Animali

Acquari d’acqua dolce e acqua salata: cosa devi sapere

Forse hai vagato nel reparto acquari del tuo negozio di animali locale e hai dato una buona occhiata ai volti della coda pinna. È facile innamorarsi dei bei colori, dei movimenti aggraziati e dei suoni rilassanti dell’acqua. Se ti senti come se fossi stato agganciato, continua a leggere per sapere quali decisioni devono prendere gli appassionati di pesci principianti quando contemplano i dettagli dell’aggiunta di un nuovo acquario alla loro casa.

Acqua dolce o salata?
L’acqua copre circa il 75% della Terra. Negli assortiti corpi idrici, le forme di vita si sono evolute per sopravvivere con quantità variabili di sali e minerali disciolti, temperature, livelli di ossigeno e profondità variabili. Quando costruisci un acquario, miri a ricreare le condizioni dell’ambiente in cui gli abitanti hanno avuto origine. Il commercio di animali da compagnia ha ampiamente diviso gli habitat dell’acquario in acqua dolce (tropicale) o salata (marina). Un confronto dei componenti di questi habitat aiuterà i nuovi allevatori di pesci a prendere una decisione informata su come selezionare un acquario adatto al loro stile di vita.

Il bestiame
Sia gli acquari d’acqua salata che quelli d’acqua dolce presentano uno straordinario cast di personaggi. Oltre ai pesci, ci sono invertebrati come lumache e granchi per rendere il tuo acquario più interessante. I serbatoi di acqua dolce possono includere piante mentre i serbatoi di acqua salata possono includere coralli e anemoni.

Un acquariofilo principiante potrebbe optare per un acquario di comunità pieno di guppy, molly e tetra. È una buona idea aggiungere spazzini, come lumache e gatti randagi, a un acquario d’acqua dolce per aiutare a gestire l’accumulo di alghe. In alternativa, un acquario di una singola specie come il pesce rosso fantasia, il disco o il pesce angelo crea un bellissimo acquario e consente al custode di diventare molto informato sulle abitudini del suo pesce preferito. I pesci d’acqua dolce possono riprodursi facilmente se la qualità dell’acqua, la temperatura e lo spazio in superficie esistono, quindi preparati con un vivaio. L’aquascaping con piante d’acqua dolce vive può aggiungere ulteriore interesse e fungere da meraviglioso nascondiglio e fonte di cibo per i pesci.

I pesci di mare sono coloratissimi e hanno abitudini affascinanti. Il ghiozzo guardiano occupa una piccola apertura delle dimensioni di una grotta sul fondo del serbatoio, sorvegliando il suo territorio tutto il giorno. I pesci pagliaccio hanno relazioni simbiotiche con alcune specie di anemoni. I pesci palla sono amichevoli con i loro proprietari, spesso nuotano nella parte anteriore dell’acquario e “chiedono” attenzione. I proprietari di acquari marini senza dubbio si affezionano ai loro pesci e si divertono a osservare le interazioni. Le tabelle di compatibilità dovrebbero essere consultate quando si scelgono compagni di vasca, poiché i pesci provengono da una varietà di mari in cui le specie potrebbero non incontrarsi normalmente.

Un appassionato di acqua salata deve fare la scelta di costruire un acquario per soli pesci o un sistema di barriera corallina. Mentre i pesci d’acqua salata sono affascinanti da soli, i coralli portano un nuovo livello all’hobby. La scelta di un acquario di barriera determinerà il tipo di illuminazione richiesta e aggiungerà un ulteriore mantenimento della qualità dell’acqua. Non tutti i pesci sono compatibili con i coralli, quindi assicurati di fare i compiti quando scegli gli abitanti dell’acquario.

L’acqua
I pesci negli acquari d’acqua dolce hanno le loro origini in ruscelli, stagni, fiumi e laghi. L’acqua per questi pesci dovrebbe essere declorata, cosa che può essere ottenuta aggiungendo un agente declorante all’acqua del rubinetto. L’acqua dovrebbe anche avere un movimento per aumentare la quantità di ossigeno che può essere ottenuta utilizzando una pompa ad aria. Gli acquariofili controllano regolarmente la temperatura dell’acqua per essere sicuri che sia stabile e testano anche i livelli di ammoniaca e pH per assicurarsi che i rifiuti vengano adeguatamente rimossi dal filtro. Cerca sempre il pesce che acquisti per eventuali requisiti aggiuntivi per l’acqua, poiché alcuni pesci (come le carpe koi) nuotano in acque più fredde o preferiscono le profondità dell’acqua (come i pesci arcieri, che cacciano gli insetti).

