Animali

5 alimenti anti-malattie per il tuo cane

Semi di lino, mirtilli e farina d’avena sono alcuni degli alimenti che gli esperti raccomandano di mangiare per allontanare le malattie e mantenere il massimo della salute e del benessere. Naturalmente potresti esserti chiesto … Questo vale anche per i cani? Ci sono alcuni cibi che puoi nutrire con il tuo cane per tenere a bada le malattie?

Non ci sono formule magiche, come nel dare da mangiare al tuo cane una mela al giorno per tenere lontano il veterinario. “È la dieta generale che ci mantiene sani e questo è molto probabilmente vero anche nei cani”, afferma la dottoressa Donna Raditic, una nutrizionista veterinaria certificata dal consiglio di amministrazione con consulenti in nutrizione e medicina integrativa con sede ad Athens, Georgia. “Ad esempio, mangiare una tazza di mirtilli e mezza tazza di farina d’avena a colazione ogni mattina può avere un effetto limitato su una persona che poi mangia hamburger, patatine fritte e bibite gassate”.

Questo non vuol dire che dovresti evitare di dare al tuo cane cibi specifici noti per il loro alto contenuto nutrizionale. “Ad esempio, mi capita di credere (senza ancora prove) che la complessità biochimica di una dieta fresca sia importante”, afferma la dottoressa Susan Wynn, nutrizionista veterinaria certificata dal consiglio di amministrazione con BluePearl Veterinary Partners a Sandy Springs, Georgia.

A questo punto non c’è abbastanza ricerca basata sull’evidenza sugli alimenti funzionali (alimenti con benefici per la salute) per i cani. Detto questo, i seguenti alimenti potrebbero essere degni della tua attenzione come parte di una dieta generale. Ricorda di esaminare eventuali cambiamenti nella dieta del tuo cane con il tuo veterinario, soprattutto quando si tratta di integratori.

Olio di pesce
Gli alimenti ricchi di acidi grassi polinsaturi omega-3 sono stati ampiamente studiati per il loro ruolo nel controllo dell’infiammazione in una varietà di specie, afferma il dott.Jonathan Stockman, nutrizionista veterinario certificato presso il James L. Voss Veterinary Teaching Hospital della Colorado State University a Fort Collins. “Questi acidi grassi hanno dimostrato di aiutare nella gestione di malattie renali, malattie articolari, infiammazioni della pelle e altro ancora”.

Molti alimenti per animali domestici contengono acidi grassi omega-3, dice, ma non tutti. “Inoltre, la quantità aggiunta ai prodotti [da banco] potrebbe non essere sufficiente a fornire gli effetti benefici desiderati.”

Anche il tipo di acidi grassi omega-3 con cui dai da mangiare al tuo cane è importante. “Gli acidi grassi Omega-3 da fonti vegetali come il lino (una fonte di acido alfa-linolenico) sono metabolizzati in modo inefficiente in acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA) in cani e gatti”, dice Stockman. “EPA e DHA sono gli acidi grassi omega-3 benefici in termini di impatto sul processo infiammatorio”. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei veterinari consiglia integratori di omega-3 derivati ​​da alcuni tipi di olio di pesce. Diete appositamente formulate con quantità adeguate di EPA e DHA sono disponibili anche controllando con il veterinario.

Gli integratori sono un’opzione, ma ci sono alcune cose di cui dovresti essere a conoscenza prima di acquistare una bottiglia. Il produttore dovrebbe disporre di adeguate pratiche di controllo della qualità per garantire che i propri prodotti siano privi di tossine e contaminazione da metalli, afferma Stockman. “Si consiglia di contattare il produttore per ricevere informazioni sul controllo di qualità e sui test del prodotto quando si sceglie un nuovo integratore di omega-3 o olio di pesce”.

Ci sono dozzine di integratori di omega-3 sul mercato, molti dei quali, secondo Stockman, sono formulati per gli esseri umani. Ma ci sono validi motivi per cui dovresti optare per integratori fatti per animali domestici. “Molti prodotti per l’uomo sono integrati con alti livelli di vitamina A o D, e un eccesso di integrazione può essere rischioso”. Aggiunge che l’olio di pesce è una fonte di calorie in eccesso e che a dosi molto elevate può avere effetti negativi sul tuo cane. Per questi motivi, suggerisce di consultare prima un veterinario veterinario certificato dal veterinario o dal consiglio di amministrazione.

Se non sei un fan degli integratori o il tuo cibo per cani non contiene omega-3, considera di cuocere al vapore, grigliare o cuocere un pezzo di pesce per il tuo compagno canino. Fai attenzione al tipo di pesce che scegli, poiché alcune varietà contengono più mercurio rispetto ad altre. Il salmone è una buona opzione poiché è tipicamente ricco di omega-3 ma povero di mercurio.

Verdure
Le verdure a foglia verde e giallo-arancio, come le carote, possono ridurre il rischio di cancro alla vescica in alcuni cani, ha suggerito uno studio del 2005 sugli Scottish Terrier .

L’obiettivo dello studio era determinare come le verdure (e gli integratori) potrebbero influire sullo sviluppo del carcinoma a cellule di transizione (TCC) nei Terrier scozzesi. Gli scienziati hanno confrontato i risultati di 92 cani Scottie con casi confermati di TCC, con quelli di 83 cani Scottie con altre condizioni come infezioni parassitarie e malattie della pelle. I cani che sono stati nutriti con verdure almeno tre volte a settimana (le carote erano le più usate) hanno visto una riduzione del rischio di sviluppare TCC.

