Animali

Nutrizione per cani: guida ai nutrienti per alimenti per cani

Negli ultimi anni, i genitori di animali domestici sono diventati sempre più consapevoli di ciò che stanno dando da mangiare ai loro cani. Tuttavia, con tutte le diverse formule e marche di cibo per cani, può essere difficile capire cosa renda veramente un cibo per cani nutriente ed equilibrato.

Questo articolo spiegherà tutto ciò che devi sapere sull’alimentazione del cane e fornirà una guida per ciò che devi cercare in un cibo per cani.

Cosa entra in un alimento nutrizionale ed equilibrato per cani?
Una dieta completa ed equilibrata include proteine, grassi, carboidrati, vitamine e minerali. Anche l’acqua è essenziale per la vita ed è necessaria quotidianamente. Questo può sembrare molto semplice e facile con gli ingredienti di base scomposti, ma capire come ogni nutriente viene utilizzato nel corpo di un cane, comprendere i processi e sapere quanta di ogni nutriente è necessaria per un cane sano in tutte le fasi della vita è molto complesso .

In effetti, questo processo è così complesso che un’intera specialità della medicina veterinaria è dedicata all’alimentazione dei piccoli animali: l’ American College of Veterinary Nutrition . Ma come genitore di animali domestici, le cose principali che devi sapere sulla nutrizione del cibo per cani sono:

Le linee guida create dall’Association of American Feed Control Officials (AAFCO) per alimenti per animali domestici

I nutrienti nel cibo del tuo cane e cosa fanno

Il cibo per cani completo e bilanciato dovrebbe seguire le linee guida AAFCO
AFFCO è un’organizzazione privata senza scopo di lucro che definisce gli ingredienti utilizzati nei mangimi e negli alimenti per animali domestici.

AAFCO aiuta a garantire che i mangimi per animali e gli alimenti per animali domestici siano stati sottoposti alle analisi appropriate e dispongano dei nutrienti necessari. Una dichiarazione di adeguatezza nutrizionale dell’Association of American Feed Control Officials (AAFCO) aiuta i genitori di animali domestici a identificare i prodotti che soddisfano le esigenze nutrizionali quotidiane del loro cane.

Requisiti dell’etichetta AAFCO
Ogni dieta per animali domestici e dieta supplementare dovrebbe includere una dichiarazione di AAFCO e un’etichettatura adeguata per aiutare i consumatori a capire quanto di ogni nutriente è necessario ogni giorno e per quali fasi della vita. Tieni presente che le etichette degli alimenti per animali domestici sono diverse dalle etichette dei prodotti alimentari umani, il che rende difficile confrontare i prodotti alimentari.

Ci sono otto cose che dovrebbero essere incluse nella borsa o che possono:

Marchio e nome del prodotto

Nome della specie a cui è destinato l’alimento per animali domestici

Dichiarazione di qualità

Analisi garantita. Questo elenca la percentuale di ciascuno dei nutrienti nel cibo. Deve essere dato in un ordine particolare, in unità specificate e come minimo o massimo, a seconda del nutriente.

Dichiarazione degli ingredienti

Dichiarazione di adeguatezza nutrizionale che “indica che il cibo è completo ed equilibrato per una particolare fase della vita, come la crescita, la riproduzione, il mantenimento da parte degli adulti o una combinazione di questi, o destinato esclusivamente all’alimentazione intermittente o supplementare”.

