Animali

Avvelenamento anticoagulante nei cani

Avvelenamento da rodenticida anticoagulante nei cani
Lo scopo di un anticoagulante è prevenire la coagulazione (coagulazione) del sangue. Questi agenti sono comunemente usati nei veleni per ratti e topi e sono uno dei veleni domestici più comuni, responsabili di un gran numero di avvelenamenti accidentali tra i cani. Quando ingeriti da un animale, gli anticoagulanti bloccano la sintesi della vitamina K, un componente essenziale per la normale coagulazione del sangue, che si traduce in sanguinamento spontaneo e incontrollato.

Normalmente, i cani che hanno un lieve avvelenamento anticoagulante non mostreranno segni di avvelenamento per diversi giorni, ma quando il veleno inizia a colpire il sistema, il cane diventerà debole e pallido a causa della perdita di sangue. L’emorragia può essere esterna; questo può essere visualizzato come sanguinamento dal naso, vomito sanguinante o sanguinamento dal retto. I cani possono anche soffrire di emorragie interne invisibili; il sanguinamento nel torace o nell’addome, ad esempio, è fatale se non viene diagnosticato in tempo.

Sintomi e tipi
Ecco alcuni dei sintomi più comuni dell’avvelenamento da anticoagulanti:

Debole, traballante, instabile
Il naso sanguina
Sangue nel vomito
Sangue nelle feci
Sanguinamento dal retto
Lividi ed ematomi sotto la pelle
Emorragie (sanguinamento eccessivo) nelle gengive
Ascite (gonfiore della pancia) a causa dell’accumulo di sangue nell’addome
Difficoltà a respirare a causa della presenza di sangue nei polmoni (questo produrrà un tintinnio o un crepitio)
Cause
La causa principale dell’avvelenamento da anticoagulanti è l’ingestione di veleno per roditori. Se sospetti che il tuo cane sia entrato in contatto con veleno per topi o topi e stai riscontrando alcuni dei sintomi sopra elencati, dovrai portare il tuo cane da un veterinario prima che la salute del tuo animale diventi critica.

Tieni presente che i cani all’aperto (o che escono spesso all’aperto) sono a rischio di avvelenamento da roditori. Potrebbe essere nel cortile di un vicino, in un sacco della spazzatura o in un vicolo. Anche i cani che si dedicano alla caccia e all’uccisione di roditori possono essere soggetti a questo tipo di avvelenamento. Anche se non vivi in ​​un’area in cui ratti o topi sono un problema, il veleno per roditori può essere usato per altri parassiti suburbani comuni come procioni, opossum o scoiattoli.

Alcune delle principali sostanze chimiche anticoagulanti che possono essere trovate nei veleni per roditori (o altri prodotti domestici) sono:

Warfarin
Hydroxycoumadin
Brodifacoum
Bromadiolone
Pindone
Diphacinone
Difenadione
Cloroacinone
Il primo tipo di anticoagulanti sono veleni cumulativi. Questi veleni contengono warfarin e idrossicumadina come anticoagulanti principali e richiedono alimentazioni multiple che impiegano diversi giorni per uccidere un roditore.

Il secondo tipo di anticoagulante è più letale, uccidendo i roditori in una singola dose piuttosto che nel tempo. Questi veleni anticoagulanti mortali contengono prodotti di classe indanedione, come pindone, diphacinone, difenadione e cloroacinone, tutti estremamente tossici. I rodenticidi che contengono gli ingredienti bromadiolone e brodifacoum, ad esempio, sono da 50 a 200 volte più velenosi di quelli che contengono warfarin e idrossicumadina.

Un’altra causa di avvelenamento da anticoagulanti nei cani è l’ingestione accidentale di farmaci. L’eparina, un farmaco comune per il trattamento della coagulazione del sangue negli esseri umani, può avere un effetto tossico sugli animali. Spesso, i cani che hanno accesso ai farmaci mangeranno ciò che hanno trovato, o perché i farmaci sono a portata di mano o perché l’armadietto dei farmaci è tenuto aperto.

Diagnosi
Il tuo veterinario eseguirà un esame fisico approfondito sul tuo cane, tenendo conto della storia di fondo dei sintomi e dei possibili incidenti che potrebbero aver accelerato questa condizione. Dovrai fornire una storia completa della salute del tuo cane e delle attività recenti. Verrà eseguito un profilo ematico completo, incluso un profilo ematico chimico, un esame emocromocitometrico completo e un’analisi delle urine. Inoltre, il medico controllerà il tempo necessario per la coagulazione del sangue del cane per determinare la gravità dell’avvelenamento.

Se hai un campione del veleno, dovrai portarlo con te all’ufficio del veterinario; Anche portare campioni di vomito e / o feci del cane può essere utile.

Trattamento
Se il tuo cane soffre di sanguinamento spontaneo causato da anticoagulanti, il trattamento prevede la somministrazione di sangue intero fresco, o plasma congelato, in una quantità determinata dalla velocità e dal volume della perdita di sangue dell’animale. La vitamina K, necessaria per la normale coagulazione del sangue, sarà usata specificatamente come antidoto, e sarà somministrata mediante iniezioni sottocutanee (sotto la pelle), con dosi ripetute secondo necessità – per iniezione o anche per via orale – fino alla coagulazione del sangue il tempo torna alla normalità.

Non indurre il vomito a meno che non ti sia stato consigliato di farlo dal tuo veterinario. Alcuni veleni possono causare più danni che ritornano attraverso l’esofago rispetto a quelli che sono caduti.

Vita e gestione
Se il tuo cane consuma una lieve forma cumulativa di un anticoagulante, il tuo cane potrebbe riprendersi in una settimana, ma se fosse l’anticoagulante letale a dose singola, potrebbe essere necessario fino a un mese.

Prevenzione
L’avvelenamento anticoagulante può essere prevenuto tenendo tutti i veleni fuori dalla portata dei tuoi animali domestici. Anche tutti gli altri prodotti chimici, farmaci e farmaci (in particolare i farmaci per fluidificare il sangue) dovrebbero essere tenuti fuori dalla portata del tuo cane, idealmente all’interno di un armadietto.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...