Animali

5 motivi per cui il tuo cane scappa quando chiami

Non c’è niente di più frustrante che chiamare il tuo cane più e più volte, solo per farti ignorare o, peggio ancora, se il tuo cane scappa nella direzione opposta. I passaggi fondamentali per addestrare un cane a venire quando viene chiamato sono semplici, ma molti genitori di animali domestici non si rendono conto di quanto lavoro sia necessario per costruire un richiamo affidabile a lungo termine. Aggiungete a ciò il fatto che possiamo accidentalmente “disallenare” il comportamento e avrete una ricetta per uno scenario di addestramento del cane molto frustrante.

Di seguito sono riportati alcuni errori tipici commessi quando si cerca di insegnare a un cane a venire quando viene chiamato.

Il cane è stato punito in passato
A volte la frustrazione può ottenere il meglio dei genitori animale domestico quando un cane non verrà, che può provocare il cane sempre rimproverato, o peggio ancora, fisicamente punito, quando finalmente non ascolta. Sfortunatamente, arrabbiarsi con il tuo cane una volta che è al tuo fianco non gli insegnerà cosa dovrebbe fare; lo renderà solo meno propenso a correre da te in futuro, perché sa che sarai arrabbiato quando arriverà lì.

Vuoi che il tuo cane pensi che venire da te sia una cosa meravigliosa , quindi anche se sei deluso dalla sua risposta poco rapida, assicurati di evitare di rimproverarlo quando arriva da te. Quindi, prova a prepararlo per il successo nelle sessioni di allenamento future rendendogli più facile “vincere” il gioco di richiamo. Ricompensalo sempre con prelibatezze per cani di alto valore come Pet Botanics Training Rewards , che hanno un sapore di pancetta che sicuramente aumenterà le risposte di richiamo del tuo cane.

Sembravi arrabbiato quando hai chiamato il tuo cane
Se qualcuno gridava: “Vieni qui ORA!” a te, saresti ansioso di ascoltare? Lo stesso vale per i nostri cani, ma molti genitori di animali domestici lasciano che il loro tono di voce trasmetta rabbia quando chiamano il loro cane. Una voce forte e folle renderà il tuo cane meno propenso a correre da te poiché può dire che sei scontento.

Invece, mantieni sempre un tono ottimista quando chiami il tuo cane e non dimenticare di lodarlo mentre inizia il suo viaggio verso di te. Potresti scoprire che prende velocità quando sente che sta facendo un ottimo lavoro!

Ricorda di premiare il tuo cane con un piccolo bocconcino di carne ogni volta che ti raggiunge, in particolare quando ti trovi in ​​un ambiente che distrae. Passare a una nuova proteina, come il coniglio Merrick Power Bites e le leccornie di patate dolci , aiuterà a mantenere il tuo cane interessato a ciò che hai in tasca.

Hai addestrato il tuo cane a venire in ambienti limitati
Il primo addestramento che hai fatto con il tuo cane probabilmente si è svolto in una struttura di addestramento per cani ed è continuato in alcune stanze della tua casa e nel tuo cortile. Il tuo cane probabilmente è diventato abile nel rispondere in quegli ambienti, il che ti ha fatto sentire sicuro che il tuo cane ha compreso appieno il segnale di richiamo.

Tuttavia, i cani in genere non generalizzano bene i comportamenti, il che significa che anche se il tuo cane era reattivo in ambienti familiari, potrebbe non essere in grado di tradurre in arrivo quando viene chiamato in luoghi nuovi di zecca.

Per aumentare la “fluidità” del ricordo del tuo cane è importante addestrarlo a venire quando viene chiamato in una varietà di impostazioni. Esercitati con il tuo cane in nuovi ambienti, come il cortile recintato di un amico o nei campi da tennis della comunità durante la bassa stagione, quindi espanditi gradualmente in spazi più distratti, come il parco per cani.

La parola “Vieni” significa che il divertimento è finito
Alcuni cani ignorano il richiamo perché capiscono che la parola “vieni” significa che devono lasciare il parco per cani, o smettere di inseguire gli scoiattoli nel cortile, o entrare nella loro gabbia perché stai andando al lavoro.

Associare costantemente il segnale di richiamo a qualcosa che al tuo cane non piace si tradurrà in un cane che equipara la parola “vieni” a negativi. Questo non vuol dire che dovresti usare la tua parola di richiamo solo in situazioni positive, ma dovresti essere consapevole di come il tuo cane potrebbe percepire il significato della parola “venire”.

Per combattere l’idea che venire quando viene chiamato equivale alla fine del divertimento, prova a fare pratica di richiamo “a sorpresa” in situazioni in cui il tuo cane è solo in giro per casa e ricompensalo con una gustosa sorpresa e un veloce gioco di tiro.

Oppure chiamalo dal cortile, lodalo e ricompensalo, quindi mandalo fuori a continuare a giocare. In questo modo il tuo cane non sarà in grado di capire se il divertimento sta davvero finendo o se si tratta solo di una corsa di prova! Se sei preoccupato per il numero di prelibatezze che stai dando al tuo cane, opta per una prelibatezza ipocalorica come i dolcetti di zucca e bacche Fruitables Skinny Minis , che hanno meno di cinque calorie per bocconcino.

Ripeti la parola “vieni” così tanto che è “sfondo verbale”
“Fido, vieni” è uno spunto molto diverso da “Fido, vieni, vieni, vieni, vieni, vieni, Fido vieni!” Molti cani ritardano la risposta al segnale di richiamo perché hanno capito che non devono farlo fino a quando non lo dici alcune migliaia di volte.

Invece di conversare con il tuo cane quando vuoi che venga di corsa, è meglio usare una parola sola, come “vieni” o “qui”, e poi continuare con rumori baci allegri, fischi o battiti di mani per incoraggiare lui insieme.

Inoltre, è importante continuare a premiare il tuo cane con un premio di alto valore, come Crazy Dog Train Me! Minis, più a lungo di quanto potresti pensare sia necessario. Tieni presente che correre verso di te, in particolare quando il tuo cane è in giro con un amico canino o si gode un buon odore, è un enorme complimento. Ha senso pagare il tuo cane per un lavoro ben fatto!

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...