Animali

Perché i cani hanno paura dei fuochi d’artificio?

Nel 2015, una città in Italia ha introdotto una legge che diceva che tutti i fuochi d’artificio usati durante gli spettacoli devono essere silenziosi per ridurre l’ansia degli animali locali.

Per i cani che soffrono di ansie derivanti dalle fobie del rumore, ottobre-gennaio può essere un periodo terrificante dell’anno. Ricorda, il loro udito è molto più acuto del nostro, quindi se i colpi che scoppiano dai fuochi d’artificio sono forti per noi, immagina come suona a un cane: questo è uno dei motivi principali per cui i cani hanno paura dei fuochi d’artificio e del mio cane da salvataggio, Danny è uno di loro.

Lo abbiamo adottato tre anni fa dopo che è stato trovato smarrito e mai reclamato. Quando ci è stato detto di Danny, o Milo come era chiamato allora, aveva 24 ore rimaste nel suo “soggiorno di 7 giorni” al canile per trovare una casa, un salvataggio o il suo destino sarebbe stato segnato.

Fortunatamente sia per lui che per noi, ci siamo ritrovati ed è stato portato in soccorso mentre si preparava a venire da noi dall’Irlanda.

La stagione sempre più lunga dei fuochi d’artificio sta colpendo più cani che mai e ogni anno più salvataggi prendono cani che sono scappati, spaventati dai fuochi d’artificio, secondo la RSPCA.

A volte ci chiediamo se questo è il motivo per cui Danny si è trovato a essere accolto come un randagio o, peggio ancora, per quanto tempo ha dovuto sopportare da solo che gli andassero intorno e nessuno spazio sicuro dove andare.

Guardandolo lottare con la sua paura dei fuochi d’artificio, abbiamo provato tutto il possibile per metterlo più a suo agio, ma non solo per se stesso. Possediamo altri due cani e un gatto, che hanno piccole fobie ed eravamo preoccupati che potessero essere coinvolti nel suo ciclo di ansia.

Se hai mai visto un cane abbaiare pensando di aver sentito il campanello, presto raggiunto da un altro che non l’ha sentito ma si fida della reazione del compagno e ora crede che qualcosa sia in corso e che tutti dovrebbero essere in allerta rossa, allora lo farai capire la nostra situazione.

Creare la tana zen di un cane per far fronte ai fuochi d’artificio
Quando ci siamo resi conto che Danny aveva una fobia del rumore, abbiamo deciso di creare un piano per lui, il che significa che quando temiamo che i fuochi d’artificio possano aver luogo nelle vicinanze, o che i vicini possano decidere di organizzare i propri eventi nel giardino sul retro, iniziamo l’operazione zen den.

Inizia con l’ora del tè in modo che possa essere portato a spasso prima. Spesso useremo questo stesso tempo per iniziare a somministrargli integratori o farmaci specialistici per l’ansia per cani, che a volte possono richiedere ore per avere effetto.

Chiudiamo tutte le finestre, anche tenendo il gatto al sicuro, e limitiamo il suo accesso alle finestre senza persiane, in modo che non possa vederle o prevedere il suono in arrivo.

Mettiamo la TV o la musica sia al piano di sopra che al piano di sotto per nascondere qualsiasi rumore esterno e diamo a ogni cane un giocattolo pieno di dolcetti o un osso da masticare per occuparli.

A Danny viene dato il suo giocattolo o osso nella stanza che ha affermato come la sua “tana zen”.

È il suo spazio sicuro e vi si ritira ogni volta che si sente ansioso, quindi ci assicuriamo che tutto ciò di cui ha bisogno per superare la stagione dei fuochi d’artificio sia pronto: TV o radio accese, letto nell’angolo, coperta sotto il tavolo, ciotola dell’acqua, giocattoli e prodotti da masticare – è allestito e lo aspetta.

Non sempre elimina il problema, specialmente quando i fuochi d’artificio esplodono al di fuori dei soliti eventi del falò il 5 novembre o Capodanno, ma avere un piano in atto significa che sappiamo che stiamo facendo tutto il possibile per cercare di aiutarlo e mantenerlo lui al sicuro.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...