Animali

Avvelenamento da topi nei conigli

Quando i conigli ingeriscono veleno per topi
Se un coniglio mangia determinati veleni per topi, il sangue non si coagulerà correttamente (coagulopatia). Questo è un tipo relativamente comune di avvelenamento nei conigli, poiché molti di questi veleni per topi sono venduti al banco e ampiamente utilizzati nelle case.

Sebbene tutti i conigli siano suscettibili, quelli tenuti all’aperto o autorizzati a vagare liberamente per la casa potrebbero essere a maggior rischio. Questa condizione è anche più diffusa in primavera e in autunno, poiché i prodotti rodenticidi sono usati più frequentemente durante queste stagioni.

Sintomi e tipi
Potrebbero essere necessari diversi giorni prima che i sintomi si manifestino e alla fine dipendono dalla quantità di veleno ingerito, nonché dalla quantità di fattori di coagulazione che circolano nel corpo del coniglio. I sintomi possono includere:

Difficoltà o dolore durante la respirazione (dispnea)
Presenza di sangue nelle urine (ematuria)
Rumori cardiaci o polmonari soffocati
Comportamento lento
Depressione
Articolazioni gonfie
Membrane mucose pallide (i tessuti umidi che rivestono le aperture del corpo, come il naso)
Cause
L’avvelenamento da rodenticidi anticoagulanti nei conigli è causato dall’esposizione a specifici veleni per topi. Warfarin, pindone, brodifacoum e diphacinone sono solo alcuni degli anticoagulanti che potresti trovare in questo tipo di veleni.

È anche più pericoloso per i conigli ingerire piccole dosi per diversi giorni che ingerire una singola dose grande, ma entrambi i tipi di esposizione possono portare ad avvelenamento.

Diagnosi
Un’analisi di campioni di sangue o di fegato è il modo migliore per confermare l’esposizione del coniglio al veleno per topi e può anche determinare il prodotto specifico ingerito. Altri test includono il tempo di sanguinamento (quanto tempo impiega il sangue a coagulare), i raggi X e l’analisi delle urine.

Trattamento
Se il coniglio è in crisi, l’animale deve essere tenuto in ospedale per il trattamento. Iniziare il trattamento immediatamente dopo l’ingestione (entro 24-48 ore) somministrando carbone attivo al coniglio per trattare l’avvelenamento. È anche importante portare con sé il pacchetto sospetto di veleno per topi, in modo che il veterinario possa identificare l’agente rodenticida attivo e trattare l’animale di conseguenza.

La durata della terapia dipenderà dal tipo e dalla quantità di veleno ingerito. E qualsiasi ulteriore misura che possa essere necessaria dipende dai sintomi che il coniglio mostra, come le trasfusioni di sangue in caso di emorragia.

Vita e gestione
Dopo il trattamento iniziale, il coniglio deve essere confinato e l’attività limitata per evitare ulteriori perdite di sangue. È importante che l’animale continui a mangiare e che prenda i farmaci, le vitamine o altri integratori alimentari prescritti come prescritto da un veterinario.

Prevenzione
Tenere le tossine dei roditori lontano dai conigli può prevenire l’avvelenamento da rodenticidi anticoagulanti. E non dimenticare, controlla attentamente il tuo animale domestico.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...