Animali

6 consigli per nutrire in sicurezza i gattini con il biberon

Quindi ti prendi cura di un gattino allattato artificialmente. Forse ti sei iscritto per accogliere gli orfani nel tuo rifugio locale, o hai trovato un bambino fuori e la madre non è tornata per lei. In ogni caso, dovrai prestare attenzione e seguire questi sei suggerimenti per allattare in sicurezza i gattini con il biberon.

Scegli la formula e il biberon per gattini giusti
I gattini neonatali senza madre hanno sistemi sensibili che richiedono una formula speciale per gattini, non solo qualsiasi prodotto lattiero-caseario che hai in frigorifero. La formula per gattini è formulata per fornire un giusto equilibrio di vitamine, minerali, probiotici e un modello calorico che imita il contenuto del latte di una gatta. Questo prodotto si presenta come una miscela liquida o in polvere, che puoi ritirare presso il negozio di articoli per animali domestici, il negozio di mangimi o il rivenditore online più vicino. Non dare mai da mangiare a un gattino latte di mucca, latte artificiale per neonati, alternative al latte o ricette casalinghe, poiché possono causare malattie e morte.

Mentre prendi in mano la formula del tuo gattino, vorrai anche prendere un biberon per gattini e forse un set extra di capezzoli di gomma per l’alimentazione. Se la tettarella del biberon non è pretagliata, fai un piccolo foro nella tettarella in diagonale, facendo attenzione che il foro non sia né troppo grande né troppo piccolo. Questo è importante perché determinerà il flusso della formula mentre il gattino sta allattando. Per garantire un flusso corretto, testare il foro capovolgendo la bottiglia. La formula dovrebbe gocciolare lentamente una goccia alla volta se il foro è della dimensione corretta. Se scorre troppo lentamente, allarga il foro … troppo velocemente e dovrai riprovare con un nuovo capezzolo.

Prepara correttamente il biberon del tuo gattino

Preparare correttamente il biberon eliminerà il fastidio del cibo e darà al gattino proprio ciò di cui ha bisogno. Prepara la formula in modo che sia fresca, senza grumi e piacevolmente calda. Se si utilizza una formula in polvere, mescolare accuratamente la polvere con acqua tiepida secondo le istruzioni fino a quando non è completamente liscia (uno shaker per frullati può tornare utile per questo) per evitare grumi che possono ostruire la bottiglia. Se si utilizza una formula liquida, riscaldarla delicatamente mettendo la bottiglia in una tazza con acqua calda per 30-60 secondi e scuotendo la bottiglia per riscaldare delicatamente e in modo uniforme il contenuto.

Prima di nutrirlo, verifica la temperatura all’interno del polso e assicurati che sia piacevolmente caldo. Mettete in frigorifero la polvere inutilizzata e mescolate un nuovo lotto ad ogni poppata per mantenere tutto fresco.

Dai da mangiare ai gattini adottando una postura sicura
Allattare sempre con il biberon in una postura naturale a pancia in giù: il gattino deve essere comodamente sdraiato o seduto con la pancia rivolta verso il pavimento. Non dare mai da mangiare a un gattino sulla schiena, come mangerebbe un bambino umano, poiché ciò può indurre il gattino a inalare fluido nei polmoni.

Metti il ​​gattino in grembo o su un tavolo, tenendo la testa ferma con la tua mano non dominante e introduci il capezzolo alla sua bocca con la tua mano dominante. Capovolgi la bottiglia in modo che la formula possa fluire lentamente nella bocca del gattino. Idealmente, il gattino formerà una forma a U con la lingua e si attaccherà alla bottiglia, succhiando per bere la formula. Mettile un dito sulla gola per assicurarti che deglutisca mentre mangia. Non spremere mai con forza una bottiglia nella bocca di un gattino. Lascia invece che il gattino allatti al suo ritmo.

Dai da mangiare al tuo gattino la giusta quantità, con la giusta frequenza
I giovani gattini richiedono un’alimentazione frequente, quindi preparati a prenderti cura di loro 24 ore su 24 fino a quando non hanno 5-6 settimane di età e si sveglieranno con cibo umido. Per le prime settimane di vita, questo significherà svegliarsi nel cuore della notte per nutrirsi. Piccole quantità di cibo ogni poche ore manterranno il gattino idratato e forniranno i nutrienti e i grassi necessari per un rapido sviluppo e aumento di peso.

Monitora i progressi del gattino
Tenere traccia del peso di un gattino è un ottimo modo per monitorare i suoi progressi e assicurarsi che stia ottenendo i guadagni necessari. Una piccola bilancia digitale per alimenti è perfetta per pesare i gattini, poiché può visualizzare il loro peso in grammi e darti una misurazione precisa. Almeno una volta al giorno, posiziona il gattino sulla bilancia e scrivi il suo peso in grammi. Dovrebbe guadagnare almeno 10 grammi al giorno. Se il gattino non sta aumentando di peso o se perde peso, cerca immediatamente un supporto veterinario.

Cura dopo l’alimentazione del gattino
Prendersi cura dei gattini orfani richiede più di un semplice biberon. Avrai anche il compito di stimolare il gattino ad andare in bagno, prendersi cura dei suoi bisogni medici, tenerlo caldo e pulito, e altrimenti fornirgli un ambiente sicuro e protetto fino a quando non sarà abbastanza grande per l’adozione.

Dopo aver mangiato, asciuga il viso del gattino in modo che nessuna formula si attacchi al suo pelo. Strofina delicatamente i genitali del gattino con un tessuto molle per stimolarlo a urinare e defecare. Fallo ad ogni poppata, ricordando di asciugare dopo in modo che rimanga pulita e a suo agio. Una volta che il gattino è stato nutrito, stimolato e ripulito, è tempo che torni nel suo spazio caldo e sicuro fino alla successiva poppata. Ripeti fino a quando il gattino ha 5-6 settimane e si sta svezzando sul cibo umido per gattini.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...