all’interno del tratto urinario utilizzando onde sonore.

Trattamento
Molti gatti con diagnosi di calcoli renali inattivi possono essere curati a casa con farmaci adeguati somministrati per sciogliere i calcoli. È necessario anche un adeguamento alla dieta del gatto. Questi cambiamenti nella dieta dipenderanno dalla composizione chimica del calcolo renale.

Nei casi più gravi, il gatto può richiedere l’immediata rimozione dei calcoli renali e il ricovero in ospedale. Esistono numerose opzioni per la rimozione dei calcoli renali, tra cui la chirurgia o l’ESWL.

Vivere e gestire
Poiché i calcoli renali tendono a ripresentarsi, il monitoraggio di routine è essenziale. La maggior parte dei veterinari raccomanda radiografie addominali e/o esami ecografici ogni tre-sei mesi dopo il trattamento iniziale. Si raccomanda spesso anche un’analisi periodica delle urine.

Prevenzione
Se il tuo gatto è predisposto alla nefrolitiasi, alimenti speciali e una gestione dietetica possono essere efficaci nel prevenire la formazione di calcoli.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...