Indicazioni di alimentazione

Nome e indirizzo del produttore o del distributore

Requisiti nutrizionali AAFCO
AAFCO afferma che sono sei nutrienti essenziali necessari per sostenere la vita e la funzione nei cani. Questi sono:

acqua

Carboidrati (comprese le fibre)

Vitamine

Minerali

Grasso

Proteina

Il cibo per cani bilanciato dovrebbe soddisfare i requisiti energetici del tuo cane
Il fabbisogno energetico per i cani può variare a seconda di molti fattori. È importante soddisfare il fabbisogno energetico specifico del tuo cane per sostenere il suo stile di vita quotidiano. Alcuni fattori includono:

Crescita

Riproduzione (intatta vs. alterata)

Gruppi di età degli adulti (giovani, medi e anziani)

Livello di attività

Razza

Condizioni mediche e comportamentali

Gran parte dell’energia nella dieta proviene da grassi e proteine, seguiti dai carboidrati. Il contenuto energetico di una dieta determina la qualità del cibo e la quantità di cibo da consumare quotidianamente. La dieta dovrebbe soddisfare il fabbisogno energetico giornaliero delle esigenze individuali del tuo cane.

Tutti i nutrienti devono essere bilanciati per garantire che vengano assorbiti correttamente dal corpo e utilizzati in modo appropriato per ciascun sistema corporeo. Se la dieta non fornisce abbastanza energia, il tratto gastrointestinale del tuo cane non sarà fisicamente in grado di consumare abbastanza di quella dieta e non sarà in grado di ottenere i nutrienti necessari.

Ad esempio, i cani che seguono una dieta ricca di energia ne mangeranno una quantità minore. È importante in questo caso assicurarsi che la percentuale di altri nutrienti essenziali sia sufficientemente alta da soddisfare il volume minore consumato.

L’unico modo per determinare se una dieta ha abbastanza energia è sottoporsi a uno studio sull’alimentazione per garantire che gli ingredienti siano sufficienti per mantenere una vita quotidiana sana.

Proteine ​​nel cibo per cani
Le proteine ​​sono importanti nella formazione e nel mantenimento di cartilagine, tendini e legamenti. Le proteine ​​nel cibo per cani aiutano anche con la formazione di muscoli, pelle, capelli, unghie e sangue.

Quando le proteine ​​vengono scomposte, creano aminoacidi che sono nutrienti essenziali per i cani. Gli aminoacidi aiutano a creare energia per i cani e a sostenere la vita. Ci sono 10 aminoacidi essenziali necessari ai cani per mantenere una vita sana. Questi nutrienti non possono essere creati nel corpo e devono essere forniti con la dieta.

Fonti di proteine ​​nel cibo per cani
Le fonti di proteine ​​animali contengono le quantità più elevate di aminoacidi essenziali. Le proteine ​​delle piante tendono ad avere una minore digeribilità poiché i cani non possono digerire le fibre vegetali così facilmente come altre fonti. In teoria, i cani possono essere sostenuti con una dieta proteica completamente a base vegetale, ma tale dieta potrebbe aver bisogno di varie fonti di proteine ​​per raggiungere un minimo giornaliero che può essere assorbito in sicurezza.

Per la sicurezza del tuo cane, è meglio consultare un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio o un veterinario di cure primarie che pratica la salute nutrizionale se stai prendendo in considerazione uno stile di vita vegetariano o vegano per il tuo cane. È molto importante che le diete vegetariane siano state sottoposte a sperimentazioni alimentari e siano formulate ed equilibrate da un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio di amministrazione.

Dovresti anche fare un controllo nutrizionale biennale per assicurarti che il tuo cane sia in buona salute. Questi controlli consistono in un esame fisico, una revisione del peso corporeo ideale, un punteggio della condizione corporea e un test di assorbimento del sangue e del tratto gastrointestinale.

Cosa significa proteina grezza?
Crude è solo una parola per comprendere tutti i modi in cui le proteine ​​vengono calcolate e determinate nella dieta. Non fornisce informazioni sulla qualità delle proteine ​​o sul valore nutritivo della fonte proteica nella dieta del tuo cane.

Uno dei molti metodi utilizzati per determinare la qualità delle proteine ​​è il valore biologico (BV). Misura la massa di azoto incorporato nel corpo divisa per la massa di azoto dalle proteine ​​nel cibo moltiplicata per 100.

Un valore del 100% significa che tutte le proteine ​​alimentari mangiate e assorbite diventano proteine ​​nel corpo.

