Animali

Il sistema digerente del tuo cane: tutto quello che devi sapere

Un apparato digerente sano è essenziale per il benessere del tuo cane. Il sistema digestivo svolge molte funzioni importanti: prende cibo, assorbe i nutrienti, mantiene l’equilibrio di liquidi ed elettroliti e si sbarazza dei rifiuti, afferma la dott.ssa Carolyn Jochman , veterinaria con WVRC Emergency & Specialty Pet Care a Waukesha, Wisconsin.

Copre anche molta area. “Il tratto digestivo comprende la cavità orale (ghiandole salivari, lingua, denti), esofago, stomaco, intestino tenue e crasso, fegato, pancreas, retto e ano”, dice.

L’apparato digerente canino non è l’argomento più affascinante, ma capire come funziona ti mette in una posizione migliore per determinare se il tuo cane è malato e ha bisogno di essere visto da un veterinario. Può anche guidarti nel prendere decisioni che miglioreranno la sua salute.

Ecco 7 fatti interessanti sul tratto gastrointenstinale e sulla salute del tuo cane.

1. Anche i cani hanno il bruciore di stomaco
I cani possono avere indigestione e bruciore di stomaco proprio come gli umani.

A digiuno, gli acidi dello stomaco sono molto simili nelle persone e nei cani, afferma il dottor David Brummer , veterinario dell’Orchard Park Veterinary Medical Center a Orchard Park, New York. Dopo aver mangiato, tuttavia, i cani producono più acido di noi, dice.

Le nostre somiglianze significano che “i cani e le persone beneficiano degli stessi antiacidi “. Ma prima di dare al tuo cane un antiacido da banco, parla con il tuo veterinario. Dovrai essere sicuro di non rischiare potenziali interazioni farmacologiche o effetti collaterali.

I veterinari possono anche fornirti importanti indicazioni sull’uso degli antiacidi per assicurarti di non mettere a rischio la salute del tuo animale domestico.

Ma più acido gastrico non si traduce nel lasciare che il tuo cane mangi cibi potenzialmente contaminati. “I cani non sono meno sensibili all’intossicazione alimentare (contaminazione batterica) delle persone”, afferma. Ad esempio, “La pratica di somministrare carne cruda ai cani comporta un rischio dimostrato di intossicazione alimentare”.

2. Il cibo si muove attraverso il tratto gastrointestinale di un cane tre volte più velocemente
“I cani hanno un intestino tenue che occupa circa il 25% del volume gastrointestinale totale, che è coerente con altri onnivori, comprese le persone”, dice il dottor Jochman. “L’intestino tenue di un gatto, un vero carnivoro, occupa solo il 15%.”

In media, il cibo si muove attraverso lo stomaco canino un po ‘più lentamente del nostro, ma il movimento del cibo attraverso l’intestino è un po’ più veloce, dice il dottor Brummer, che è certificato in medicina interna.

Il tempo di transito gastrointestinale è da sei a otto ore per i cani, mentre nelle persone è compreso tra 20 e 30 ore, aggiunge il dottor Jochman.

3. I cani non possono masticare da un lato all’altro
Probabilmente hai notato che il tuo cane non può masticare da un lato all’altro. “La mascella del cane consente solo il movimento su e giù durante la masticazione”, spiega il dottor Jochman. “Le persone hanno un movimento laterale che consente una maggiore macinatura del cibo”.

La differenza probabilmente ha a che fare con le nostre diete storiche. Gli antenati dei cani simili a lupi mangiavano principalmente carne che poteva essere facilmente strappata e ingerita, ma le persone facevano affidamento anche sulla raccolta o sull’agricoltura di materiale vegetale che richiedeva più masticazione.

4. La maggior parte dei cani può digerire e assorbire i carboidrati
Ma i cani moderni sono considerati onnivori, proprio come noi. In origine mangiavano una dieta carnivora in natura, “ma da quando sono stati addomesticati, sono stati apportati adattamenti che consentono loro di digerire e utilizzare nutrienti di origine vegetale”, spiega il dott.

I veri carnivori, come i gatti , hanno un fabbisogno nutrizionale più elevato di taurina, acido arachidonico e alcune vitamine, che sono disponibili in fonti di grassi e proteine ​​animali.

“Gli onnivori non hanno un fabbisogno maggiore di questi e creano il loro acido arachidonico da oli vegetali”, dice.