Gli scienziati sospettano che i bioflavanoidi, le fibre alimentari, gli steroli vegetali e altre sostanze anti-cancerogene (note come fito-nutrienti) presenti in queste verdure possano inibire o rallentare la progressione del cancro.

Le verdure giallo-arancio utilizzate nello studio (a parte le carote) includevano zucca, zucca e patata dolce. Le verdure a foglia verde includevano lattuga, insalata, spinaci, cavolo cappuccio e prezzemolo. Raditic consiglia inoltre di dare ai cani bietole, cime di rapa, barbabietole, cavoli e tarassaco.

Funghi
I funghi contengono polisaccharopeptidi (PSP), che i ricercatori ritengono abbiano proprietà antitumorali. “Ci sono alcune prove che possono migliorare le risposte immunitarie”, dice Wynn.

Ci sono molti dati su come il consumo di funghi può avere un impatto sugli esseri umani, e i ricercatori della University of Pennsylvania School of Veterinary Medicine di Filadelfia hanno condotto uno studio sui cani con emangiosarcoma , un cancro aggressivo che colpisce la milza, dice Raditic.

“Ho usato [una formulazione di PSP] per molti pazienti con diversi tipi di cancro sulla base di dati umani”, dice.

Lo studio ha coinvolto ricercatori che chiedevano ai genitori di animali domestici di nutrire i loro cani capsule contenenti estratti del fungo Yunzhi ogni giorno. Ogni mese, portavano i loro cani al Ryan Veterinary Hospital dell’università per le visite di controllo. Hanno scoperto che il composto era efficace nel combattere i tumori, senza bisogno di alcun trattamento di accompagnamento.

Se vuoi offrire al tuo cane dei funghi da compagnia, è importante tenere presente che alcuni tipi di funghi sono velenosi per i cani. Parla sempre con il tuo veterinario prima di aggiungere funghi alla dieta del tuo cane.

Fibra
In alcuni casi, i veterinari possono raccomandare di somministrare farina d’avena o lenticchie come parte di una dieta ricca di fibre, dice Wynn. I semi di lino, psillio o chia possono anche essere usati per integrare la dieta del tuo cane, aggiunge.

La fibra può aiutare il tuo cane a sentirsi pieno e, in definitiva, aiutare con la perdita di peso, dice Stockman. Mantenere il tuo cane magro è importante. L’obesità può ridurre la durata della vita del tuo cane ed è collegata a un assortimento di malattie, tra cui malattie articolari, epatiche e respiratorie.

La fibra è anche essenziale per mantenere la salute gastrointestinale, poiché aiuta a sostenere la microflora intestinale, aggiunge. Un intestino sano è associato a un rafforzamento dell’immunità , un fattore che protegge dalle malattie.

Gli alimenti per animali domestici sono spesso integrati con fonti di fibre, come polpa di barbabietola, psillio, gomma di guar e bucce di grano, dice Stockman. Puoi anche provare ad aggiungere un cucchiaino di farina d’avena normale al cibo normale del tuo cane.

Ci sono alcune precauzioni da prendere quando si scelgono cibi e prodotti con fibre. Stockman afferma che potrebbero avere effetti negativi in ​​alcuni pazienti, “poiché la fibra in eccesso può ridurre la biodisponibilità dei nutrienti e può persino causare disagio o flatulenza”. Mette in guardia anche contro i prodotti per l’alimentazione che contengono additivi come lo xilitolo (un sostituto dello zucchero), che è tossico per i cani.

Frutta
Raditic afferma che i nutrizionisti veterinari raccomandano spesso ai loro clienti di nutrire i loro cani con la frutta come parte di un solido piano nutrizionale. “Facciamo queste raccomandazioni perché questa frutta e verdura fresca può fornire tracce di nutrienti o composti che dobbiamo ancora scoprire o che non sono abbondanti nel cibo per animali domestici”.

Preferisce dare frutta e verdura alle leccornie commerciali per animali domestici. “Se un proprietario sta dando mirtilli (o carote, ecc.) Al proprio cane, allora sappiamo esattamente di cosa si tratta e da dove viene.” Può essere difficile identificare le fonti di tutti gli ingredienti, alcuni dei quali hanno un valore nutritivo discutibile, nei dolcetti commerciali per animali domestici.

I fito-nutrienti contenuti nei mirtilli e altri frutti possono aiutare a prevenire il cancro, dice Wynn. “Questo è uno dei motivi per cui consiglio alle persone di addestrare i loro cuccioli ad avere un gusto particolare per le verdure e anche per la frutta.” (Niente cipolle, aglio, uva o uvetta, ovviamente, che sono tossici per i cani). Suggerisce anche la frutta perché sono dolcetti a basso contenuto calorico, “e abbiamo un problema di obesità canina”.

Una porzione generale per cani, secondo Raditic, è composta da cinque mirtilli. Altri frutti che consiglia includono una fragola intera di medie dimensioni o un pollice di banana (questa è una porzione approssimativa per un cane da 20 libbre).

Al momento non esiste un alimento noto per garantire che il tuo cane rimanga libero dalla malattia. Fino a quando la ricerca non raggiunge, i veterinari sottolineano l’importanza di una dieta equilibrata. Garantire al tuo cane una quantità adeguata di nutrienti forniti da alimenti come pesce, carote, funghi, farina d’avena e mirtilli può fare molto per assicurarti che rimanga il tuo compagno sano per molto tempo.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...