Qualità delle proteine
La qualità delle proteine ​​è quanto della fonte proteica viene convertita in amminoacidi essenziali che possono essere utilizzati dai tessuti del corpo. Dipende da:

Fonte di proteine

Numero di aminoacidi nel cibo

Disponibilità

Le proteine ​​che forniscono grandi porzioni di tutti gli amminoacidi essenziali sono considerate proteine ​​di alta qualità.

Se quella fonte proteica è priva di aminoacidi essenziali o non possono essere assorbiti dall’organismo, allora è considerata una proteina di bassa qualità.

In molti casi, per evitare ciò, più fonti proteiche possono essere alimentate in una dieta per prevenire l’assenza di alcuni amminoacidi.

Di quante proteine ​​ha bisogno il mio cane?
Il fabbisogno proteico minimo per un cane in crescita è del 18% di sostanza secca, o DM, e dell’8% di DM per un cane adulto. Questo si basa sull’alimentazione di una proteina di alta qualità e, di nuovo, è una quantità minima.

AAFCO raccomanda che il fabbisogno giornaliero di diete per cani contenga almeno il 22% di DM per la crescita e il 18% di DM per il mantenimento.

La ricerca attuale afferma che non vi è alcun vantaggio aggiuntivo per l’eccesso di proteine ​​nella dieta. L’importo massimo per qualsiasi fase della vita non deve superare il 30% di DM.

Le proteine ​​in eccesso vengono altrimenti escrete dal corpo e, in alcune condizioni, possono essere dannose.

Diete a basso contenuto proteico
Nutrire una dieta ad alto o basso contenuto proteico per la prevenzione e la gestione di alcune malattie è un argomento dibattuto nella nutrizione veterinaria.

Le diete a basso contenuto proteico possono essere raccomandate per determinate condizioni per ridurre la quantità di ammoniaca presente nel corpo. L’ammoniaca è tossica per i tessuti e le cellule e viene creata come sottoprodotto della scomposizione delle proteine. L’ammoniaca si trova in molte parti del corpo, ma il 90% si trova nei reni e nel fegato.

La riduzione dell’assunzione totale di proteine ​​e degli amminoacidi non essenziali può aiutare a ridurre al minimo il carico di lavoro su questi organi. È meglio consultare il veterinario o un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio se stai prendendo in considerazione una dieta specifica per le proteine ​​a causa delle condizioni del tuo cane.

I cani possono essere allergici a certe proteine?
Le allergie alimentari nei cani sono rare e sono determinate dopo aver escluso allergie ambientali e stagionali. Circa l’85% dei cani pruriginosi ha un’allergia alle punture di insetti (una condizione chiamata dermatite allergica da pulci o DAP) che causa una risposta immunitaria da lieve a grave che può imitare altre condizioni.

In genere, i cani che presentano problemi di pelle e orecchie hanno maggiori probabilità di avere allergie ambientali o stagionali .

Le allergie cutanee comuni possono spesso essere gestite con terapie come:

Farmaci per l’allergia specifici per cani

Preventivi e repellenti parassiti mensili

Integratori

Se sei preoccupato che il tuo cane abbia una potenziale allergia alimentare o avversione alimentare, parla con il tuo veterinario di cure primarie o un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio di una sperimentazione alimentare clinica.

Grasso nel cibo per cani
I grassi sono lipidi solidi a temperatura ambiente e sono composti principalmente da trigliceridi. I grassi alimentari sono la forma di energia più concentrata negli alimenti per animali domestici (2,25 volte più calorie rispetto alle proteine ​​o ai carboidrati).

Il grasso ha molti ruoli nel corpo, come fornire energia e aiutare con l’assorbimento delle vitamine liposolubili. Uno dei ruoli più importanti è fornire acidi grassi essenziali (EFA). Gli EFA aiutano con l’infiammazione a livello cellulare e aiutano i cani a mantenere la pelle sana e la qualità del mantello. Esistono due importanti acidi grassi polinsaturi: gli acidi grassi omega-3 e omega-6.

