Animali

Carenza di carnitina nei cani

Carenza di L-carnitina nei cani
La L-carnitina è un importante nutriente che funge da trasporto degli acidi grassi, essenziali per la produzione cellulare di energia.

La L-carnitina è un importante nutriente che funge da trasporto degli acidi grassi, essenziali per la produzione cellulare di energia. La carenza di questo nutriente può causare una serie di problemi di salute agli animali; più significativamente, l’associazione con malattie cardiache (cardiomiopatia) nei cani. Il cuore e i muscoli scheletrici non sintetizzano il nutriente da soli, richiedendo che venga trasportato lì per l’uso. Per questo motivo, quando il corpo è carente di carnitina, il cuore ei muscoli scheletrici sono influenzati negativamente. Sebbene gli integratori di carnitina non siano sempre in grado di invertire gli effetti di questa carenza, hanno dimostrato di essere il corso di trattamento di maggior successo.

Sintomi e tipi
I segni di questa carenza possono includere:

Insufficienza muscolare cardiaca
Cuore ingrandito (cardiomiopatia dilatativa)
Dolore muscolare
Debolezza
Intolleranza all’esercizio
Debolezza (letargia)
La L-carnitina è importante affinché il tessuto muscolare riceva energia e funzioni normalmente; pertanto, una carenza di questo nutriente può creare un impatto negativo in tutto il corpo di un cane.

Cause
Sebbene le cause della carenza di carnitina siano sconosciute, si ritiene che alcune razze di cani mostrino un aumentato rischio di sviluppare la carenza, tra cui Boxer, Doberman Pinscher, Great Danes, Irish Wolfhound e altre razze giganti.

Diagnosi
Per diagnosticare questa carenza, è necessario eseguire biopsie muscolari cardiache (endomiocardiche) per misurare i livelli di carnitina.

Trattamento
La taglia del cane determinerà il dosaggio corretto. Sebbene gli integratori di L-carnitina possano migliorare questa carenza, tieni presente che molti cani non mostreranno miglioramenti. Inoltre, alcuni cani mostreranno un aumento della diarrea con l’aumento del dosaggio di carnitina nella loro dieta.

Vita e gestione
Dopo l’inizio del trattamento con carnitina, si consiglia al cane di sottoporsi a un ECG (ecocardiogramma) ogni tre o sei mesi per assicurarsi che il trattamento sia stato efficace.

Prevenzione
Non ci sono metodi di prevenzione conosciuti, oltre a mantenere una dieta sana per il tuo cane e monitorare i segni di carenza, specialmente se il tuo cane è una razza che è nota per essere affetta da questa condizione.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...