Animali

Avvelenamento da aspirina nei cani

Tossicità da aspirina nei cani
L’aspirina, un farmaco antinfiammatorio non steroideo, ha effetti benefici tra cui proprietà antiaggreganti, antinfiammatorie e analgesiche. Tuttavia, può anche essere tossico. Una volta ingerita, l’aspirina forma acido salicilico, che viene poi distribuito in tutto il corpo.

I proprietari di cani devono quindi seguire rigorosamente gli ordini del loro veterinario se usano l’aspirina per qualsiasi motivo.

La condizione o la malattia descritta in questo articolo medico può colpire sia cani che gatti. Se desideri saperne di più su come questa malattia colpisce i gatti, visita questa pagina nella libreria della salute di PetMD .

Sintomi e tipi
Uno dei primi segni evidenti è la perdita di appetito . Altri segni includono vomito , diarrea ed emorragia intestinale causata da ulcerazioni nello stomaco e nell’intestino tenue. Il sistema nervoso centrale è colpito e il cane può avere difficoltà a camminare, apparire debole e scoordinato o addirittura collassare. Possono verificarsi anche perdita di coscienza e morte improvvisa.

Poiché i livelli non tossici possono produrre questi sintomi, i proprietari dovrebbero monitorare eventuali problemi digestivi o cambiamenti nel comportamento quando somministrano l’aspirina al loro cane per qualsiasi motivo medico. Se viene ingerita una quantità significativa di aspirina, è necessario un trattamento di emergenza.

Diagnosi
Se sai o sospetti che il tuo cane abbia ingerito aspirina, i test diagnostici dovrebbero concentrarsi sulla gravità della tossicità. Verrà prelevato un campione di sangue per valutare la conta cellulare e la chimica del siero. Di solito il cane è anemico e presenta anomalie elettrolitiche. Può anche essere prelevato sangue aggiuntivo per valutare la sua capacità di coagulazione.

Trattamento
I cani trattati entro 12 ore con segni limitati di sofferenza possono avere la concentrazione di aspirina nel corpo diminuita attraverso un trattamento di decontaminazione prescritto. Prima inizia questa cura, meglio è. Il veterinario può anche consigliarti di indurre il vomito a casa prima di recarti in clinica per il trattamento. Inducendo il vomito o pompando lo stomaco (lavanda gastrica), il veterinario rimuoverà quanta più aspirina possibile. Il carbone attivo può essere somministrato dopo il vomito per assorbire l’aspirina.

Generalmente vengono prescritti anche farmaci che incoraggiano la guarigione o proteggono il rivestimento gastrointestinale. A seconda dello stato del cane, potrebbero essere necessari liquidi e altri trattamenti di supporto. Il ricovero in ospedale e le analisi del sangue ripetute sono spesso necessarie fino a quando il cane non è stabile.

Vita e gestione
L’aspirina ha diversi usi clinici. Può essere prescritto come antidolorifico, antinfiammatorio, antiaggregante piastrinico e per abbassare la temperatura corporea. Se l’aspirina viene utilizzata per una condizione cronica, come per prevenire un blocco del vaso sanguigno (tromboembolia arteriosa), è importante seguire le indicazioni del veterinario e ridurre o interrompere il dosaggio di aspirina può essere necessario se il cane è suscettibile alla tossicità .

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...