Animali

Ecco perché dovresti usare il nome del tuo cane per una migliore formazione

Scegliere il nome del tuo cane è probabilmente una delle prime cose che faresti come proprietario di un animale domestico. Nel tempo, è facile assegnare altri soprannomi, aggiungendo “boo” o “patootie” o altri titoli carini. Dopotutto, è difficile non dare al tuo bambino un soprannome carino, giusto?

Tuttavia, nuove ricerche suggeriscono che potrebbe essere necessario utilizzare frequentemente il nome scelto durante l’addestramento del cane. I cuccioli possono distinguere i loro nomi in un ambiente abbastanza rumoroso.

Inoltre, rispondono anche quando vengono chiamati da uno sconosciuto, il che lo rende l’addestramento perfetto per i cani di servizio e terapeutici che devono rispondere quando chiamati da qualcuno diverso dal loro addestratore.

Ecco perché dovresti usare il vero nome del tuo cane nelle sessioni di allenamento e lasciare i simpatici soprannomi per le sessioni di coccole.

Quando chiami, il tuo cane risponde

Ricercatori e scienziati dell’Università del Maryland hanno scoperto che i cani possono filtrare i loro nomi da una folla rumorosa. Possono farlo sia quando il nome è pronunciato più forte o allo stesso livello del rumore di fondo.

Ciò riflette la stessa esperienza che le persone hanno con attenzione selettiva, più conosciuta come “effetto cocktail party”. Questo fenomeno psicologico riguarda l’attenzione del cervello su una particolare fonte uditiva mentre filtra il resto.

I ricercatori hanno registrato questo interessante effetto in un esperimento di laboratorio, in cui i cani hanno ascoltato due oratori che dicevano il loro nome o un nome con sillabe simili. Gli scienziati hanno accoppiato le vocalizzazioni con il rumore di fondo, espresso in tre livelli di volume crescente.

I risultati hanno mostrato che i cani hanno filtrato attraverso il rumore per ascoltare. Hanno anche rivolto la loro attenzione all’oratore che ha detto il proprio nome. Ciò è accaduto quando il rumore era più debole o allo stesso livello della chiamata del nome.

Come l’attenzione aiuta il servizio di addestramento del cane

La maggior parte dei formatori usa costantemente il nome di un cane di servizio durante l’addestramento. Questo potrebbe essere il motivo per cui rispondono di più e meglio dei cani non di servizio addestrati dai loro genitori umani. “Spesso finiamo per usare così tanto i soprannomi”, ha affermato Rochelle Newman, coautrice della ricerca.

I cani terapeutici ne traggono beneficio perché incontrano nuovi volti e voci. Come dimostrato dallo studio, i cani rispondono agli estranei che chiamano i loro nomi, indipendentemente dalla proprietà.

Ecco perché è importante attirare l’attenzione dei cani: è uno dei principi fondamentali dell’addestramento di rinforzo positivo.

Durante l’allenamento, dovresti sapere come individuare un cane attento. Ti seguiranno da vicino e cercheranno di attirare la tua attenzione. Possono anche farlo in modo più discreto; l’obiettivo è assicurarsi che il tuo cane sia consapevole dei tuoi movimenti.

La prossima volta che stai cercando di addestrare il tuo cane, tieni a mente due cose . Innanzitutto, sii coerente con come li chiami per abituarli. In secondo luogo, attira la loro attenzione, non attraverso la paura o l’obbligo, ma con amore e consapevolezza positivi. Questi suggerimenti potrebbero aiutarti ad addestrare meglio il tuo cane, che si tratti di cani guida o animali domestici amorevoli.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...