Animali

Cianosi nei cani: colore blu della pelle

Panoramica sulla cianosi (colorazione blu) nei cani
La cianosi è una colorazione bluastra o violacea impartita alla pelle o alle mucose a causa di quantità eccessive di emoglobina scarsamente ossigenata nella circolazione. Le cause nei cani includono alcune malattie cardiache congenite, varie malattie respiratorie e l’esposizione a determinate sostanze chimiche che provocano la creazione di alcune forme anormali di emoglobina che non sono in grado di legare correttamente l’ossigeno.

La cianosi nei cani è di solito un sintomo clinico allarmante per i proprietari di animali domestici e per i veterinari.

Cosa guardare
Colorazione violacea / bluastra di lingua, gengive, labbra e aree della pelle in cui i vasi sanguigni sono superficiali
Difficoltà o difficoltà respiratoria
Possibile colorazione violacea / bluastra dei cuscinetti
Diagnosi di cianosi nei cani
Misurazione di gas nel sangue arterioso
Pulsossimetria
Altri test specifici, a seconda del disturbo che sta causando la cianosi

Trattamento della cianosi nei cani
La terapia della cianosi dipenderà da ciò che sta causando la condizione.

Cardiopatia congenita. Se la condizione è causata da cardiopatia congenita, il trattamento è un intervento chirurgico.
Chemical. Se una sostanza chimica ha colpito l’emoglobina in modo tale da non poter trasportare correttamente l’ossigeno, ad esempio inducendo la formazione di metemoglobina, un tipo anormale di emoglobina che non può trasportare ossigeno, il trattamento prevede: eliminazione della causa, limitazione di qualsiasi tessuto lesioni dovute a scarsa ossigenazione e somministrazione di farmaci (blu di metilene; N-acetilcisteina) se necessario.
Disturbo respiratorio Se un disturbo respiratorio è la causa della cianosi, la malattia respiratoria sottostante deve essere trattata con antibiotici se è presente polmonite o bronchite cronica, diuretici se il liquido si accumula nei polmoni, toracocentesi, che è la rimozione di liquido o aria dal torace cavità se fluido o aria stanno causando la cianosi o ossigeno supplementare, se necessario.
Il trattamento di emergenza prevede l’assicurazione che le vie aeree non siano ostruite e fornisca ossigeno mediante: maschera facciale, tubo per ossigeno nasale, gabbia di ossigeno, intubazione della trachea.

Cura della casa
Non esiste assistenza domiciliare specifica per la cianosi. Gli animali sospettati di essere cianotici devono essere immediatamente valutati da un veterinario. A seconda della causa della cianosi, il veterinario formulerà raccomandazioni specifiche come giustificato.

Informazioni approfondite sulla cianosi nei cani
La cianosi è lo scolorimento bluastro o violaceo delle mucose o della pelle a causa di quantità eccessive di emoglobina desaturata (scarsamente ossigenata) nel flusso sanguigno. Il sangue ossigenato è rosso. Il sangue scarsamente ossigenato è blu scuro. Più emoglobina deossigenata nel flusso sanguigno più colorazione bluastra verrà impartita ai tessuti.

Esistono due “tipi” generali di cianosi: centrale e periferica.

La cianosi centrale è il risultato della desaturazione dell’intero flusso sanguigno sistemico. La cianosi centrale è dovuta a una diminuzione del sangue ossigenato durante la circolazione sistemica. Tutti i tessuti sono interessati.
La cianosi periferica è dovuta all’emoglobina desaturata che può essere confinata in una specifica regione del corpo, ad esempio se un coagulo di sangue ha ostruito il flusso sanguigno verso una particolare parte del corpo o se è stato applicato un laccio emostatico. La cianosi periferica implica una colorazione violacea nei tessuti periferici (mucose orali, mucose vaginali o del pene, zampe o letti ungueali, ecc.). Tutti gli animali con cianosi centrale hanno anche cianosi periferica, poiché l’intero flusso sanguigno è desaturato. Tuttavia, è possibile avere cianosi periferica senza cianosi centrale, se la causa della riduzione dell’ossigenazione è localizzata in una regione specifica, come un coagulo di sangue che interrompe l’afflusso di sangue a un arto specifico.
Nei giovani animali, la causa più probabile è una cardiopatia congenita in cui il sangue scarsamente ossigenato che ritorna nel cuore ignora erroneamente i polmoni e viene rimandato nella circolazione sistemica senza raccogliere più ossigeno. Questo si chiama “smistamento da destra a sinistra” perché il sangue scarsamente ossigenato dalla parte destra del cuore viene deviato nella parte sinistra del cuore dove viene pompato nella circolazione generale.