Le carenze di acidi grassi possono ridurre la guarigione delle ferite e creare un mantello opaco e secco e possono aumentare alcune condizioni dermatologiche. Le diete ricche di grassi possono aumentare il rischio di obesità e richiedono anche un aumento della supplementazione di vitamina E poiché è coinvolta nella protezione antiossidante.

Il fabbisogno di grassi per l’assorbimento delle vitamine liposolubili è compreso tra l’1% e il 2% del cibo.

Fonti di grasso nel cibo per cani
Esistono diverse fonti di acidi grassi essenziali che supportano la salute di un cane.

L’acido linoleico (LA) è il precursore dell’acido arachidonico (AA), un acido grasso essenziale omega-6. Buone fonti di acido linoleico sono oli vegetali, pollo e grasso di maiale.

Gli acidi grassi omega-3, l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA) possono o meno essere essenziali nella dieta quotidiana di un cane.

Gli acidi grassi omega-3 possono essere raccomandati dal veterinario per aiutare a ridurre l’infiammazione causata da condizioni come l’artrite, alcuni tipi di cancro, ustioni, dermatiti, malattie infiammatorie intestinali e malattie renali. Omega-3 è anche un attore importante nel mantenere la cartilagine sana e funzionale.

I semi di lino , la colza e gli oli di pesce marino sono buone fonti di acidi grassi omega-3.

Carboidrati nel cibo per cani
Uno dei motivi più importanti per i carboidrati nella dieta di un cane è fornire energia.

I carboidrati sono necessari nella dieta quotidiana di un cane in quanto forniscono energia sotto forma di glucosio e sono una delle principali fonti di fibra alimentare. Il corpo desidera ardentemente il glucosio e, se non è disponibile con i carboidrati, toglierà gli aminoacidi da altri processi nel corpo.

I carboidrati inoltre:

Genera calore nel corpo

Forma la base per altri nutrienti

Può essere convertito in grasso (alcuni carboidrati)

Gli animali in crescita e i cani che hanno un elevato fabbisogno energetico dovrebbero essere nutriti con una dieta con almeno il 20% di carboidrati.

Fibra di carboidrati
La fibra , una forma di carboidrato, è molto importante per la normale funzione gastrointestinale e la salute di un cane. Mantiene il colon sano insieme ai microbi dell’intestino.

La misura della fibra è riportata come fibra grezza (le porzioni insolubili). La fibra alimentare totale è composta da fibre solubili e insolubili.

Fibra solubile
La fibra solubile trattiene l’acqua e generalmente rende le feci di un cane più morbide.

Fonti comuni di fibra solubile sono frutta e gomme (le gomme migliorano anche la consistenza del cibo in scatola). La gomma è un termine usato per un gruppo di polisaccaridi viscosi e appiccicosi presenti nei semi e nelle piante.

Molte fibre solubili sono anche fermentescibili. Le fibre fermentabili possono essere utilizzate dai normali batteri intestinali di un cane come fonte di energia. Inoltre producono acidi grassi a catena corta che possono essere utilizzati dalle cellule dell’intestino come fonte di energia (chiamati prebiotici).

Fibra insolubile
La fibra insolubile proviene dai cereali nella dieta di un cane. Generalmente aumenta la massa fecale ma non ammorbidisce le feci poiché non può assorbire l’acqua. Viene aggiunto sotto forma di cellulosa.

Molti tipi di fibre utilizzati per l’integrazione sono fibre miste con caratteristiche di fibra per lo più solubili. Le diete ricche di fibre vengono talvolta utilizzate per gestire malattie mediche come il diabete mellito, nonché alcune condizioni gastrointestinali e la gestione del peso.

