Animali

Malattia parodontale (gengivale) nei cani

La malattia parodontale, comunemente chiamata malattia gengivale, è la malattia più comune nei cani. Secondo studi recenti, quasi il 90% dei cani avrà sviluppato una qualche forma di malattia parodontale entro i 2 anni di età 1 .

Questa guida spiegherà le diverse fasi della malattia parodontale nei cani e come riconoscerla, trattarla e prevenirla.

Passa a una sezione :

Cos’è la malattia parodontale nei cani?

Alcuni cani sono predisposti alla malattia parodontale?

Quali sono i segni e gli stadi della malattia parodontale nei cani?

La malattia parodontale è reversibile nei cani?

Quali sono le cause della malattia parodontale nei cani?

Qual è il trattamento per le malattie gengivali nei cani?

Quanto costa il trattamento della malattia parodontale?

Cosa può succedere se non si curano le malattie gengivali nei cani?

Come prevenire la malattia parodontale nei cani?

Sono consigliate le pulizie dentali senza anestesia?

Cos’è la malattia parodontale nei cani?
La malattia parodontale nei cani è una malattia progressiva causata da batteri nella bocca che danneggiano le gengive, le ossa e altre strutture di supporto dei denti.

Poiché questa malattia si nasconde sotto le gengive, in molti casi, i segni visibili di malattie gengivali nei cani non sono presenti fino a quando la malattia non è molto avanzata. Per questo motivo, è molto importante iniziare le cure dentistiche preventive per il tuo cane in tenera età.

Alcuni cani sono predisposti alla malattia parodontale?
La scarsa igiene dentale, la genetica, il morso diffamato ( malocclusione ) e la forma della bocca di un cane possono rendere i cani più suscettibili alla malattia parodontale.

Le razze di cani piccoli e giocattolo e le razze brachicefaliche (cani con muso accorciato) sono tra quelle più inclini alla malattia.

Quali sono i segni e le fasi della malattia parodontale nei cani?
I segni di malattie gengivali nei cani possono variare notevolmente. Alcuni cani con bellissimi bianchi perlati possono avere una malattia significativa che si riscontra solo dopo essere stati anestetizzati e aver avuto radiografie della bocca completa e un esame delle gengive. Questo è il motivo per cui non dovresti aspettare fino a quando non è evidente un problema per far esaminare e pulire i denti del tuo cane: dovrebbe far parte del controllo annuale del tuo cane.

I segni della malattia gengivale dipenderanno anche dallo stadio della malattia parodontale in cui si trovano i denti del tuo cane. Ci sono quattro fasi della malattia parodontale nei cani, di cui una è lieve e quattro è grave.

È importante notare che non tutti i denti possono trovarsi nello stesso stadio della malattia parodontale in un dato momento.

L’unico modo per diagnosticare con precisione questa malattia è il sondaggio parodontale (controllo dello spazio anormale tra i denti e le gengive) e la radiografia (radiografie) dei denti, che deve essere eseguita in anestesia generale.

Fase 1 della malattia parodontale del cane
Lo stadio 1 è la gengivite , o infiammazione delle gengive, senza perdita di osso o attaccamento dei denti. Spesso sono presenti sottili segni di malattia, ma potresti non notare alcun sintomo evidente.

Sintomi
I sintomi della fase 1 includono:

Gengive rosse o gonfie

Gengive che sanguinano durante la spazzolatura o la masticazione

Alito cattivo

Prognosi
La prognosi per un cane con malattia parodontale in stadio 1 è buona fintanto che ricevono le cure dentistiche appropriate.

Fase 2 della malattia parodontale nei cani
Nella fase 2 della malattia parodontale, si perde il 25% o meno dell’attaccamento del dente alle strutture di supporto. Durante una pulizia dentale, è possibile rilevare una lieve perdita ossea sui raggi X insieme a profondità della tasca parodontale leggermente anormali.

Sintomi
I sintomi della fase 2 includono:

Gengive rosse o gonfie

Gengive che sanguinano durante la spazzolatura o la masticazione

Alito cattivo

Le gengive ritirate possono o non possono essere presenti

Prognosi
La prognosi per un cane con malattia parodontale allo stadio 2 è giusta fintanto che il cane riceve il trattamento dentale appropriato.

Fase 3 della malattia parodontale nei cani
Nella fase 3 della malattia parodontale, il 25-50% del supporto del dente viene perso. Ai raggi X, sarebbe presente una perdita ossea da moderata a grave e durante il sondaggio delle gengive sarebbero presenti tasche parodontali anormali.

Sintomi
I sintomi della fase 3 includono:

Gengive rosse o gonfie

Gengive che sanguinano durante la spazzolatura o la masticazione

Alito cattivo

Recessione gengivale moderata

Denti allentati

Prognosi
La prognosi per un cane con malattia parodontale allo stadio 3 è giusta quando vengono eseguite procedure odontoiatriche avanzate e sei molto diligente nelle cure dentistiche domestiche quotidiane.

