Animali

Infezione da Herpesvirus felino 1 (FHV-1) – Raffreddore nei gatti

Infezione da virus della rinotracheite felina (rinite) nei gatti
La rinotracheite virale felina (FVR) è un’infezione delle vie respiratorie superiori del naso e della gola nei gatti. È causato da e noto anche come herpesvirus felino 1 (FHV-1).

I gatti di tutte le età sono sensibili, ma i gattini corrono un rischio maggiore e possono essere infettati a circa cinque settimane di età. Anche i gatti in gravidanza o coloro che soffrono di un’immunità ridotta a causa di una malattia preesistente sono a maggior rischio.

Sintomi e tipi

Alcuni gatti infetti possono rimanere senza sintomi, ma agire come portatori e diffondere l’infezione ad altri gatti non infetti. I seguenti sintomi possono anche essere sporadici in un portatore di FHV-1:

Attacchi improvvisi e incontrollabili di starnuti
Acqua o pus contenente secrezione nasale
Perdita dell’olfatto
Spasmo del muscolo palpebrale con conseguente chiusura dell’occhio (blefarospasmo)
Secrezione oculare
Infiammazione della congiuntiva dell’occhio ( congiuntivite )
Cheratite (infiammazione della cornea che causa lacrimazione, dolore agli occhi e visione offuscata)
Mancanza di appetito
Febbre
Malessere generale
Perdita di gravidanza

Causa

Questa condizione è causata da un’infezione con l’infezione da herpesvirus felino 1. È comune nelle famiglie multicat o nei canili per animali a causa del sovraffollamento. Scarsa ventilazione, scarsa igiene, cattiva alimentazione o stress fisico o psicologico sono altri importanti fattori di rischio per l’acquisizione di FHV-1.

Diagnosi

Dovrai fornire una storia dettagliata della salute del tuo gatto, insieme all’insorgenza e alla natura dei sintomi. Il tuo veterinario eseguirà un esame fisico approfondito per valutare tutti i sistemi del corpo e per valutare la salute generale del tuo gatto. I test di routine includono un esame emocromocitometrico completo, un profilo biochimico e un’analisi delle urine. In alcuni pazienti l’emocromo completo può rivelare un numero temporaneo di globuli bianchi (GB), definito come leucopenia, seguito da un aumento del numero di queste cellule, denominato leucocitosi.

Sono disponibili test più avanzati per la rilevazione di FHV-1; il tuo veterinario può prelevare campioni di secrezioni dal naso e dagli occhi del gatto da inviare al laboratorio per la conferma. I campioni prelevati dalla congiuntiva dell’occhio vengono colorati per rilevare i corpi di inclusione intranucleari, i virus presenti nel nucleo delle cellule osservati in alcune infezioni virali. I raggi X sono anche utili per determinare i cambiamenti nella cavità nasale, specialmente quelli dovuti a infezioni croniche.

Trattamento

Gli antibiotici ad ampio spettro saranno prescritti per la prevenzione o il trattamento delle infezioni batteriche secondarie. I farmaci oftalmici possono essere utilizzati per prevenire ulteriori danni agli occhi o per il controllo di un’infezione oculare esistente. Sono disponibili anche preparati antivirali oftalmici, generalmente prescritti per questi pazienti. Per ridurre al minimo la congestione nasale, possono essere prescritte gocce decongestionanti nasali per un uso regolare.

La mancanza di appetito è comune nei pazienti con infezioni virali, quindi un buon supporto nutrizionale e fluido è importante per mantenere un livello di energia e idratazione sani.

Vita e gestione

È importante ridurre al minimo o rimuovere qualsiasi stress, che può allungare il decorso della malattia. Avrai bisogno di creare un posto in casa dove il tuo gatto possa riposare comodamente e tranquillamente, lontano da altri animali domestici, bambini attivi e ingressi affollati. È anche importante isolare il tuo gatto da qualsiasi altro gatto per prevenire la diffusione del virus ad altri gatti. Rendi più facile il periodo di recupero per il tuo gatto; posiziona una lettiera vicino a dove riposa il tuo gatto in modo che non debba fare molti sforzi, e anche le ciotole. Anche se vorrai dare al tuo gatto quanta più pace possibile, dovrai controllarlo frequentemente, osservando il suo ritmo e ritmo di respirazione. È importante che il tuo gatto non venga lasciato solo per lunghi periodi, poiché questo può essere molto stressante per il gatto.

Durante il periodo di recupero, offrire cibo facilmente masticabile e facilmente digeribile a orari regolari durante il giorno, insieme a molta acqua. Una corretta alimentazione è il singolo fattore più importante per determinare l’esito della malattia e alcuni pazienti possono morire a causa di un supporto nutrizionale e di liquidi inadeguato. La disidratazione, in particolare, può portare a una condizione fatale molto rapidamente. Se il tuo gatto smette di mangiare per un certo numero di giorni, il tuo veterinario dovrà usare un tubo gastrico per forzare i nutrienti nel corpo del tuo gatto.

A causa del coinvolgimento del sistema respiratorio, il tubo di alimentazione può causare disagio, quindi saranno necessarie cure e vigilanza adeguate per prevenire eventuali complicazioni dovute al tubo di alimentazione. Per l’assistenza domiciliare, il veterinario dimostrerà il modo corretto di nutrire, pulire e mantenere il tubo di alimentazione. Nei gatti con anoressia prolungata, il tubo di alimentazione può essere posizionato direttamente nello stomaco praticando un’incisione chirurgica sulla parete addominale.

Nella maggior parte dei casi, e dato che non c’è un’infezione batterica secondaria, i sintomi migliorano entro 7-10 giorni. La prognosi generale è buona se vengono forniti una corretta alimentazione e liquidi

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...