Fonti di carboidrati
I carboidrati possono essere suddivisi in tre gruppi:

Zuccheri semplici

Oligosaccaridi

Polisaccaridi

Tutti e tre svolgono un ruolo cruciale nella dieta quotidiana dei cani.

I polisaccaridi, noti anche come carboidrati complessi, possono essere ulteriormente definiti in base a come vengono digeriti nel corpo. Gli zuccheri possono essere trovati nella frutta e nel miele. Mais, grano, riso, orzo, avena e patate sono tutte buone fonti di amido (un polisaccaride) per i cani.

A seconda del livello di digeribilità (lento, moderato o veloce), crusca di frumento, crusca di riso, mele e gomma di guar sono buone fonti di amido per i cani. Per un cane sano, non esiste una cattiva fonte di carboidrati, ma puoi definirli in base a come vengono digeriti nel corpo del tuo cane.

L’indice glicemico classifica i carboidrati alimentari in base a come influenzano lo zucchero nel sangue (glucosio). I carboidrati che sono più bassi dell’indice sono considerati per i cani che hanno intolleranza al glucosio e possono essere utilizzati in determinate condizioni mediche. Esiste un piccolo numero di malattie cliniche che possono essere gestite con queste diete.

Come sempre, queste diete dovrebbero essere utilizzate solo sotto la guida di un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio o del veterinario di assistenza primaria. Se stai prendendo in considerazione una dieta non tradizionale per il tuo cane che è un ingrediente limitato o senza carboidrati, è molto importante che parli con il tuo veterinario di cure primarie o un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio per determinare quale dieta è la migliore per le esigenze individuali del tuo cane.

Molte di queste diete vengono utilizzate durante le prove alimentari, ma a causa dei potenziali rischi per la salute dovrebbero essere utilizzate sotto la diretta supervisione del veterinario di assistenza primaria o di un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio di amministrazione.

Di quanti carboidrati ha bisogno il mio cane?
Non è richiesta una quantità specifica di carboidrati per i cani. AAFCO non ha un fabbisogno di carboidrati a causa delle preparazioni tradizionali di diete commerciali.

Gli alimenti per cani commerciali contengono abbastanza carboidrati per soddisfare la quantità giornaliera di glucosio necessaria. Il glucosio è necessario per mantenere il sistema nervoso e mantenerlo funzionante normalmente.

Gli alimenti secchi per cani contengono tipicamente il 30-60% di carboidrati, la maggior parte dei quali è amido. Cereali come mais, riso, frumento, orzo e avena forniscono la maggior parte dell’amido e sono ben tollerati e assorbiti nei cani a causa delle preparazioni commerciali. È importante notare che una dieta senza carboidrati aggiunti sarà più ricca di proteine ​​e grassi.

Vitamine nel cibo per cani
Le vitamine sono molto diverse e svolgono molte funzioni diverse nel corpo di un cane, come la creazione del DNA, lo sviluppo delle ossa, la coagulazione del sangue, la normale funzione dell’occhio e la funzione neurologica.

Ci sono cinque caratteristiche affinché un nutriente possa essere considerato una vitamina:

La sostanza nutritiva deve essere un composto organico che non sia un grasso, un carboidrato o una proteina.

È un componente necessario della dieta.

È essenziale in piccole quantità per il normale funzionamento.

Causa una carenza o diminuisce il normale funzionamento quando manca.

Non può essere sintetizzato naturalmente (prodotto nell’organismo) in quantità sufficienti a supportare la normale funzione.

Consumare troppe vitamine oltre la dose raccomandata può portare a tossicità e altre complicazioni. La carenza di una vitamina può anche causare una cascata di problemi poiché a volte sono necessarie più vitamine per completare una reazione.

È molto importante monitorare le fonti di vitamine nella dieta di un cane poiché possono verificarsi carenze e quantità eccessive a causa delle incongruenze nei prodotti alimentari naturali (fegato, polmoni). Potrebbe essere preferibile utilizzare un integratore vitaminico e minerale per garantire quantità adeguate.