Altrimenti, i denti dovrebbero essere estratti (tirati) in questa fase.

Fase 4 della malattia parodontale nei cani
Nella fase 4 della malattia parodontale, più del 50% degli attacchi del dente viene perso, come si è visto sui raggi X e sul sondaggio parodontale.

Sintomi
I sintomi della fase 4 includono:

Esposizione alla radice del dente

Denti allentati

Mancanza di denti

Il pus può fuoriuscire dai denti

Prognosi
La prognosi per un cane con malattia parodontale allo stadio 4 è infausta. Qualsiasi dente con malattia allo stadio 4 deve essere estratto.

Cambiamenti comportamentali
Potresti anche notare alcuni cambiamenti comportamentali con il progredire della malattia. Il tuo cane può:

Non tollera più che i denti vengano lavati a causa del dolore alle gengive

Inizia a masticare in modo diverso oa schiaffeggiare le gengive

Indietreggia o ti allontani quando cerchi di sollevare le loro labbra per guardare i loro denti

Agisci in modo più chiuso o aggressivo

Sii riluttante a giocare con i giocattoli da masticare

La malattia parodontale è reversibile nei cani?
La gengivite, stadio 1, è l’unico stadio della malattia parodontale reversibile. Questo perché la gengivite consiste solo nell’infiammazione e in questa fase non si è verificata alcuna distruzione delle strutture di supporto dei denti.

Con un trattamento adeguato, i cani con malattia parodontale di stadio 2 o 3 potrebbero non continuare a progredire nello stadio 4.

Che cosa causa la malattia parodontale nei cani?
La placca, quella sostanza bianca sfocata che ricopre i nostri denti quando non vengono lavati, contiene tonnellate di batteri nocivi che causano la malattia parodontale. La placca si forma in una bocca pulita dopo 24 ore.

Se i denti del tuo cane non vengono lavati quotidianamente, la placca si accumula. Dopo 72 ore, quella placca si mineralizzerà e si trasformerà in tartaro, spesso indicato come tartaro. Il tartaro è più facile da attaccare alla placca rispetto alla superficie liscia naturale del dente, quindi consente l’accumulo di più placca.

La placca sui denti causerà l’infiammazione delle gengive (gengivite, malattia parodontale di stadio 1) e poi alla fine si farà strada verso le strutture più profonde intorno al dente.

La risposta infiammatoria del corpo alla placca porterà quindi alla distruzione dei tessuti molli e dell’osso che sostengono i denti (parodontite, fasi da 2 a 4).

Qual è il trattamento per le malattie gengivali nei cani?
Il trattamento per le malattie gengivali nei cani dipenderà dallo stadio della malattia parodontale del tuo cane. Ecco alcuni passaggi che il veterinario eseguirà.

Pulizia dentale professionale
Il primo passo per trattare le malattie gengivali è una pulizia dentale professionale completa, che include:

Ridimensionare i denti sopra e sotto il margine gengivale per rimuovere la placca e il tartaro

Lucidare i denti

Esecuzione di radiografie della bocca completa

Sondando intorno a ciascun dente per verificare la presenza di tasche anomale

Questa procedura deve essere eseguita in anestesia generale e consentirà al veterinario di determinare in quale fase della malattia si trova ciascun dente.

Trattamento della malattia parodontale di stadio 1 nei cani
Se tutti i denti sono nella fase 1, non sarà necessario alcun ulteriore trattamento, ma è necessario spazzolare i denti del cane ogni giorno.

Trattamento per lo stadio 2 della malattia parodontale nei cani
Quando è presente la fase 2 della malattia parodontale, il tuo cane richiederà una pulizia professionale dei denti.

Tuttavia, durante la pulizia, il veterinario eseguirà una pulizia profonda di eventuali tasche parodontali anormali e applicherà un gel antibiotico in quelle aree per aiutare a chiudere quelle tasche e prevenire un’ulteriore distruzione degli attacchi dei denti.

Trattamento per lo stadio 3 della malattia parodontale nei cani
Quando i denti vengono trovati nella fase 3, il veterinario eseguirà procedure di restauro avanzate. Lavoreranno anche con te per creare un piano di cure dentistiche a domicilio molto diligente al fine di salvare quei denti.

Altrimenti, il trattamento consigliato sarebbe quello di estrarre i denti.

Trattamento per lo stadio 4 della malattia parodontale nei cani
Come affermato in precedenza, l’unico trattamento per i denti nella fase 4 è l’estrazione.

I denti sono troppo malati per essere salvati e sono fonte di dolore e infezione significativi. Questo è il motivo per cui è imperativo che affronti immediatamente la malattia gengivale del tuo cane con il tuo veterinario invece di provare rimedi casalinghi o prodotti dentali in questa fase.

