Animali

Malattia del fegato nei gatti

Epatopatia da accumulo di rame nei gatti
L’epatopatia da accumulo di rame è una condizione causata da un accumulo anormale di rame nel fegato, che può portare a epatite e cirrosi epatica a lungo termine. Si ritiene che questa condizione sia secondaria a una malattia primaria, di solito il risultato di un metabolismo anormale del rame su base genetica.

Questa malattia è stata riscontrata nei gatti, ma questi casi sono considerati rari e isolati.

Sintomi e tipi
Le malattie primarie del fegato da rame (chiamate clinicamente epatopatie) generalmente rientrano in una delle tre categorie:

Malattia subclinica: una condizione in cui la malattia è presente nell’organo o nel corpo, ma non è rilevabile da segni anormali o cambiamenti nell’animale
Malattia acuta (improvvisa) che colpisce più frequentemente i gatti giovani; associato a una condizione che causa la morte del tessuto epatico (necrosi epatica)
Malattia cronica progressiva in cui si osservano sintomi nei gatti di mezza età e anziani con epatite cronica, con danni e cicatrici del fegato (cirrosi)
Al contrario, le epatopatie secondarie da rame mostrano sintomi di segni progressivi di malattia del fegato a causa di epatite cronica o cirrosi progressiva. La malattia del fegato in cui il flusso della bile viene rallentato o interrotto è nota come malattia epatica colestatica; il flusso anormale della bile si traduce in una ritenzione secondaria di rame.

Entrambi i tipi possono mostrare sintomi nelle loro forme acute o croniche; queste forme sono le seguenti:

Acuto:

Letargia
Anoressia
Depressione
Vomito
Scolorimento giallastro della pelle e dei tessuti umidi (ittero o ittero)
I tessuti umidi del corpo (membrane mucose) sono pallidi a causa del basso numero di globuli rossi; indicato semplicemente come anemia
Urina scura a causa della presenza di bilirubina (bilirubinuria)
Emoglobina nelle urine (emoglobinuria)
Segni cronici:

Letargia
Depressione
Anoressia
Perdita di peso
Vomito
Diarrea
Sete e minzione eccessive (polidipsia e poliuria)
Distensione addominale dovuta all’accumulo di liquidi nell’addome (ascite)
Colorazione giallastra della pelle e dei tessuti umidi (ittero o ittero),
Emorragia spontanea, feci nere o catramose (melena)
Disfunzione del sistema nervoso dovuta all’incapacità del fegato di abbattere l’ammoniaca nel corpo (encefalopatia epatica)
Cause
La causa dell’epatopatia da accumulo di rame nei gatti rimane in gran parte sconosciuta. Tuttavia, si sospetta che i gatti colpiti non metabolizzino o espellano il rame correttamente.

Diagnosi
Verrà eseguito un profilo ematico completo, compreso un profilo ematico chimico, un esame emocromocitometrico completo e un’analisi delle urine. Dovrai fornire una cronologia completa della salute del tuo animale domestico, inclusa una cronologia dei suoi sintomi e dei possibili incidenti che potrebbero aver accelerato questa condizione. La storia che fornisci può fornire al tuo veterinario indizi sul fatto che la condizione sia di origine primaria o secondaria.

Un campione di tessuto verrà quindi prelevato dal fegato del gatto per analisi di laboratorio e verranno prese immagini ecografiche dell’area addominale per esaminare le condizioni del fegato.

Trattamento
Se il tuo gatto mostra segni di insufficienza epatica, sarà necessaria l’assistenza ospedaliera con liquidi e integratori di elettroliti, ma la maggior parte degli animali può essere trattata in regime ambulatoriale. Il trattamento sarà determinato dal fatto che si tratti di epatite acuta o cronica o di cicatrizzazione / cirrosi epatica.

Apportare modifiche alla dieta del tuo gatto e fornirgli cibi a basso contenuto di rame si è dimostrato efficace nella maggior parte dei casi. Tuttavia, la maggior parte delle diete disponibili in commercio contengono quantità eccessive di rame, quindi sarà necessario creare un programma dietetico con la guida del veterinario e seguire attentamente le istruzioni. Dovrai anche evitare di somministrare al tuo gatto integratori minerali contenenti rame. Se necessario, il veterinario può fornirti vitamine idrosolubili.

In casi più rari, può essere necessaria una biopsia epatica chirurgica per lo screening della malattia epatica da accumulo di rame e per monitorare la risposta al trattamento. Tieni presente che gli animali con insufficienza epatica sono rischi chirurgici e anestetici.

Vita e gestione
Dopo la terapia (da sei mesi a un anno), il tuo gatto dovrebbe essere sottoposto a nuova biopsia per monitorare l’efficacia della terapia. Inoltre, verranno effettuati esami del sangue ogni 4-6 mesi per monitorare i livelli degli enzimi epatici. Il tuo veterinario potrebbe anche chiederti di monitorare e tenere un registro del peso corporeo del tuo gatto.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...