Di quali vitamine hanno bisogno i cani?
Ci sono parecchie vitamine che i cani richiedono dal loro cibo. Possono essere suddivisi in due categorie: liposolubili e idrosolubili.

Vitamine liposolubili
Le vitamine liposolubili richiedono sali biliari e grassi per essere assorbite nell’intestino di un cane. Esistono quattro vitamine liposolubili: A, D, E e K. A causa del modo in cui le vitamine liposolubili vengono immagazzinate e utilizzate dall’organismo, sono a più alto rischio di carenza e / o tossicità.

Vitamina A
La vitamina A, nota anche come retinolo, è essenziale per la normale visione, crescita, riproduzione, funzione immunitaria e pelle sana.

AAFCO consiglia 5.000 UI / kg DM per i cani per tutte le fasi della vita.

La carenza di vitamina A può causare cecità notturna e problemi alla pelle. La tossicità può verificarsi con un eccesso di integrazione e può causare sanguinamento e crescita e formazione ossea anormali.

Le fonti naturali con le più alte quantità di vitamina A includono:

Olio di pesce
Fegato
Uovo
Latticini
La vitamina A non è stabile da sola e, in molti casi, necessita di un rivestimento protettivo per assicurarne l’assorbimento. Le carenze possono causare diminuzione del cibo o anoressia, crescita stentata, pelo opaco e debolezza. Le tossicità possono causare una crescita stentata, anoressia e fratture ossee.

Vitamina D
La vitamina D, nota anche come colecalciferolo (D3) ed ergocalciferolo (D2), è essenziale per i cani poiché non sono in grado di produrlo naturalmente nel corpo. La vitamina D aiuta l’intestino con l’assorbimento e aiuta a trattenere il calcio e il fosforo nell’osso.

AAFCO raccomanda 500 UI / kg DM per i cani per tutte le fasi della vita.

Il pesce marino e gli oli di pesce sono le fonti naturali più ricche, ma possono rappresentare un rischio di sovradosaggio. Altre fonti includono pesce d’acqua dolce, uova, manzo, fegato e la maggior parte dei latticini. Le fonti sintetiche più comuni sono gli integratori di vitamina D3 e vitamina D2.

Le carenze possono causare rachitismo, articolazioni ingrossate, osteoporosi e altri problemi alle ossa. Le tossicità possono includere ipercalcemia, diminuzione del cibo o anoressia e zoppia.

Vitamina E
La vitamina E , nota anche come alfa-tocoferolo, funziona come antiossidante nel corpo.

La carenza può causare diminuzione del cibo o anoressia, problemi della pelle e del sistema immunitario e problemi neurologici nei cani. È la vitamina liposolubile meno tossica. La tossicità è rara ma può interferire con i tempi di coagulazione e la mineralizzazione delle ossa.

AAFCO raccomanda 50 UI / kg DM per i cani.

Solo le piante sintetizzano la vitamina E. Gli oli vegetali, i semi e i cereali hanno le fonti più ricche di vitamina E per i cani.

Vitamina K
La vitamina K, nota anche come menadione, è coinvolta nella coagulazione del sangue e nello sviluppo delle ossa.

Non esiste una dose raccomandata per la vitamina K nei cani, ma AAFCO consiglia 1,64 mg / kg per cuccioli e adulti.

Le carenze di vitamina K possono causare tempi di coagulazione prolungati ed emorragia. Possono verificarsi a causa di condizioni mediche sottostanti che compromettono l’assorbimento della vitamina K nell’intestino (come la malattia infiammatoria intestinale). Alcune forme di vitamina K possono causare anemia e ittero.

Se l’integrazione di vitamina K è raccomandata dal tuo veterinario, chiedi quali fonti sarebbero le migliori per il tuo animale domestico. Alimenti come farina di erba medica, farina di semi oleosi, fegato e farina di pesce sono ricche fonti di vitamina K.