Qualsiasi animale di età può sviluppare cianosi secondaria a una grave malattia polmonare (polmonare), come una polmonite grave, o a malattie che impediscono ai polmoni di espandersi correttamente, come fluido o aria nella cavità toracica.

I difetti genetici nell’emoglobina possono alterare la sua capacità di trasportare ossigeno, tuttavia, questi difetti sono rari negli animali da compagnia. È più probabile che i difetti dell’emoglobina si sviluppino in seguito a ingestione o esposizione a sostanze chimiche e ossidanti.

Le cause
Le cause della cianosi periferica includono:

Tutto ciò che potrebbe causare cianosi centrale, con conseguente colorazione bluastra in tutti i tessuti periferici.
Ipotermia. La bassa temperatura corporea restringe i vasi nella pelle.
Tromboembolia o un coagulo di sangue
Applicazione di un laccio emostatico (accidentale, intenzionale o dannoso)
Shock (flusso sanguigno inadeguato ai tessuti)
Le cause della cianosi centrale includono:

Cause cardiache
Cardiopatia congenita
Tetralogia di Fallot, che è un difetto genetico che coinvolge quattro anomalie del cuore e dei grandi vasi
Difetto del setto atriale (il proverbiale “buco nel cuore”), con conseguente shunt da destra a sinistra
Difetto del setto ventricolare (“buco nel cuore”) con conseguente shunt da destra a sinistra
Dotto arterioso pervio inverso (questo difetto congenito inizialmente non causa cianosi. Solo se non viene rilevato o non trattato in modo da invertire il flusso sanguigno nel cuore, possono verificarsi cambiamenti che portano alla cianosi)
Cause polmonari
Ipoventilazione (incapacità di respirare correttamente)
Versamento pleurico (sangue, pus, liquido linfatico, fluido indotto dal cancro, ecc. Che si raccoglie nella cavità toracica e impedisce ai polmoni di espandersi correttamente)
pneumotorace
Insufficienza muscolare respiratoria
Disturbo muscolare (come un’ernia diaframmatica)
Malattia neurologica
Sovradosaggio anestetico
Ostruzione delle vie aeree
Paralisi laringea
Tumore, ascesso, granuloma, corpo estraneo che ostruisce una grande via aerea
Ossigeno inadeguato a causa di anestesia non correttamente somministrata
Mancata corrispondenza ventilazione-perfusione (apporto di sangue al polmone improprio, combinato con una funzione polmonare impropria o entrambi)
Tromboembolia polmonare (coagulo di sangue nei polmoni)
Infiltrazione del tessuto polmonare con liquido (edema)
Cellule infiammatorie (infezione, infiammazione)
Cellule cancerogene
Sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS)
Fibrosi polmonare (tessuto cicatriziale polmonare)
Altre cause
L’emoglobina anormale (metemoglobina) può provocare cianosi a causa di sostanze chimiche che rendono l’emoglobina non funzionale.

nitrati
nitriti
Acetaminofene (Tylenol ®)
Blu di metilene
Cetacaine
Benzocaina topica
Diagnosi approfondita
Misurazione di gas nel sangue arterioso. Il gas ematico arterioso (ABG) è il “gold standard” per la valutazione di un paziente cianotico. Il test prevede l’ottenimento di un campione di sangue arterioso. Per il massimo valore diagnostico, l’ABG deve essere valutato mentre l’animale riceve ossigeno supplementare al 100 percento. La risposta all’ossigeno supplementare può essere utilizzata per aiutare a escludere o escludere determinate cause di cianosi. Ad esempio, se c’è cianosi periferica a causa dell’ostruzione del flusso sanguigno a uno o due arti, somministrare ossigeno supplementare non aumenta la quantità di ossigeno nel sangue arterioso e non risolve la cianosi.
Tuttavia, se la cianosi è dovuta a malattia dei polmoni (edema, infezione), ipoventilazione o mancata corrispondenza della ventilazione / perfusione, somministrare ossigeno supplementare aumenterà la quantità di ossigeno nel sangue arterioso e la cianosi dovrebbe risolversi. Somministrare ossigeno supplementare agli animali che sono cianotici a causa di una forma anormale di emoglobina (come la metemoglobina) non sarà utile, poiché la metemoglobina non può legare l’ossigeno, indipendentemente da quanto sia arricchito l’apporto di ossigeno.

