Animali

Congiuntivite nei cani (occhi rosa)

Sì, i cani possono avere l’occhio rosa, noto anche come congiuntivite. La congiuntivite nei cani è un’infiammazione della congiuntiva, il tessuto umido che copre la parte anteriore del bulbo oculare e allinea le palpebre.

Le razze che tendono ad avere allergie o malattie della pelle autoimmuni tendono ad avere più problemi con l’infiammazione della congiuntiva. Le razze brachicefaliche o dal naso corto sono anche più a rischio di sviluppare congiuntivite.

Sintomi e tipi di congiuntivite del cane
I segni dell’occhio rosa del cane includono:

Sbattere le palpebre o sbattere le palpebre spasmodico (blefarospasmo)

Rossore dei tessuti umidi dell’occhio

Scarica dagli occhi; può essere limpido o contenere muco e / o pus

Gonfiore dovuto all’accumulo di liquidi nel tessuto umido che copre il bulbo oculare

Cause di congiuntivite nei cani
Batterico:

Condizione primaria, non secondaria ad altre condizioni, come l’occhio secco

Congiuntivite neonatale: infiammazione neonatale dei tessuti umidi dell’occhio – accumulo di secrezioni, spesso associato a un’infezione batterica o virale; visto prima che le palpebre si separino o si aprano

Virale:

Virus del cimurro canino

Immunomediato:

Allergie

Congiuntivite follicolare

Congiuntivite plasmacellulare: infiammazione dei tessuti umidi dell’occhio caratterizzata dalla presenza di plasmacellule, specialmente nei pastori tedeschi

Correlato a malattie immuno-mediate generalizzate (sistemiche) in cui il sistema immunitario del corpo attacca i propri tessuti

Cancro: tumori (raro)

Lesioni che sembrano essere cancerose, ma non cancerose. Infiammazione del confine tra la cornea (la parte trasparente dell’occhio, situata nella parte anteriore del bulbo oculare) e la sclera (la parte bianca dell’occhio); caratterizzato dalla presenza di noduli, si trova più comunemente nei Collie e nei Collie misti, e di solito si presenta come una massa rosa.

Secondario alla malattia dei tessuti che circondano l’occhio: mancanza di un normale film lacrimale (occhio secco)

Malattie delle palpebre

Malattie delle ciglia

Malattia delle ghiandole della palpebra

Secondario a traumi o cause ambientali:

Corpo estraneo nei tessuti umidi dell’occhio

Irritazione da polline, polvere, prodotti chimici o farmaci per gli occhi

Secondario ad altre malattie degli occhi:

Cheratite ulcerosa

Uveite anteriore

Glaucoma: malattia dell’occhio in cui la pressione all’interno dell’occhio è aumentata

Diagnosi
La prima cosa che il tuo veterinario cercherà è l’evidenza di altre malattie oculari (oculari). Ad esempio, la malattia potrebbe non essere nella congiuntiva ma in altre parti dell’occhio. Il medico eseguirà un esame completo della vista.

Diversi metodi di esame possono includere una macchia di fluoresceina, che si diffonde sulla superficie dell’occhio per far risaltare graffi, ulcere e materiale estraneo alla luce. Questo per escludere la cheratite ulcerosa. I materiali estranei potrebbero anche essere rimasti impigliati nelle palpebre o nelle ciglia, quindi verranno esaminati a fondo.

Un test per il glaucoma può essere condotto determinando la pressione nell’occhio e potrebbe essere necessario risciacquare la cavità nasale per escludere la malattia lì. Se il cane ha una secrezione oculare, può essere eseguita una coltura per determinare in cosa consiste la scarica e una biopsia delle cellule della congiuntiva può essere raccolta per l’esame microscopico. Il tuo veterinario vorrà anche escludere le allergie come causa sottostante dell’infiammazione della congiuntiva.

Trattamento e cura
Ci sono molte possibili cause di questa malattia e il corso del trattamento sarà determinato dalla causa. Ad esempio, se è presente un’infezione batterica, il veterinario prescriverà probabilmente una pomata antibiotica.

In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere un’ostruzione in un condotto. Se la diagnosi è il cancro, può essere raccomandata la rimozione chirurgica del tumore. Il veterinario può raccomandare la crioterapia, una terapia che utilizza l’applicazione a freddo per rimuovere peli incarniti, cisti o altre irritazioni. Nei casi più gravi e gravi, sarà necessario eseguire la rimozione del bulbo oculare e dei tessuti circostanti.

Se è presente un’infiammazione, verranno prescritti farmaci da prescrizione per animali domestici a seconda della causa. Il tuo veterinario farà queste determinazioni e raccomandazioni. In caso di congiuntivite neonatale, il medico aprirà le palpebre con grande cura, drenerà le secrezioni e tratterà gli occhi con antibiotici topici per cani .

Vita e gestione
Se la causa è un’allergia, dovrai cercare di prevenire il contatto con qualunque cosa il tuo animale stia reagendo, o altrimenti affrontare le allergie. Per ridurre il rischio di diffusione di una malattia infettiva, cerca di non esporre il tuo animale domestico ad altri animali. Se il tuo veterinario sospetta il virus del cimurro canino, è particolarmente importante mettere in quarantena il tuo cane e prevenire la diffusione di questa terribile malattia ad altri cani.

Se si nota una grande quantità di secrezione, pulire delicatamente gli occhi prima di applicare qualsiasi unguento. Se vengono prescritte sia soluzioni che unguenti, applicare prima le soluzioni. Se vengono prescritte più soluzioni, attendere diversi minuti tra le applicazioni di ciascuna.

Se la condizione peggiora ed è evidente che il tuo animale domestico non risponde al trattamento, o addirittura sta avendo una reazione avversa al trattamento, dovrai contattare immediatamente il veterinario. Un collare elisabettiano ( cono di recupero ) per proteggere gli occhi da graffi o sfregamenti può essere particolarmente utile per il processo di guarigione.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...