Animali

I posti migliori per accarezzare il tuo cane

I cani non sono molto diversi da noi: a volte hanno voglia di essere toccati e altre volte no. E proprio come alcuni umani preferiscono un graffio alla schiena a un massaggio alla testa, alcuni cani preferiscono un graffio sul mento a una pacca sulla schiena. Rispettare l’individualità del cane e leggere il suo linguaggio del corpo sono le chiavi per accarezzare un cane in un modo che gli piacerà.

“’Il mio cane vuole questo?’ Non credo che lo chiediamo abbastanza spesso”, afferma Jonathan P. Klein, un addestratore di cani certificato e consulente comportamentale con sede a Los Angeles. “La chiave è sviluppare una relazione con il cane in cui il cane si fida di te… non puoi cambiare le prime impressioni”.

Quindi, prima di dare una carezza a un cane, prendi in considerazione questi suggerimenti.

I posti migliori per accarezzare un cane
Non c’è nessuna area del corpo che sia intrinsecamente vietata al petting, dice Klein, cani diversi hanno preferenze diverse. Tuttavia, se un cane altrimenti docile si scaglia quando tocchi una certa area, potrebbe essere ferito in quel punto o soffrire di una malattia o potrebbe aver avuto una brutta esperienza con il tocco in quel punto in passato. Verificare con il veterinario se ci sono segni di dolore. Se è qualcosa che si presenta all’improvviso, è più probabile che sia una causa medica, ha detto Klein.

Dovrai prestare molta attenzione ai segnali del cane, ha affermato la dottoressa Meghan E. Herron, capo della clinica di medicina comportamentale presso l’Ohio State University Veterinary Medical Center .

“A volte è difficile dire se il cane reagisce per il dolore o per la paura”, ha detto. “Ma se il cane ha mostrato un linguaggio del corpo sinuoso e improvvisamente guaisce, ringhia o scatta quando viene toccata una certa area, potrebbe indicare dolore”.

La causa della sensibilità al petting potrebbe essere dovuta a una serie di disturbi tra cui infezioni alle orecchie o dolore al collo, alla schiena o all’anca. Alcuni cani potrebbero essere a disagio con le persone che toccano i loro piedi a causa del precedente disagio con le unghie, ha detto Herron.

Come accarezzare un cane
Se ti stai avvicinando a un cane che non conosci, evita i movimenti delle mani che potrebbero sembrare minacciosi. Comunemente, le persone raggiungono la parte superiore della testa di un cane, tuttavia, questo può sembrare minaccioso per il cane perché la tua mano sta raggiungendo gli occhi del cane. Accarezzare un cane sul mento o sul petto non è così minaccioso, ha detto Klein.

Inoltre, come misura di sicurezza con un cane strano, se metti le dita dietro la sua mascella, il cane non può girarsi e mordere facilmente. Dovresti anche avvicinarti al cane con il dorso della mano e farlo annusare, ha detto Klein. “Non puoi afferrare [un cane] con il dorso della mano, e i cani lo sanno”, ha detto. “Il trucco è non minacciare il cane”.

Herron concorda sul fatto che i cani fanno meglio con un approccio più indiretto al petting. Raccomanda di chiedere all’umano del cane il permesso di accarezzare, quindi girarsi di lato e accucciarsi piegandosi sulle ginocchia, invece di piegarsi in vita. Lascia che il cane si avvicini a te, quindi metti la mano, con il palmo rivolto verso l’alto, sulla coscia. Se il cane si sporge in avanti, grattalo sotto il mento, il petto e i lati del collo. Se il cane si sporge in avanti, anche accarezzargli la schiena e i lati dovrebbe andare bene, ha detto Herron. E se un cane si gira e ti mostra la pancia? Non farti ingannare. Non sta chiedendo un massaggio alla pancia, almeno non se è un cane che non conosci bene.

“Spesso, i cani si ribaltano quando gli estranei si avvicinano come segno che si sentono un po’ intimiditi e hanno bisogno di spazio”, ha detto Herron.

Suggerimenti per accarezzare un cane
Dopo aver accarezzato brevemente un nuovo cane, fai un passo indietro e lascia che sia lui a decidere se vuole di più.

“Se ci fermiamo dopo, diciamo, cinque secondi, il cane può fare una scelta e possiamo vedere qual è quella scelta”, ha detto Klein. “L’importante è guardare le reazioni del cane. Lascia che siano loro a fare la scelta e lascia che ti dicano come si sentono riguardo a quello che stai facendo”.

Guarda come reagisce il cane ai tuoi gesti di coccole dalla testa ai piedi. Mentre una coda scodinzolante può significare che un cane è pronto a interagire, potrebbe non significare che voglia interagire in modo amichevole, ha detto Herron. “Vuoi vedere un linguaggio del corpo sciolto e rilassato dalla coda alla testa”, ha detto.

I segni che un cane è a disagio con le carezze includono girarsi o allontanarsi dalla tua mano, leccarsi le labbra, sbadigliare, tremare, irrigidirsi improvvisamente, abbassare la testa e mostrare il bianco degli occhi. Indietreggia se un cane mostra uno di questi segni, e sicuramente se il cane ringhia o mostra i denti, ha detto Herron.

“Se il cane si blocca o ti fissa, o ha la fronte corrugata o gli occhi spalancati, con le orecchie avanti o indietro, questi sono tutti segni che il cane ha un problema con il tuo approccio”, ha detto Klein.

Klein consiglia di adattare il tuo stile di coccole all’emozione di una situazione. Se accarezzi con calma un cane, lo calmerai, mentre se vuoi eccitarlo (per incoraggiarlo a giocare o recuperare qualcosa) dagli delle carezze energiche e giocose.

La stessa tecnica attenta per avvicinare un cane strano si applica ai bambini. Di’ ai giovani di accucciarsi, di offrire loro la mano sulla coscia e lasciare che il cane prenda il comando, disse Herron.

“Animali nella stessa direzione in cui crescono i capelli”, dice. “Mai abbracciare, baciare, accarezzare la testa o mettere la faccia in faccia a un cane che non conosci molto bene.”

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...