Animali

Il mio animale domestico non mangia

Se un animale domestico mangia o meno è un indicatore essenziale di come si sente. Ci sono innumerevoli ragioni mediche e comportamentali che possono influenzare l’appetito di un animale domestico. È importante non solo sapere se mangia, ma anche quanto velocemente o se sembra interessato a mangiare, ma poi si allontana dopo aver annusato il cibo. Questi sono tutti indizi che i veterinari possono utilizzare per determinare la causa alla base del perché l’appetito del tuo animale domestico è diminuito.

Il motivo più comune per cui un cane o un gatto non mangia è il disturbo gastrointestinale. Vomito, diarrea, letargia, disidratazione o febbre accompagneranno spesso il segno clinico di diminuzione dell’appetito. Oltre a utilizzare questi sintomi come guida, i veterinari tengono conto anche dell’età, dei farmaci e delle condizioni mediche conosciute per aiutarli a guidarli verso ciò che sta causando l’anoressia.

Se un cane o un gatto giovane e sano entra in ospedale con una storia di rifiuto del cibo, letargia e vomito abbondante, le cause più probabili sono l’ingestione di corpi estranei, tossicità, un’infezione virale come il parvo o un’infezione batterica come la leptospirosi. Se quello stesso giovane animale ha una diminuzione dell’appetito, diarrea e febbre, vogliamo assicurarci che i parassiti intestinali o la crescita eccessiva di batteri nell’intestino non siano da biasimare.

Oltre alle condizioni di cui sopra, cani e gatti anziani sviluppano altre malattie come squilibri ormonali, insufficienza d’organo o cancro che dobbiamo considerare. Condizioni come diabete, malattie del fegato o insufficienza renale possono far sentire un animale estremamente nauseabondo, il che si traduce nel rifiuto del cibo, spesso dopo aver annusato il cibo e sembrare interessato a mangiare. La buona notizia qui è che molti di questi problemi possono essere identificati durante le analisi del sangue di routine, il che consente una diagnosi rapida e un piano di trattamento.

Il cancro può colpire qualsiasi cellula del corpo e si presenta in numerosi modi, molti dei quali sono visti come diminuzione dell’appetito. I gatti sviluppano molto comunemente il linfoma nello stomaco e nell’intestino. Con questi pazienti, oltre all’anoressia puoi vedere qualsiasi combinazione di perdita di peso, vomito o diarrea. Il cancro non deve necessariamente essere limitato al tratto gastrointestinale per far sentire male un animale domestico, il che si traduce in una diminuzione dell’appetito.

Lo stress è un altro colpevole che si traduce in una diminuzione dell’appetito. L’ansia può derivare da una situazione temporanea come un canile stare lontano da casa o può essere più permanente come nel caso di molti cani paurosi e ansiosi. Queste povere creature si agitano così tanto nella vita di tutti i giorni, come un proprietario che va al lavoro, che spesso non mangiano a causa di ciò. I gatti spesso protestano contro un cambiamento nella dieta rifiutandosi di mangiare qualsiasi cosa. È importante che ogni volta che transiti un gattino verso una nuova dieta tu gli dia tutto il tempo per adattarsi all’idea offrendo sia il cibo vecchio che quello nuovo per diversi giorni. Ciò consente loro di sentire di avere voce in capitolo nel cambiamento della dieta piuttosto che un proprietario che dice loro cosa devono mangiare.

Ci sono innumerevoli cause per cui un cane o un gatto svilupperà un appetito ridotto. Spesso è qualcosa di semplice che può essere risolto con alcuni giorni di una dieta blanda e forse, se consigliato dal veterinario, un farmaco da banco per aiutare a calmare lo stomaco. È importante monitorare attentamente il tuo animale domestico e se la diminuzione dell’appetito non migliora o si verificano ulteriori segni clinici come letargia, vomito, diarrea o febbre, contatta il tuo veterinario. Poiché i nostri animali domestici non possono parlarci, è fondamentale che ascoltiamo attentamente gli altri modi in cui comunicano. Non voler mangiare di solito è un chiaro segno che il tuo animale domestico non si sente al meglio e potrebbe aver bisogno di cure mediche.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...