Animali

I cani possono mangiare cibo per gatti?

C’è qualcosa nel cibo per gatti che lo rende praticamente irresistibile per un cane. La maggior parte dei cani, indipendentemente dalla razza, dall’età e da quanto sono ben educati, annuserà e farà uno spuntino con cibo per gatti se disponibile.

Ma mangiare cibo per gatti fa male a un cane? Ecco cosa devi sapere sulla nutrizione del cane e se è sicuro per i cani mangiare cibo per gatti.

Qual è la differenza tra cibo per cani e cibo per gatti?
I cani sono onnivori e quindi possono consumare una dieta più varia che include ingredienti di origine vegetale e animale.

D’altra parte, i gatti sono veri carnivori, il che significa che mangiano esclusivamente proteine ​​animali e hanno un fabbisogno di proteine ​​e grassi maggiore rispetto ai cani.

Inoltre, i gatti richiedono 11 aminoacidi essenziali per essere forniti dalla loro dieta, mentre i cani richiedono 10 aminoacidi. L’amminoacido aggiuntivo richiesto dai gatti è la taurina .

Per soddisfare queste maggiori esigenze nutrizionali, gli alimenti commerciali per gatti devono fornire maggiori concentrazioni di proteine, grassi e taurina rispetto agli alimenti commerciali per cani. Ciò implica che tutto il cibo per cani commerciale è nutrizionalmente carente per i gatti .

Per i cani, tuttavia, il maggior contenuto di proteine ​​e grassi del cibo per gatti lo rende più gustoso, fragrante e quindi allettante, e gli consente di soddisfare o addirittura superare i requisiti nutrizionali del cane.

È sicuro per un cane mangiare cibo per gatti?
Un cane che mangia il cibo del proprio amico felino – come regalo occasionale o anche al posto del proprio cibo – non è necessariamente “cattivo” per il cane adulto medio.

Quando il cibo per gatti è sicuro per i cani
In effetti, per alcuni cani, come quelli che combattono il cancro e soffrono di perdita di peso, deperimento muscolare e scarso appetito, il cibo per gatti può essere un’alternativa ideale a molti alimenti per cani.

Il cibo per gatti tende ad essere più appetibile, fornisce più calorie per porzione e offre un’opzione più bilanciata in termini di nutrienti rispetto a molte diete preparate in casa in questi casi.

Allo stesso modo, le crocchette di gatto possono produrre prelibatezze o ricompense per l’allenamento più salutari e ben bilanciate rispetto ad alcuni alimenti comunemente usati, come formaggio, pollo o burro di arachidi, che forniscono una quantità concentrata principalmente di un nutriente.

Quando il cibo per gatti è dannoso per i cani
Per altri cani, il consumo di cibo per gatti, anche come trattamento occasionale, potrebbe diventare problematico se ci sono ragioni sottostanti per cui l’eccesso di proteine ​​o grassi non è l’ideale.

Esempi:

Un cane con un tratto gastrointestinale sensibile può vomitare o avere diarrea dopo aver mangiato cibo per gatti perché il cibo è semplicemente troppo ricco.

Un cane con malattie renali o epatiche ha bisogno di consumare quantità moderate di proteine, non in eccesso, per promuovere il funzionamento ottimale di quegli organi.

Un cane obeso, o uno con una predisposizione per lo sviluppo di pancreatite (p. Es., Molti Schnauzer ), deve consumare una dieta a basso contenuto di grassi per promuovere la perdita di peso o limitare l’infiammazione del pancreas.

Per tutti questi cani, nutrire qualsiasi quantità di cibo per gatti commerciale, sia che sia raro o su base a lungo termine, potrebbe esacerbare i problemi di salute.

Chiedi al tuo veterinario i bisogni nutrizionali del tuo cane
Quindi quanto sia “buono” o “cattivo” il cibo per gatti per la salute del tuo cane dipende davvero dal tuo cane.

Per la maggior parte dei cani adulti sani, questo significa che non devi più preoccuparti che il tuo cane prenda parte al trattamento occasionale del gattino.

Tuttavia, in caso di domande, assicurati di contattare il tuo veterinario o un nutrizionista veterinario per sapere se il cibo per gatti commerciale, in qualsiasi quantità, può essere adatto al tuo cane

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...