Animali

Insufficienza cardiaca a causa di difetti delle valvole nei cani

Endocardiosi della valvola atrioventricolare nei cani
Il cuore è diviso in quattro camere. Le due camere superiori sono gli atri (singolare: atrio) e due camere inferiori sono i ventricoli. Le valvole atrioventricolari (AV) sono presenti tra ciascuna coppia atriale e ventricolare. La valvola tra l’atrio destro e il ventricolo destro è la valvola tricuspide, mentre la valvola tra l’atrio sinistro e il ventricolo è chiamata valvola mitrale.

Nell’endocardiosi, un tessuto fibroso eccessivo si sviluppa nelle valvole atrioventricolari, influenzando sia la struttura che la funzione delle valvole. Per un periodo di tempo ciò si traduce in ispessimento, irrigidimento e distorsione delle valvole AV, portando infine a insufficienza cardiaca congestizia (CHF). Di conseguenza, il cuore non può pompare sangue adeguato al corpo, costringendolo a lavorare di più per tentare di soddisfare i requisiti del corpo. Questo comportamento cardiaco porta a molteplici complicazioni, incluso l’irrigidimento dei ventricoli a causa di una maggiore dilatazione. Questi cambiamenti alla fine portano a insufficienza cardiaca e morte nei cani affetti.

Comunemente, le razze di piccola taglia corrono un rischio maggiore. Le seguenti razze mostrano una maggiore incidenza di endocardiosi valvola AV: Chihuahua , Maltese , Pomerania , cocker spaniel , Pechinese , spaniel Cavalier King Charles, Boston terrier , fox-terrier, barboncini in miniatura , schnauzer miniatura , pinscher in miniatura, Whippets , e barboncini .

Poiché questa malattia è di natura cronica, un’eventuale insufficienza cardiaca si osserva solitamente nei cani anziani (di età superiore ai dieci anni), ma negli animali giovani possono essere rilevate lievi anomalie cardiache. Il tasso di incidenza dell’endocardiosi AV è leggermente più alto nei cani maschi rispetto alle femmine.

Sintomi e tipi
Di seguito sono riportati alcuni dei sintomi correlati all’endocardiosi della valvola atrioventricolare. Si noti che la gravità e la frequenza di questi sintomi possono variare a seconda della gravità della malattia stessa.

Soffi (suoni cardiaci anormali che possono essere ascoltati dal veterinario)
Tosse
Letargia e debolezza
Intolleranza all’esercizio fisico e al lavoro
Respirazione difficile
Distensione addominale
Ortopnea (la respirazione diventa più difficile quando si è sdraiati)
Cianosi (colorazione blu della pelle e delle mucose)
Svenimento
Perdita di conoscenza
Morte
Con l’avanzare della malattia, la tosse, l’intolleranza all’esercizio fisico, i problemi respiratori e altri sintomi diventano più gravi e possono manifestarsi con maggiore frequenza.

Cause
Causa oscura o sconosciuta.

Diagnosi
Dovrai fornire una storia completa della salute del tuo cane e dell’insorgenza dei sintomi. La storia che fornisci può fornire al tuo veterinario indizi su quali organi vengono colpiti secondariamente, soprattutto perché l’insufficienza cardiaca colpisce tutti gli altri organi del corpo, in particolare i reni e il fegato. Dopo aver raccolto una cronologia dettagliata da te, il tuo veterinario eseguirà un esame fisico completo sul tuo cane. I test di laboratorio sono di grande valore nell’elaborazione diagnostica complessiva e includeranno esami del sangue completi, profili biochimici e analisi delle urine. Questi test forniranno informazioni importanti al veterinario per una diagnosi preliminare, nonché informazioni sullo stato attuale del problema.

Un’ulteriore conferma della diagnosi può essere assicurata utilizzando la radiografia e l’imaging ecografico, insieme all’elettrocardiografia (ECG), all’ecocardiografia per misurare gli impulsi elettrici del cuore e al color Doppler per valutare la capacità del sangue di fluire liberamente. Insieme, questi strumenti diagnostici forniscono informazioni vitali sulla struttura e la funzione del cuore e sull’entità del problema che sta vivendo il tuo cane. Il tuo veterinario valuterà in dettaglio le valvole AV, così come le altre strutture cardiache, utilizzando queste tecniche. I progressi moderni hanno permesso di diagnosticare questa condizione con relativa velocità e facilità in modo che il trattamento possa iniziare in modo tempestivo.

Trattamento
Questa è una malattia progressiva senza un unico piano di trattamento che funzionerà per tutti i pazienti. Un trattamento personalizzato sarà raccomandato sulla base dell’attuale stato di salute del tuo cane, di quanto è progredita la malattia e di quali complicazioni esistenti devono essere trattate per stabilizzare il tuo cane. Il tuo veterinario discuterà con te tutte le opzioni di trattamento disponibili in modo che tu possa prendere una decisione informata su come progredire. In alcuni pazienti è richiesto un trattamento minimo o nullo, con solo un monitoraggio regolare, mentre altri potrebbero dover essere ricoverati per un trattamento di emergenza immediato. In altri pazienti ancora, può essere raccomandato un trattamento medico esteso o persino un intervento chirurgico. Il trattamento medico sarà incentrato sulla malattia primaria e su qualsiasi altra complicanza che deve essere affrontata immediatamente.

I risultati della chirurgia non sono al momento promettenti, sebbene la percentuale di successo sia migliorata con l’avanzamento delle tecniche chirurgiche e il miglioramento delle capacità chirurgiche in quest’area della medicina.

Vita e gestione
Inizialmente, può essere raccomandato il riposo assoluto della gabbia. Una volta che la salute del tuo cane si è stabilizzata, può essere consentito di fare passeggiate lente al guinzaglio. Dovrai anche osservare da vicino il comportamento del tuo cane, chiamando il tuo veterinario non appena noti sintomi o comportamenti insoliti.

A causa della natura progressiva di questa malattia, è necessario un alto livello di impegno e cura da parte tua per la gestione e il trattamento di successo della condizione. Il tuo veterinario ti fornirà un piano dettagliato per la somministrazione di farmaci, esercizio fisico, dieta e qualsiasi altra informazione vitale per curare il tuo cane a casa. I cani che sono affetti da endocardiosi della valvola atrioventricolare generalmente necessitano di una dieta ipocalorica personalizzata durante il trattamento.

Potrebbe essere necessario visitare il veterinario ogni settimana durante il primo mese di trattamento. Ad ogni visita il tuo veterinario controllerà i progressi del tuo cane con test di laboratorio standard, comprese radiografie ed ECG. Dovrai familiarizzare con i farmaci che sono stati prescritti per il tuo cane e prestare particolare attenzione al tempo e alla frequenza di somministrazione di questi farmaci. Segui rigorosamente le linee guida del tuo veterinario per quanto riguarda la gestione della salute domestica del tuo cane.

La prognosi a lungo termine dipende da molti fattori, tra cui l’età del tuo cane, lo stato attuale della malattia, le malattie concomitanti e la gestione.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...