Animali

Morbo di Addison nei cani

IPOADRENOCORTICISMO NEI CANI
Minerocorticoidi e glucocorticoidi sono ormoni normalmente prodotti dalle ghiandole surrenali, che si trovano vicino ai reni. Entrambi questi ormoni sono fondamentali per il corretto funzionamento del corpo e un aumento o una diminuzione anormali di uno di questi ormoni può portare a gravi problemi di salute se non affrontati in tempo. Ipoadrenocorticismo è caratterizzato da una carente produzione di glucocorticoidi e / o mineralcorticoidi. Una scarsa produzione di entrambi questi ormoni può causare una serie di sintomi come debolezza, disidratazione, bassa pressione sanguigna, depressione, tossicità cardiaca, vomito, sangue nelle feci e perdita di peso.

Questa malattia è relativamente rara nei cani, ma quando si verifica tende ad essere osservata più spesso nei cani da giovani a di mezza età, nelle femmine e può essere familiare in Bearded Collies, Standard Poodles, Water dog portoghesi, West Highland white terrier , rottweiler e terrier di grano.

SINTOMI E TIPI
I sintomi varieranno a seconda della durata del problema. I sintomi potenzialmente letali si osservano di solito negli episodi acuti di questa malattia. I seguenti sintomi sono comunemente osservati nei cani:

letargo
Mancanza di appetito (anoressia)
vomito
Perdita di peso
Diarrea
tremante
Aumento della frequenza della minzione (poliuria)
Aumento della sete (polidipsia)
Depressione
Disidratazione
Impulso debole
Crollo
Bassa temperatura
Sangue nelle feci
Perdita di capelli (alopecia)
Addome doloroso
LE CAUSE
Carenza di ormone adrenocorticotropo (ACTH)
Tumori metastatici
Ritiro di glucocorticoidi a lungo termine
DIAGNOSI
Dovrai fornire al tuo veterinario una storia completa della salute del tuo cane e l’insorgenza dei sintomi. Il veterinario eseguirà un esame fisico approfondito sul cane, inclusi test di laboratorio di routine, emocromo completo, profilo biochimico e analisi delle urine. L’emocromo completo può rivelare anemia, un numero anormalmente elevato di eosinofili (un tipo di globuli bianchi che si colora facilmente di colorante eosina) e un aumento del numero di linfociti (anche un tipo di globuli bianchi) chiamati (linfocitosi).

I test sierici di biochimica possono rivelare un livello anormalmente più elevato di potassio e un accumulo nel sangue di urea – prodotti di rifiuto azotati che di solito vengono espulsi dal corpo attraverso le urine (azotemia). Altri risultati includono livelli più bassi di sodio (iponatriemia) e cloruro (ipocloremia), aumento dei livelli di calcio (ipercalcemia), aumento degli enzimi epatici, inclusi ALT e AST, e basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia). L’analisi delle urine può rivelare una bassa concentrazione di urina. Il test definitivo per diagnosticare questa condizione è rilevando i livelli di cortisolo nel corpo. Normalmente l’ormone adrenocorticotropo (ACTH) è prodotto dalla ghiandola pituitaria, che quindi stimola le ghiandole surrenali a rilasciare i loro ormoni. L’ACTH può essere iniettato nel corpo per testare le normali funzioni di risposta delle ghiandole surrenali. Se le ghiandole surrenali del tuo cane non mostrano un aumento del rilascio di ormoni dopo aver ricevuto ACTH, la diagnosi di ipoadrenocorticismo sarà confermata. Le procedure diagnostiche visive, come i raggi X e gli ultrasuoni, possono rivelare ghiandole surrenali più piccole del normale.

TRATTAMENTO
Un episodio improvviso e grave (ipoadrenocorticismo) è un’emergenza medica che richiede un ricovero immediato e una terapia intensiva. Il trattamento per questa malattia dipende dal tipo e dalla gravità dei sintomi. Ai pazienti con fluidi corporei bassi vengono somministrati fluidi per via endovenosa per sostituire i livelli di fluidi carenti, ma la pietra angolare della terapia è quella di sostituire ulteriormente gli ormoni carenti. I cani a cui è stata diagnosticata questa condizione devono essere trattati con iniezioni di ormoni per il resto della loro vita.

VITA E GESTIONE
In caso di episodio acuto di ipoadrenocorticismo, il cane avrà bisogno di un trattamento immediato a causa di sintomi potenzialmente letali. Dopo il recupero iniziale, il veterinario calcolerà la dose che bilancerà la carenza ormonale del cane. Potrebbe essere necessario aumentare la dose di questi ormoni di tanto in tanto, specialmente durante periodi di stress come viaggi, ricovero in ospedale e chirurgia. Non alterare la marca o la dose di ormone prescritta senza prima consultare il veterinario.

Dopo la sostituzione ormonale iniziale, dovrai visitare il tuo veterinario a intervalli settimanali per almeno le prime quattro settimane. Il veterinario misurerà gli ormoni del cane durante la terapia e modificherà le dosi di conseguenza. Le iniezioni di ormoni sono generalmente richieste ad intervalli mensili e in alcuni pazienti sono richieste ogni tre settimane. I livelli di elettroliti saranno anche controllati regolarmente a causa delle significative alternanze di elettroliti che si osservano in genere con questa malattia. È richiesta una buona conformità del proprietario per la vita del paziente al fine di beneficiare del trattamento. Tuttavia, con un trattamento regolare, la maggior parte dei pazienti fa bene e ha una buona prognosi.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...