Animali

Cucciolo che piange: perché succede e come aiutare

Proprio come un neonato umano, il tuo nuovo cucciolo comunica molti dei suoi bisogni piangendo. Ma cosa fai se hai soddisfatto i bisogni primari del tuo cucciolo e lui continua a piangere e piagnucolare?

La dottoressa Carolyn Lincoln, una veterinaria con sede a Cleveland specializzata in medicina comportamentale, afferma che i cuccioli devono fare il difficile adattamento di essere lontani dalla madre e dai compagni di cucciolata, quindi è importante dare al cucciolo il tempo di adattarsi. “Il tuo cane non sta cercando di infastidirti. Ha solo un bisogno e continuerà a piangere finché non sarà soddisfatto. “

Ma la dottoressa Jennifer Coates, consulente veterinaria di petMD, avverte che il modo in cui reagisci al pianto del cucciolo è importante. “Il modo in cui ti comporti quando un cucciolo sta piangendo può influenzare notevolmente il comportamento futuro”, dice. “Sapere come e quando rispondere è fondamentale.”

Perché i cuccioli piangono?
Il modo migliore per far smettere di piangere il tuo cucciolo è arrivare alla radice del problema. Ecco alcuni motivi comuni per cui il tuo cucciolo piange e come puoi aiutarlo.

Malattia

Piagnucolii e pianti frequenti potrebbero essere segni che il tuo cucciolo è malato, dice Lincoln. Alcuni sintomi a cui prestare attenzione includono letargia, perdita di appetito, diarrea, vomito, vertigini o aumento della frequenza respiratoria. Leccate, morsi o graffi eccessivi in ​​un’area potrebbero essere segni di allergia, infezione, parassiti o altri problemi della pelle. Se il tuo cucciolo normalmente affettuoso diventa antisociale e non vuole essere toccato, scappa o si nasconde da te, potrebbe soffrire o soffrire di un infortunio.

Come aiutare: è importante portare il cucciolo dal veterinario il prima possibile se noti uno di questi sintomi. “I cuccioli non hanno le riserve di cani adulti, quindi adottare un approccio ‘aspetta e guarda’ è più rischioso negli animali domestici più giovani”, avverte Coates.

Solitudine

I cani sono animali sociali. Ma i cuccioli possono essere particolarmente bisognosi mentre si adattano alla separazione dalla madre e dai fratelli, dice Lincoln.

Come aiutare : Lincoln consiglia di rassicurare il tuo cucciolo tenendolo vicino a te, anche durante le ore di punta della giornata. Suggerisce di posizionare strategicamente le casse in tutta la casa in aree ad alto traffico come la camera familiare, la camera da letto o la cucina. Ad esempio, se devi concentrarti sulla preparazione della cena in cucina, il tuo cucciolo può passare il tempo accanto a te nella sua cassa. Nella maggior parte dei casi ha solo bisogno di sentire la tua presenza ed essere parte dell’azione.

“Se hai bisogno di essere più mobile, puoi anche legare il tuo cucciolo alla vita con un guinzaglio e fissarlo a un’imbracatura in modo da sapere sempre dove si trova”, dice Lincoln.

Coates concorda sul fatto che tenere il cucciolo nelle vicinanze è utile. “Ciò consentirà al tuo cucciolo di beneficiare della tua presenza fisica, ma ridurrà il rischio di incidenti o altri problemi quando la maggior parte della tua attenzione deve essere altrove”, aggiunge.

Paura

Mentre il tuo cucciolo esplora il suo nuovo mondo, il suo comportamento può variare dall’essere giocoso e audace all’essere introverso e pauroso. Può piagnucolare e rannicchiarsi in un angolo o sotto i mobili invece di salutare i visitatori che non gli sembrano familiari. Potrebbe scappare da te quando introduci un oggetto come un ombrello, uno zaino o un cappello.

Lincolns si riferisce a queste manifestazioni comportamentali periodiche come “periodi di paura”. In questi periodi i cuccioli possono improvvisamente avere paura di cose nuove o di cose che prima non li spaventavano.

Ciò accade tipicamente tra 8-12 settimane, a 4-9 mesi e di nuovo a 1 ½-2 anni, dice Lincoln. “Non siamo sicuri del perché, ma potrebbe essere perché il cervello di un cucciolo ha uno scatto di crescita”, aggiunge. “Oppure, potrebbe essere un istinto di sopravvivenza, quando i cuccioli iniziano a separarsi dalla loro madre, imparano a essere più cauti.”

Come aiutare : questo può essere un comportamento normale per un cucciolo, ma i genitori di animali domestici dovrebbero prestare molta attenzione al linguaggio del corpo del loro cucciolo. Se evita il contatto visivo o se le sue orecchie sono tornate o la sua coda è abbassata, ti sta dicendo che ha paura, dice Lincoln.

Il dottor Coates consiglia che se un cucciolo mostra segni di paura, deve essere rimosso immediatamente da quella situazione. “Le paure possono radicarsi quando un cucciolo è esposto a una situazione di paura più e più volte.”