Quanto costa la malattia parodontale nei cani?
Il costo delle pulizie e dei trattamenti dentali varia notevolmente a seconda dell’area geografica e se il veterinario che esegue le cure è o meno uno specialista.

Prima viene trattata la malattia gengivale, meno costoso sarà il trattamento. Curare i cani nelle fasi 3 e 4 spesso costa migliaia di dollari.

Cosa può succedere se non si curano le malattie gengivali nei cani?
Quando la malattia gengivale non viene curata , non solo è doloroso per il tuo cane, ma può devastare tutto il suo corpo.

Fratture della mascella
Poiché la malattia parodontale avanzata porterà alla distruzione dell’osso che sostiene i denti, può portare a fratture della mascella .

Il rischio di ciò è più alto nei cani di razza giocattolo, poiché le radici dei loro denti sono molto vicine ai bordi delle loro mascelle. Le razze giocattolo sono anche più inclini a sviluppare la malattia parodontale, creando una ricetta per il disastro.

Ascessi dei denti
Le malattie gengivali possono anche provocare ascessi alle radici dei denti , che possono rompersi dalla pelle e creare brutte ferite aperte sulle guance o sul mento.

Fistole oronasali
Le fistole oronasali , i fori che passano tra la bocca e i passaggi nasali, possono svilupparsi a causa della malattia parodontale non trattata.

I bassotti sono particolarmente inclini a questo. I sintomi includono starnuti cronici e secrezione nasale.

Problemi agli occhi
Inoltre, poiché i denti nella parte posteriore della bocca si trovano proprio sotto gli occhi, le infezioni alle radici dei denti possono causare problemi agli occhi. Nei casi in cui questo non viene risolto rapidamente, il cane può perdere la vista.

Cancro orale
Sebbene non ci siano ancora studi di questo tipo sui cani, numerosi studi sull’uomo mostrano un aumento del rischio di tumori orali nelle persone con malattia parodontale cronica 1 .

Aumento del rischio di danni agli organi
Le malattie gengivali nei cani possono anche avere effetti dannosi sugli organi distanti del corpo. Questa malattia farà sì che tossine batteriche e composti infiammatori nocivi nella bocca entrino nel flusso sanguigno e si diffondano al resto del corpo.

È noto che la malattia parodontale aumenta il rischio di malattie renali croniche, malattie del fegato e malattie cardiache nei cani. 1

Può anche rendere più difficile la regolazione della glicemia nei cani con diabete . 1

Come puoi prevenire la malattia parodontale nei cani?
Ci sono diversi modi in cui puoi aiutare a migliorare la salute dentale del tuo cane .

Spazzolino da denti quotidiano
La cosa migliore che puoi fare a casa per prevenire la malattia parodontale nel tuo cane è lavarsi i denti ogni giorno. La spazzolatura sarà efficace solo se eseguita in modo coerente, almeno tre volte alla settimana. Tuttavia, questo potrebbe non essere fattibile per tutti i genitori e gli animali domestici.

Lo spazzolamento dovrebbe essere iniziato intorno ai 6 mesi di età nei cuccioli, non appena hanno i denti adulti. Dovrebbe essere evitato di spazzolare i denti di un cucciolo durante la dentizione, poiché può essere doloroso e potrebbe farli temere di lavarsi i denti.

Prodotti per la cura dei denti
Altre opzioni per aiutare a ridurre la placca e la gengivite nei cani includono:

Salviettine dentali

Risciacqui orali

Mastica dentale

Diete dentali su prescrizione

Chiedi al tuo veterinario quali prodotti consiglia o visita l’ elenco dei prodotti approvati dal Veterinary Oral Health Council . Ricorda che sono i batteri nella placca e non il tartaro a causare la malattia parodontale.

Pulizie dentali veterinarie preventive
Oltre a ricevere una qualche forma di cure dentistiche quotidiane a casa, i cani dovrebbero iniziare a ricevere pulizie dentali professionali preventive in anestesia in giovane età, prima che siano presenti segni esteriori di malattie gengivali.

L’ American Animal Hospital Association (AAHA) raccomanda che i cani di taglia piccola e giocattolo inizino a ricevere regolari pulizie dentali a partire da 1 anno di età e i cani di taglia grande a 2 anni di età.

Se il tuo cane è più giovane di questo, ma ha già segni di malattia parodontale presente, una pulizia dentale dovrebbe essere eseguita immediatamente.

La frequenza delle pulizie dipende dalla razza del tuo cane, dal livello di malattia parodontale e da quanto sei diligente con le cure dentistiche a casa.

Le pulizie dentali senza anestesia sono consigliate?
Le pulizie dentali senza anestesia sono sconsigliate, poiché non consentono di pulire i denti sotto le gengive e non consentono una valutazione completa della salute orale.

Per ulteriori informazioni, leggi la dichiarazione dell’American Veterinary Dental College sulla loro posizione sulle pulizie dentali senza anestesia .

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...