Il sale per acquari marini è disponibile da miscelare con l’acqua del rubinetto di casa per ottenere un rapporto paragonabile all’acqua di mare. Un densimetro misura il peso specifico dell’acqua, indicando quanto è salata. Alcuni invertebrati, come i coralli e gli anemoni, richiedono additivi specifici come calcio e iodio per un acquario di acqua salata. Simile a una configurazione per acqua dolce, sono necessari monitor per la temperatura, i livelli di ammoniaca e il pH.

L’equipaggiamento
Per gli acquari d’acqua dolce e salata sono necessari un serbatoio, preferibilmente con una cappa, un substrato per il fondo (come ghiaia o sabbia) e un filtro in grado di elaborare l’acqua da cinque a dieci volte all’ora.

Per quanto riguarda le dimensioni del tuo acquario, il tuo livello di interesse può dettare le dimensioni del tuo acquario d’acqua dolce. Dall’alloggiamento di un singolo pesce betta in un serbatoio da un gallone a un serbatoio da esposizione da 350 galloni, ci sono molte opzioni. Avrai anche bisogno di una copertura sopra il serbatoio per evitare una rapida evaporazione. Se scegli di ospitare piante o desideri vedere i pesci di notte, dovrai aggiungere una luce. Con i serbatoi di acqua dolce sono necessari anche una pompa ad aria per aggiungere ossigeno e un riscaldatore/termometro per monitorare la temperatura.

Un serbatoio di acqua salata dovrebbe essere di almeno 30 galloni per ottenere i migliori risultati. Piccole fluttuazioni nella qualità dell’acqua sono amplificate in serbatoi più piccoli, rendendoli difficili per ospitare un sistema marino. Oltre ai componenti per acquari d’acqua dolce, la maggior parte degli hobbisti consiglia uno schiumatoio di proteine ​​per i serbatoi di acqua salata per rimuovere i rifiuti organici. Lo schiumatoio funziona in combinazione con il filtro e dovrà essere svuotato e pulito circa una volta alla settimana, a seconda delle dimensioni dell’acquario e del numero di abitanti.

I coralli nelle vasche di acqua salata hanno requisiti di illuminazione speciali per quanto riguarda l’intensità della luce e il numero di ore di illuminazione. Ci sono una varietà di opzioni di illuminazione, alcune con cicli di luce automatizzati per imitare la luce solare naturale. Un substrato che molti hobbisti includono nei loro serbatoi di acqua salata è la roccia viva, una roccia porosa abitata da organismi microscopici tra cui alghe e batteri che andranno a beneficio del tuo acquario. La roccia viene venduta al chilo e può essere utilizzata come base per coralli e anemoni.

I costi
Il costo della fauna d’acqua dolce può essere molto ragionevole, con varietà di pesci comuni che si vendono a soli cinque dollari. Alcuni dei pesci più grandi e decorati, come pleco e koi, possono costare diverse centinaia di dollari e sono consigliati agli acquariofili più esperti. La costruzione di un acquario d’acqua dolce non deve costare molto. Puoi iniziare modestamente con un serbatoio da dieci galloni che viene spesso confezionato con cappuccio, filtro e ghiaia per meno di 50 dollari. La manutenzione di un acquario d’acqua dolce non deve richiedere molto tempo, poiché la maggior parte dei pesci d’acqua dolce è relativamente resistente e perdona gli errori commessi dai nuovi proprietari di acquari. Con un piccolo investimento, un nuovo arrivato può ampliare il serbatoio man mano che cresce il suo interesse per l’hobby.

Gli acquari marini, tuttavia, sono un investimento in denaro e tempo. Sono necessarie più attrezzature per un allestimento marino ed è significativamente più costoso (da centinaia a migliaia di dollari). Il bestiame d’acqua salata ha un costo considerevolmente più alto di quello d’acqua dolce. Mentre ci sono alcuni pesci con un prezzo inferiore a 20 dollari, la maggior parte dei pesci d’acqua salata ha un prezzo da 50 dollari in su. Se stai pensando di possedere un acquario di acqua salata, assicurati di fare ricerche approfondite e trovare un hobbista esperto che sia disposto a offrire consigli mentre ti bagni i piedi.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...