Per promuovere la fiducia, Coates consiglia di esporre il tuo cucciolo in un secondo momento con una “versione meno intensa dell’esperienza”. Ad esempio, se un cucciolo abbaia e indietreggia quando viene avvicinato da uno sconosciuto, ripeti lo scenario il giorno successivo mantenendo una distanza maggiore dallo sconosciuto e permettendo al cucciolo di avvicinarsi alla persona piuttosto che viceversa, dice Coates. Se il comportamento pauroso persiste o peggiora, parla con il tuo veterinario.

Fame

Se le grida del tuo cucciolo si verificano principalmente nel tempo che precede i pasti, potrebbe essere un segno di fame.

Lincoln dice che è comune per i cuccioli sperimentare un aumento o una diminuzione dell’appetito come parte dei normali cambiamenti biologici. “La fase di crescita di un cucciolo non è sempre lineare”, dice. “Quindi non puoi sempre seguire le indicazioni sulla confezione del cibo perché ogni cucciolo è diverso.”

Come aiutare : se sospetti che il tuo cucciolo non stia mangiando abbastanza, consulta il tuo veterinario per aggiustare la sua dieta, dice Lincoln. Coates concorda e aggiunge: “piuttosto che concentrarsi sulla quantità nella ciotola, a volte è meglio prestare maggiore attenzione alle condizioni del corpo del tuo cucciolo. Se sembrano un po ‘magri, aumenta la quantità di cibo che offri. Se stanno diventando paffuti, riduci un po ‘. “

La noia

Il tuo cucciolo potrebbe abbaiare e piangere eccessivamente perché è annoiato e ha molta energia repressa. “I cuccioli hanno bisogno di esercizio fisico oltre che mentale”, dice Lincoln. Tutti i cuccioli devono spendere energie e ricevere stimoli mentali in diversi momenti della giornata.

Come aiutare : Lincoln dice che l’esercizio e il tempo libero sono una parte importante della giornata del tuo cucciolo. Ma oltre a assicurarti che il tuo cucciolo faccia regolarmente esercizio e giochi con te, puoi provare ad aggiungere alcuni puzzle alimentari per quelle volte in cui devi essere via. Oppure prova un gioco a nascondino, dove il tuo cucciolo cerca in casa per trovare il suo cibo. “Non c’è niente che dica che devi nutrire il tuo cucciolo da una ciotola”, dice Lincoln.

A Lincoln piace anche riempire una teglia per muffin con crocchette, quindi riempire ogni tazza con una pallina da tennis. Il tuo cucciolo non può concedersi il trattamento finché non tira fuori la palla. “È una sfida perché la palla si adatta perfettamente. È anche un ottimo modo per sviluppare un buon rapporto con il tuo cucciolo mentre lo intrattieni. “

Vogliono affetto

Anche i cuccioli hanno bisogno di connessione e affetto. Il tuo cane può aspettare tutto il giorno per interagire con i membri della famiglia che se ne sono andati.

“Piangeranno se non riescono a raggiungere qualcuno con cui vogliono stare come quando vedono un bambino tornare a casa da scuola. Vogliono così tanto salutarli e trascorrere del tempo con loro “, dice Lincoln.

Come aiutare : Lincoln dice che è importante che tu riconosca il tuo cucciolo quando varchi la porta ed essere presente e prestare attenzione quando trascorri del tempo con il tuo cucciolo. “È importante dedicare anche solo un minuto a salutare il tuo cucciolo quando varchi la porta, questo può essere sufficiente per calmarlo”, spiega.

Ma il dottor Coates avverte che dovresti decidere quando il tuo cucciolo attira la tua attenzione, non il contrario. “I cuccioli che piangono e richiedono attenzione quando i loro bisogni sono stati soddisfatti dovrebbero essere ignorati”, dice. “Una volta che sono in silenzio, puoi dare loro tutta l’attenzione che desideri. Premia il buon comportamento, non il cattivo comportamento, con la tua attenzione. “

Non urlare a un cucciolo che piange
Più il tuo cucciolo piange, più potresti essere tentato di urlargli contro. “Niente di tutto ciò aiuterà. In effetti, peggiora solo le cose. Potrebbe fermarsi se lo punisci, ma questo lo confonde e alla fine danneggia la tua relazione “, dice Lincoln.

Coates osserva che alcuni cuccioli sembrano preferire l’attenzione negativa alla mancanza di attenzione. “Urlando a un cucciolo che piange potresti effettivamente rafforzare il comportamento che speri di fermare”, dice.

Non c’è niente di sbagliato nel prendersi una “pausa” quando ti senti frustrato, aggiunge Coates. Assicurati che il tuo cucciolo sia in una gabbia o in un altro luogo sicuro, quindi fai una passeggiata fuori per calmarti finché non sarai in grado di affrontare la situazione in modo più efficace.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...