Animali

La verità sui latticini e sugli animali domestici

Confuso sulla condivisione di prodotti lattiero-caseari con i tuoi amici pelosi? Non sei il solo. E c’è qualche motivo di preoccupazione; L’intolleranza al lattosio può causare molti problemi di pancia agli animali domestici.

Il dottor Ishpreet Gill, DVM, del Fletcher’s Creek Animal Hospital , afferma che sebbene sia i cani che i gatti possano essere intolleranti al lattosio, i gatti hanno maggiori probabilità di avere problemi. D’altra parte, mentre l’intolleranza ai latticini è comune nei cani adulti, non accade in tutti i cani.

“Alcuni cani mantengono la capacità di digerire il latte per tutta la vita”, afferma Gill. “Il mio stesso cane, Zorro, ama il latte e di solito glielo do perché non gli causa alcun problema, ma questo non è vero per tutti i cani.”

Per evitare problemi importanti, Gill consiglia di parlare con il veterinario prima di somministrare il latte al cane (o di qualsiasi prodotto lattiero-caseario) e di prestare attenzione a qualsiasi segno di problemi gastrointestinali dopo che il cane ha consumato anche la più piccola quantità di latticini. “Se dai il gelato a Fluffy o Fido e loro sviluppano la diarrea, puoi essere ragionevolmente sicuro di cosa l’ha causato”, dice Gill.

Cosa rende il latte un tale problema per gli animali domestici?
Quando i giovani animali domestici allattano, i loro corpi producono alti livelli di un enzima chiamato lattasi, che scompone gli zuccheri del lattosio presenti nel latte materno, secondo la dott.ssa Tawnia Shaw, DVM, che gestisce The Happy Pet Vet , una clinica veterinaria mobile. Man mano che gli animali invecchiano, tuttavia, il loro corpo produce sempre meno lattasi, rendendo loro difficile digerire qualsiasi tipo di latte.

“Dal momento che non sono in grado di abbattere il lattosio nei prodotti lattiero-caseari, questo lascia lo zucchero lattosio nel loro sistema per i batteri nel loro intestino a fermentare”, dice Shaw. “I batteri fermentati sono ciò che dà ai nostri animali domestici crampi intestinali e diarrea”.

Quando si tratta di latticini e problemi di pancia, tuttavia, non tutti i prodotti sono uguali. Questo perché la quantità di lattosio varia da latticini a latticini. “Il latte normale ha la più alta quantità di lattosio, mentre alcuni sottoprodotti del latte contengono meno lattosio del latte”, afferma Gill.

Latte di capra contro latte di mucca: qual è il migliore?
Gli animali domestici hanno spesso difficoltà a digerire il latte di capra rispetto al latte di mucca. “Il latte di capra è più digeribile perché ha una cagliata di caseina più piccola e più morbida, insieme a globuli di grasso di dimensioni più piccole, quindi viene digerito più completamente nell’intestino tenue, lasciando meno residui a fermentare nell’intestino crasso, che è la causa di il gas “, dice la dottoressa Judy Morgan, DVM, un veterinario certificato in terapia alimentare, agopuntura e cure chiropratiche.

Lo stesso vale per il latte crudo, non pastorizzato e per i latticini fermentati, sia di capre che di mucche. “I prodotti lattiero-caseari fermentati hanno maggiori probabilità di degradare il lattosio durante il processo di fermentazione e di essere più tollerati”, afferma Shaw. “Ciò significa che il latte pastorizzato a cui sono stati denaturati gli enzimi ma che ha ancora zuccheri lattosio hanno maggiori probabilità di causare problemi rispetto ai latti crudi o fermentati o ai formaggi fermentati”.

