Animali

Cura del pelo per animali domestici tutto l’anno: cosa dovresti sapere

Il pelo di un animale domestico è una delle sue caratteristiche più distintive. Sono disponibili in così tante forme: le lussuose trecce rosse su un setter irlandese, le strisce lucenti su un Bengala, il mohawk di un crestato cinese o il pouf di un Pomerania. Il pelo di un animale domestico è un coronamento quando è sano e una delle prime cose che le persone notano quando la sua salute inizia a vacillare a causa della negligenza o di una condizione medica di base. Quindi quali sono le chiavi per un pelo sano e bello e cosa dovresti fare se il tuo cane o gatto inizia a sembrare un po’ rognoso?

Lo scoop sullo spargimento
La crescita dei capelli avviene in tre fasi: l’anagen, o fase di crescita; il catagen, o stadio di transizione; e la fase telogen, o fase di riposo. Nelle persone e in alcuni cani come i barboncini, i peli trascorrono gran parte del loro tempo nella fase anagen, rendendo necessari tagli regolari man mano che i peli continuano a crescere. Nella maggior parte delle razze di cani, il pelo trascorre la maggior parte del tempo nella fase di riposo. Il periodo di tempo in cui un capello cresce prima di fermarsi è altamente dipendente dalla razza; questo è il motivo per cui non vedi un Jack Russell con un cappotto lungo fino al pavimento come un Lhasa Apso, non importa quanto tempo lo lasci crescere.

Alla fine della fase di riposo, i capelli cadono dal follicolo e al suo posto può crescere uno nuovo, che noi chiamiamo spargimento. Il grado in cui noti lo spargimento di un animale domestico dipende dalla densità e dalla lunghezza del mantello; mentre siamesi che persiani perdono entrambi la stessa quantità, i lunghi peli su un persiano possono renderlo molto più evidente.

Sebbene gli animali perdano la pelliccia tutto l’anno, potresti notare un aumento dello spargimento in autunno quando arriva il cappotto invernale più denso e in primavera quando il cappotto estivo più leggero prende il sopravvento. Questo è più pronunciato negli animali domestici con un doppio pelo come Akita, Huskies, Chow Chow e Australian Shepherds. Anche i gatti soffici, come il Maine Coon e il gatto delle foreste norvegesi, sperimentano una stagione di muta distinta, di solito la primavera.

Come mantenere il pelo sano
Sia nei cani che nei gatti, spazzolare è la cosa numero uno che puoi fare per mantenere il pelo del tuo animale domestico lucido e sano. Oltre a rimuovere i peli che stanno per cadere, la spazzolatura stimola la pelle, distribuisce gli oli e aiuta a spazzolare via lo strato superiore della pelle che, come i peli, si perde regolarmente. Durante le stagioni della muta primaverile e autunnale dovrai aumentare il numero di volte a settimana che il tuo animale domestico viene spazzolato.

Anche il bagno è uno strumento eccellente per la salute del pelo e della pelle, sebbene il tipo di shampoo e la frequenza della toelettatura siano altamente personalizzati. Un gatto sano che si toeletta frequentemente potrebbe non aver mai bisogno di un bagno (con grande sollievo sia del gatto che del proprietario). Mentre lo shampoo rimuove lo sporco e l’olio accumulato, può anche seccare se fatto troppo frequentemente. Una volta al mese è sufficiente per la maggior parte degli animali domestici. Assicurati di scegliere uno shampoo specifico per cani e gatti; lo shampoo delle persone è spesso troppo duro per la pelle più sensibile di un animale domestico. Gli animali con condizioni mediche specifiche come la seborrea spesso beneficiano di shampoo medicati; è fondamentale seguire attentamente le istruzioni per ottenere il risultato desiderato.

Mettiti di fronte alla sezione toelettatura in qualsiasi negozio di animali e apprezzerai rapidamente la varietà di strumenti e gadget a tua disposizione per scopi di toelettatura. Alcuni pennelli con lame metalliche piatte sono progettati per sminuzzare sottopeli spessi, mentre altri con setole più morbide non hanno la forza per districare ma sono migliori per la pelle sensibile. Cani e gatti che perdono pelo richiedono spazzolatura e toelettatura più frequenti per mantenere la salute del pelo. Il tuo toelettatore, veterinario o anche club e siti web di razza possono essere risorse inestimabili per aiutarti a capire i migliori strumenti e frequenze di toelettatura per il tuo animale domestico.

La toelettatura regolare ti dà anche la possibilità di valutare regolarmente la pelle del tuo animale domestico. Puoi controllare la presenza di parassiti esterni come pulci e zecche, sentire le masse e catturare i punti caldi in anticipo. La pelle che sembra molto grassa o ispessita, traballante, grassa, arrossata o molto maleodorante merita una visita dal veterinario. In molti gatti, un pelo trasandato è uno dei primi segni di malattia poiché la toelettatura è uno dei primi comportamenti che smettono di eseguire quando sono nauseati, stanchi o doloranti.

La dieta è importante?
Assolutamente! Probabilmente hai visto consigli per una varietà di integratori, pillole, oli o rimedi casalinghi che promettono di migliorare il pelo di un animale domestico e, a ragione, possono fare una grande differenza. Quindi quali funzionano meglio?

Quando ero bambino, mia madre versava un cucchiaio di olio di colza sul cibo del nostro cane. Ci ha fatto sentire come se stessimo facendo qualcosa, e sicuramente ha reso lucido il pelo del nostro cane, ma non ha fatto molto per renderlo effettivamente più sano. In questi giorni, l’olio di colza è stato sostituito da scelte più alla moda come l’olio d’oliva e l’olio di cocco, ma se vuoi veramente investire in integratori per pelle e pelo più sani, devi considerare un integratore di acidi grassi essenziali (EFA) di qualità specificamente formulato per un la pelle e il pelo dell’animale domestico.

Gli acidi grassi essenziali sono quelli che un animale domestico non è in grado di sintetizzare da solo e quindi devono essere inclusi nella dieta. Gli EFA svolgono un ruolo vitale come elementi costitutivi nelle cellule, nella risposta infiammatoria e nel mantenimento dell’integrità della pelle come barriera verso il mondo esterno. Si dividono in due categorie generali a seconda della loro composizione molecolare: omega-3 e omega-6. Gli EFA si trovano naturalmente da una serie di fonti come l’olio di semi di lino e il pesce.

Quello che abbiamo imparato nel tempo è che non sono solo gli EFA presenti in un integratore, ma in quali rapporti, che determinano davvero quanto bene migliorano la salute di un animale domestico. Il rapporto ideale tra acidi grassi omega-6 e omega-3 dovrebbe essere compreso tra 10:1 e 4:1. Sebbene molti alimenti per animali domestici aggiungano EFA al prodotto finale, la maggior parte delle persone preferisce aggiungere la propria integrazione poiché si ha un controllo migliore sia sulla fonte che sul dosaggio degli EFA. Il tuo veterinario dovrebbe essere in grado di aiutarti a trovare un integratore di qualità da un produttore rispettabile.

Il tempo e le spese per mantenere il pelo di un animale domestico sono solo una delle responsabilità che ci assumiamo con un animale domestico, ma le ricompense di un animale domestico lucido e tangibile ne valgono la pena.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...