Animali

Infezione fungina (coccidioidomicosi) nei cani

La micosi è il termine medico per qualsiasi disturbo causato da un fungo. La coccidioidomicosi deriva dall’inalazione di un fungo presente nel suolo che normalmente colpisce il sistema respiratorio del cane. Tuttavia, è noto (anche probabile) per diffondersi in altri sistemi corporei.

Le spore fungine iniziano nei polmoni come sferule rotonde e vivono in uno stadio parassitario nei polmoni fino a quando non crescono abbastanza grandi da rompersi, rilasciando centinaia di endospore, che quindi iniziano una fase parassitaria nei tessuti, crescendo e rompendosi, espandendosi ( disseminando) nel corpo perennemente. Le endospore possono anche prendere un percorso più veloce attraverso il corpo attraverso i sistemi linfatico e dei vasi sanguigni, con conseguente infezione sistemica, il che significa che l’intero corpo sarà colpito. La coccidioidomicosi insorge da 7 a 20 giorni dopo l’esposizione, sebbene alcuni cani possano sviluppare l’immunità e non mostrare mai alcun sintomo, specialmente i cani più giovani.

I cani suscettibili all’infezione possono ammalarsi solo a causa di una piccola quantità del fungo Coccidioides e sono necessarie meno di 10 spore fungine per causare il disturbo. E sebbene rara, la coccidioidomicosi è una malattia mortale che ha origine principalmente nelle regioni aride e calde delle regioni occidentali e sud-occidentali degli Stati Uniti e in diversi paesi dell’America centrale e meridionale. La coccidioidomicosi colpisce molti tipi diversi di mammiferi, ma tende a manifestarsi più comunemente nei cani che nei gatti. Questa infezione è anche nota come febbre della valle, febbre della California, Cocci e febbre del deserto.

La condizione o la malattia descritta in questo articolo medico può colpire sia cani che gatti. Se desideri saperne di più su come questa malattia colpisce i gatti, visita questa pagina nella libreria della salute di PetMD.

Sintomi e tipi
Febbre
Letargia
Zoppia
Tosse (può essere secca e aspra o umida)
Respirazione difficoltosa
Gonfiore osseo / ingrossamento delle articolazioni
Perdita di peso estrema con atrofia muscolare
Linfonodi ingrossati ( linfoadenite )
Ulcere cutanee e piaghe drenanti
Infiammazione dell’iride e di altre parti anteriori dell’occhio
Infiammazione della cornea
Non è raro che l’infezione si diffonda ad altre aree del corpo. Le ossa lunghe e le articolazioni, gli occhi, la pelle, il fegato, i reni, il sistema nervoso centrale, il sistema cardiovascolare e i testicoli possono essere infettati dal fungo Coccidioides mentre è nella sua fase di diffusione parassitaria. Convulsioni e insufficienza cardiaca possono derivare da questo disturbo.

Cause
Coccidioides immitis cresce a diversi centimetri di profondità nello strato superiore del suolo, dove può sopravvivere alle alte temperature e alla bassa umidità. Il fungo ritorna in superficie dopo un periodo di pioggia, costruzione di terreni o raccolta di raccolti, dove forma spore che vengono rilasciate e diffuse dal vento e dalle tempeste di polvere. Questo fungo si trova negli Stati Uniti sud-occidentali nella California meridionale, Arizona, Texas sud-occidentale, New Mexico, Nevada e Utah e in molti paesi dell’America centrale e meridionale. Dopo la stagione delle piogge, quando ci sono tempeste di sabbia, c’è un aumento del numero di casi.

I cani che trascorrono la maggior parte del tempo all’aperto sono i più a rischio di questa infezione fungina, in particolare i cani che hanno molto spazio per vagare e fare frequenti passeggiate in aree deserte. Inoltre, i cani di grossa taglia corrono un rischio maggiore, ma si sospetta che ciò sia dovuto al fatto che trascorrono più tempo all’aperto rispetto ai cani di piccola taglia.

Trattamento
I segni clinici, come convulsioni, dolore e tosse devono essere trattati. Fino a quando i segni clinici non iniziano a diminuire, l’attività dovrebbe essere limitata. Il cane dovrebbe seguire una dieta di alta qualità per mantenere il peso corporeo. Se un organo è gravemente colpito, potrebbe essere raccomandata la rimozione chirurgica. Se la malattia è diffusa, può essere necessaria una terapia antifungina aggressiva per almeno un anno. I sintomi possono essere alleviati con steroidi e sedativi della tosse.

Vita e gestione
Il tuo veterinario vorrà monitorare gli anticorpi ogni tre o quattro mesi o fino a quando non rientrano in un intervallo che può essere considerato normale. Se il tuo cane non risponde bene alla terapia, un test di misurazione del livello del farmaco post-pillola da due a quattro ore può determinare quanto bene il farmaco viene assorbito e dare a te e al tuo veterinario un’idea migliore della direzione in cui andare.

Questa è una delle malattie fungine più gravi e pericolose per la vita e la prognosi per il tuo cane è riservata. Molti cani miglioreranno dopo aver assunto farmaci antifungini orali. Tuttavia, si osservano spesso ricadute, soprattutto se la terapia non viene seguita fino al completamento o viene ridotta. Non è tipico per un cane riprendersi da solo senza trattamento, ma è possibile che un cane sviluppi un’immunità all’infezione e si riprenda da essa.

Prevenzione
Se i veterinari della tua zona vedono molti casi di coccidioidomicosi, sarebbe saggio evitare quelle zone, in particolare dopo la stagione delle piogge e durante le tempeste di sabbia.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...