Animali

Avvelenamento da uva nei cani

La tossicità dell’uva e dell’uva passa (uva secca) è ben documentata nei cani. * Sebbene non sia ancora nota la sostanza esatta che provoca la reazione tossica, i cani non dovrebbero mangiare uva e uva passa perché anche piccole quantità possono rivelarsi fatalmente tossiche per un cane.

Cani di qualsiasi età, razza o sesso possono essere colpiti. L’uva e l’uva passa sono dannose per i cani perché una delle complicanze più gravi della tossicità dell’uva / uva passa è che possono causare gravi danni ai reni che portano a insufficienza renale acuta (improvvisa) con mancanza di produzione di urina (anuria). Tuttavia, l’insufficienza renale non si osserva in tutti i cani dopo l’ingestione di uva o uva passa e, di nuovo, il motivo per cui alcuni cani sono eccessivamente colpiti, mentre altri non lo sono, è ancora allo studio.

SINTOMI E TIPI
L’avvelenamento da uva e uva passa di solito provoca i cani a sviluppare una combinazione dei seguenti sintomi:

Vomito e / o diarrea – spesso entro poche ore dall’ingestione. Il materiale contenente vomito e contenuto fecale può contenere pezzi di uva o uva passa.
Perdita di appetito
Letargia, debolezza, silenziosità insolita
Dolore addominale
Disidratazione
Oliguria (passando solo una piccola quantità di urina)
Anuria (completa cessazione dell’urina)
Alito cattivo
Ulcere orali
Tremors
Convulsioni
Coma

LE CAUSE

Ingestione di uva e / o uva passa – anche piccole quantità possono essere tossiche per alcuni cani, mentre altri cani possono ingerire quantità relativamente elevate senza sviluppare sintomi evidenti. L’agente tossico non è stato ancora identificato ma sembra essere associato alla polpa del frutto. In altre parole, le uve pelate e / o senza semi sono ancora tossiche.

TRATTAMENTO IMMEDIATO

Questa è un’emergenza, che richiede un trattamento immediato. Se sei sicuro che il tuo cane abbia ingerito uva o uva passa nelle ultime due ore, dovrai indurre il vomito il prima possibile, prima che tutte le tossine nel frutto possano essere assorbite.

Tuttavia, non indurre il vomito se il cane è:

Inconscio
Ha problemi a respirare
Mostra segni di grave angoscia o shock
O se non sei sicuro di ciò che il tuo cane potrebbe aver mangiato.

Se il tuo cane ha già vomitato, non cercare di forzare più vomito. Chiama il tuo veterinario per un consiglio. Se lui o lei ti consiglia di indurre il vomito a casa, usa il seguente metodo:

Se il cane non ha mangiato nelle ultime due ore, offrigli un piccolo pasto. Ciò rende più probabile che il cane vomiti ma non è essenziale se il cane non è interessato al cibo.
Misura 1 millilitro (ml) di perossido di idrogeno al 3% per chilo di peso del cane, usando una siringa (senza ago) o un cucchiaino (un cucchiaino è di circa cinque ml). La quantità massima di perossido di idrogeno da somministrare in qualsiasi momento è di 45 ml, anche se un cane pesa oltre 45 chili.
Spruzza il perossido di idrogeno nella parte posteriore della bocca del cane usando una siringa (senza ago) o un bastoncino di tacchino.
Se il vomito non si verifica entro quindici minuti dalla prima somministrazione, è possibile riprovare, utilizzando la stessa quantità. Questo metodo non deve essere usato più di due volte, distanziato a intervalli di quindici minuti.
Se il tuo cane non ha vomitato dopo la seconda dose di perossido di idrogeno, non usarlo o altro per cercare di indurre il vomito. Non usare nulla di più forte del perossido di idrogeno senza prima parlare con il veterinario.

Che il tuo cane vomiti o meno, dopo le cure iniziali, devi portarlo immediatamente in una struttura veterinaria. Il veterinario potrebbe dover eseguire una lavanda gastrica e / o somministrare carbone attivo per trattare qualsiasi tossina che rimane nello stomaco del cane, nonché istituire un trattamento per proteggere i reni del cane.

DIAGNOSI

La maggior parte dei casi di avvelenamento da uva e uva passa viene diagnosticata perché un proprietario sa o sospetta che il suo cane abbia mangiato il frutto. A volte uva e uvetta parzialmente digerite possono essere osservate nel vomito o nel materiale fecale di un cane. Test di laboratorio di routine, tra cui emocromo completo, profilo biochimico e analisi delle urine, possono diagnosticare la maggior parte dei casi di insufficienza renale acuta indipendentemente dalla causa.

TRATTAMENTO

Durante il trattamento di un cane che ha mangiato uva o uva passa, un veterinario inizierà inducendo il vomito (se l’ingestione si è verificata nelle ultime due ore e il cane non ha già vomitato) eventualmente seguito da lavanda gastrica (lavando via lo stomaco) e somministrazione di carbone attivo per assorbire l’eventuale tossina residua. Successivamente, inizierà la terapia con fluidi per via endovenosa per eliminare la tossina dal flusso sanguigno del cane e incoraggiare i reni a continuare a produrre urina. Se necessario, il veterinario fornirà al cane farmaci per ridurre il vomito e mantenere la funzionalità renale. Durante questo periodo, il medico monitorerà la funzionalità renale del cane con controlli periodici di analisi del sangue.

Se i reni di un cane hanno fallito al punto da non poter più produrre urina, la prognosi diventa grave. L’emodialisi può essere necessaria per sostenere la vita fino a quando (e se) i reni possono riprendersi. Il trapianto di rene può essere un’opzione per alcuni proprietari, ma nella maggior parte dei casi l’eutanasia è l’unica opzione pratica una volta che i reni di un cane sono stati completamente chiusi.

COME PREVENIRE QUESTA CONDIZIONE

Tieni l’uva e l’uva fuori dalla portata del tuo cane, poiché i cani ingeriranno quasi tutto. Assicurati che tutti i membri della famiglia siano consapevoli della capacità tossica di questo alimento, così come di altri alimenti che sono stati trovati velenosi per gli animali domestici, come cioccolato, cipolle, aglio, ecc. Se scopri che il tuo cane ha ingerito uva passa o uva, agire immediatamente offre al tuo cane le migliori possibilità di sopravvivenza.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...