“La maggior parte dei cani normali non ha difficoltà a digerire e assorbire i carboidrati”, aggiunge il dott. Brummer. Quindi, “non c’è alcun vantaggio nel somministrare diete senza cereali a cani normali”.

5. Il colesterolo non influisce sulla salute del cane
Il tuo medico potrebbe consigliarti di abbassare il livello di colesterolo, ma non sentirai le stesse preoccupazioni riecheggiare nell’ambulatorio del veterinario. “Il colesterolo non ha lo stesso effetto sul loro cuore e i loro sistemi digestivi sono progettati per accogliere il grasso animale”, dice il dottor Jochman.

Anche i cani non hanno gli stessi problemi con il cancro al colon, afferma il dott.Joseph Wakshlag , nutrizionista veterinario certificato presso la Cornell University College of Veterinary Medicine di Ithaca, New York. “Quindi l’idea che mangiare cibi ad alto contenuto di fibre solubili o a basso contenuto di grassi saturi o trans fornirà qualche beneficio per la salute è davvero sconosciuta a questo punto.”

I veterinari dicono che una delle chiavi della salute è mantenere il tuo cane a un peso sano . ” L’obesità è correlata all’esacerbazione di molti problemi di salute nei cani ed è la nostra battaglia numero uno”, afferma il dottor Wakshlag. “Se c’è una cosa che possiamo fare, è parlare con i nostri veterinari di come frenare l’obesità”.

6. La diarrea e il vomito possono essere problemi più grandi di quanto pensassi
Le malattie gastrointestinali rappresentano circa il 10% delle visite veterinarie, afferma il dottor Jan Suchodolski , professore associato e direttore associato per le scienze del microbioma del Laboratorio gastrointestinale della Texas A&M University, a College Station, in Texas.

“La diarrea è uno dei segni clinici più frequenti”, dice. ” Le feci anormali possono anche essere un primo sintomo di un processo patologico più sistemico, come i reni, il fegato e alcuni disturbi endocrini”.

Anche il vomito è un sintomo comune. Un attacco acuto può risolversi da solo in uno o due giorni: i veterinari raccomandano spesso un breve periodo di 12 ore di digiuno per “riposare” il tratto gastrointestinale, seguito da una dieta blanda , dice il dott. “Ma quando i segni clinici continuano o sono particolarmente gravi, i test sono spesso consigliati per tentare di scoprire cosa potrebbe causare il disagio”, dice.

Anche gli squilibri con altri organi, come i reni, possono causare segni gastrointestinali. “Quindi è importante consultare il veterinario per determinare il miglior trattamento per il tuo cane”, aggiunge il dottor Jochman.

7. La cacca del tuo cane dice molto sulla sua salute
Puoi imparare molto sulla salute del tuo cane studiando la sua cacca (un compito spiacevole, ma necessario).

“Ci sono una varietà di cause di feci anormali”, dice il dottor Suchodolski, che è certificato dal consiglio di amministrazione in immunologia. “La maggior parte degli episodi di diarrea ad esordio acuto sono tipicamente auto-limitanti entro pochi giorni, poiché le indiscrezioni alimentari sono una causa frequente”.

Parassiti , batteri e virus possono anche causare diarrea, dice. “A seconda della causa sottostante, l’animale può o non può aver bisogno di un trattamento appropriato per l’agente infettivo. Se la diarrea persiste per diversi giorni e / o c’è sangue nelle feci, l’animale deve essere esaminato da un veterinario che può determinare il corso di trattamento più appropriato “.

D’altra parte, se il tuo cane non fa la cacca e si sforza di defecare, potrebbe essere stitico , che se prolungato, può causare seri problemi di salute, dice il dottor Suchodolski.

Un aspetto importante è contattare il veterinario se noti qualcosa di sospetto. “Anche brevi episodi di diarrea o costipazione che si verificano periodicamente, specialmente in combinazione con altri segni, come la perdita di peso e la perdita di appetito , possono indicare un processo patologico più complicato”, afferma.

Un altro punto chiave è che controlli regolarmente le abitudini di cacca del tuo cane. “È importante per il proprietario monitorare quotidianamente la frequenza con cui l’animale defeca e la consistenza delle feci”, afferma il dott. Suchodolski. “C’è qualche variazione tra gli animali e anche variazione da un giorno all’altro, con alcuni animali che hanno feci costantemente più morbide o feci più dure di altri. Ma generalmente, con il tempo, i proprietari dovrebbero essere in grado di stabilire cosa è normale per il loro animale “.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...