Pulsossimetria. Oggi la pulsossimetria è prontamente disponibile per la maggior parte dei professionisti. È un modo non invasivo per farsi un’idea della quantità di ossigeno nel flusso sanguigno. Una sonda viene applicata su una piega della pelle nell’area ascellare (ascella) o inguinale (inguine) o sul labbro o sulla lingua in un animale anestetizzato. Il vantaggio principale della pulsossimetria è che si ottiene una lettura continua, consentendo il monitoraggio sequenziale in risposta all’ossigeno supplementare.
Ulteriori test diagnostici. A seconda della causa della cianosi, possono essere giustificati ulteriori test diagnostici. Ad esempio, se le anomalie cardiache sono la causa della cianosi, possono essere necessari ultrasuoni cardiaci, elettrocardiografia o angiocardiografia. Se le malattie respiratorie sono la causa della cianosi, vari test diagnostici come la toracocentesi (rimozione di liquido o aria dalla cavità toracica), un lavaggio transtracheale, emocromo completo, pannello chimico, analisi delle urine, radiografie del torace, ecografia toracica e l’analisi fecale può essere giustificata.
Trattamento approfondito
Uno o più test diagnostici sopra descritti possono essere raccomandati dal veterinario. Nel frattempo, potrebbe essere necessario il trattamento dei sintomi, soprattutto se il problema è grave. I seguenti trattamenti sintomatici non specifici possono essere applicabili ad alcuni animali domestici con cianosi. Questi trattamenti possono ridurre la gravità dei sintomi o fornire sollievo al tuo animale domestico. Tuttavia, la terapia non specifica non sostituisce il trattamento definito della malattia di base responsabile delle condizioni del tuo animale domestico.

La terapia della cianosi dipende dalla comprensione della causa della condizione.

Cianosi periferica. La cianosi periferica di solito non è pericolosa per la vita. La terapia è più orientata verso la malattia di base. Ad esempio, un cane con un coagulo di sangue che ha interrotto la circolazione a una gamba, causando cianosi ai cuscinetti del piede, acquisisce questa condizione secondaria a una grave malattia cardiaca. La preoccupazione principale in questo caso è tenere sotto controllo la malattia cardiaca. La cianosi è molto meno significativa.
La cianosi centrale viene trattata come un’emergenza fino a quando non è possibile determinare la causa della cianosi.
Misure di emergenza
Fornire ossigeno supplementare. In caso di cianosi centrale, si deve supporre una ridotta fornitura di ossigeno fino a quando non può essere smentita e deve essere fornito ossigeno supplementare fino a quando non si può accertare la causa effettiva. Vengono rimossi evidenti ostacoli meccanici al flusso d’aria (come un corpo estraneo nella bocca o nella gola) e viene stabilita una via aerea brevettata. Quindi, l’ossigeno viene somministrato immediatamente tramite maschera facciale, un tubo di ossigeno nasale, una gabbia di ossigeno o intubazione endotracheale.

Se la cardiopatia congenita è la causa della cianosi, il trattamento può comportare un intervento chirurgico per correggere il difetto.

Se la malattia respiratoria è la causa, il trattamento è:

Toracocentesi per la rimozione di pus, sangue, liquido linfatico (chyle) o aria che potrebbe ostacolare la capacità dei polmoni di espandersi
Antibiotici per trattare l’infezione
Nebulizzazione (uso di un vaporizzatore) per inumidire e allentare le secrezioni tenaci nei polmoni e, possibilmente, per rilasciare antibiotici o altri farmaci nei polmoni
Se quantità eccessive di metaemoglobina sono la causa della cianosi, il trattamento prevede:

Eliminazione della causa della formazione della metaemoglobina

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...