In alcuni casi, e prescritto da un veterinario, il latte di capra fermentato può anche essere usato in medicina, ha detto Morgan. “Il latte di capra contiene più acidi grassi a catena piccola e media, che sono più digeribili rispetto agli acidi grassi a catena lunga.” Infatti, sottolinea Morgan, il latte di capra fermentato è in realtà una dieta completa, contenente la gamma completa di aminoacidi, vitamine e minerali nelle proporzioni appropriate per sostenere la vita. “L’ho usato per animali domestici con IBD (malattia infiammatoria intestinale) come dieta autonoma per consentire all’intestino di guarire”, dice Morgan.

Se sospetti che il tuo cane soffra di IBD, consulta un nutrizionista veterinario per vedere quali sono le tue opzioni prima di provare il latte di capra da solo, poiché potrebbe esserci una grave malattia sottostante o un’infezione intestinale che deve essere trattata prima.

Chiarire i miti: il latte causa i vermi?
Mentre ci sono molti miti sui latticini, uno comune sembra essere che bere latte provoca vermi. “Ho visto questa domanda pubblicata su Internet e i clienti l’hanno posta più spesso di quanto si pensi nella nostra clinica”, afferma Gill. “Per essere chiari, non c’è nessuna verità nell’affermazione che il latte causa vermi nei gatti.”

Gill non sa da dove provenga il mito, ma sospetta che abbia avuto origine perché molti gattini e cuccioli sono infestati da vermi, il che può essere un grande shock per i proprietari di animali domestici quando portano a casa i loro nuovi cuccioli.

” Gattini e cuccioli possono contrarre vermi dal bere il latte della madre quando la mamma è contaminata da larve di vermi per non essere sverminata prima della gravidanza”, dice Gill.

I cani possono mangiare lo yogurt?
Un altro mito che senti di tanto in tanto è che lo yogurt fa bene alla salute del tuo animale domestico. “Lo yogurt in piccole quantità per un trattamento può andare bene, ma non dovrebbe essere usato per fornire batteri probiotici o calcio per bilanciare una dieta perché non sono abbastanza ricchi di quegli ingredienti”, sottolinea Morgan. Quindi, mentre lasciare che il tuo cane abbia un assaggio del tuo yogurt non è una cosa terribile, l’idea che stia fornendo al tuo animale domestico tonnellate di nutrimento è solo un mito.

Gli altri prodotti lattiero-caseari: formaggio e gelato vanno bene per gli animali domestici?
Mentre alcuni tipi di latticini possono causare problemi alla pancia, alcuni prodotti possono essere utilizzati come trattamento occasionale.

Ad esempio, molte persone usano un piccolo pezzo di formaggio per nascondere le pillole per convincere i loro animali a ingoiarle, e questo va benissimo tranne alcune eccezioni, dice Shaw. “Alcuni farmaci non funzionano bene se assunti con cibi ricchi di calcio”, ha detto. “La doxiciclina, un antibiotico, ad esempio, si lega al calcio e quindi non viene assorbito”.

Per assicurarti di poter utilizzare i latticini, leggi sempre il foglietto illustrativo o chiedi al tuo veterinario se il medicinale prescritto può essere somministrato con formaggio o latticini.

Il gelato è un altro esempio. Una piccola quantità di gelato va benissimo come dolcetti per cani o per gatti , ma non farne un’abitudine. “Personalmente, penso che il gelato sia una scelta molto scarsa di prelibatezze, ma ciò non significa che non abbia mai permesso a uno dei miei animali domestici di leccare il fondo della ciotola”, dice Morgan.

Una parola importante di cautela prima di condividere qualsiasi leccornia con il tuo animale domestico: ” Evita assolutamente tutte le opzioni senza zucchero “, dice Shaw. “Molti dolcificanti, come lo xilitolo , sono tossici per i nostri animali domestici e possono causare cali di zucchero nel sangue pericolosi per la vita”.

Altre cose a cui prestare attenzione quando si dà il gelato al proprio animale domestico sono la macadamia o le nocciole e il cioccolato , poiché entrambi possono essere tossici per cani e gatti.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...