Vitamine idrosolubili
Le vitamine idrosolubili sono prontamente assorbite e utilizzate nel corpo di un cane. A causa del loro rapido utilizzo e della mancanza di immagazzinamento disponibile nel corpo, le carenze sono comuni.

Ci sono nove vitamine idrosolubili essenziali nei cani:

Tiamina (B1)
La tiamina (B1) è coinvolta in molte reazioni enzimatiche nel corpo e aiuta anche con il sistema nervoso.

AAFCO richiede 1 mg / kg di DM per i cani indipendentemente dalla loro fase di vita.

Le fonti ricche di tiamina sono cereali integrali, lievito e fegato. Anche il tessuto animale e la carne possono essere buone fonti.

Le carenze di tiamina sono rare a causa dell’adeguata quantità di tiamina presente nel cibo per cani in commercio. Una carenza può causare problemi al cuore e al sistema nervoso come diminuzione del cibo o anoressia, perdita di peso, debolezza muscolare, convulsioni, atassia e ingrossamento del cuore.

Il sovradosaggio può causare diminuzioni della pressione sanguigna e problemi cardiaci e respiratori.

Riboflavina (B2)
La riboflavina (B2) è coinvolta in molti sistemi nel corpo di un cane.

AAFCO richiede 2,2 mg / kg di DM per i cani.

Le carenze sono rare, ma possono causare una crescita stentata e perdita di peso, nonché problemi neurologici, della pelle, del cuore e degli occhi. Le overdose non sono comuni e hanno effetti collaterali minimi.

Piridossina (B6)
La piridossina (B6) è coinvolta nel metabolismo degli amminoacidi insieme ad altri sistemi del corpo. Aiuta anche con la creazione di neurotrasmettitori.

La quantità raccomandata da AAFCO è 1 mg / kg.

La vitamina B6 si trova in molte fonti di alimenti e nelle quantità più elevate nella carne, nei prodotti integrali, nelle verdure e nelle noci.

Le carenze possono causare diminuzione del cibo o anoressia, perdita di peso, crescita stentata, anemia, convulsioni, debolezza e problemi renali. Le tossicità sembrano essere rare, ma possono includere segni di atassia, segni di debolezza e caduta.

Niacina (B3)
La niacina (B3) è coinvolta in molte reazioni enzimatiche e fisiologiche nel corpo di un cane.

Il requisito AAFCO è di 11,4 mg / kg DM.

Gli alimenti ricchi di niacina sono lievito, sottoprodotti di origine animale / pesce, cereali, legumi e semi oleosi. La niacina viene aggiunta alla maggior parte degli alimenti per animali domestici in commercio.

Le carenze includono diminuzione del cibo o anoressia, diarrea, dermatite, demenza, crescita stentata, danni ai tessuti molli del cavo orale (come la necrosi della lingua), sbavando e, in alcuni casi, morte. Le tossicità sono rare ma possono causare sangue nelle feci e convulsioni.

Acido pantotenico (B5)
L’acido pantotenico (B5) aiuta con il metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati, insieme ad altri sistemi del corpo. Svolge un ruolo cruciale nella produzione di energia.

AAFCO consiglia 10 mg / kg di DM per cani di tutte le fasi della vita.

Si trova in tutti gli alimenti, ma più in alto nelle carni (fegato e cuore), riso e crusca di frumento, erba medica, farina di arachidi, lievito e pesce. Il pantotenato di calcio è la forma predominante aggiunta agli alimenti per animali domestici.

Le carenze sono molto rare, ma possono causare perdita di peso, un sistema immunitario indebolito e problemi cardiaci. Non si notano livelli di tossicità nei cani, ma può causare disturbi gastrointestinali a dosi elevate.

Cobalamina (B12)
La cobalamina (B12) è la più grande e complessa delle vitamine del gruppo B. È coinvolto nel metabolismo di molti sistemi del corpo di un cane, come il folato, ed è importante per la funzione cellulare.

Il requisito AAFCO è di 0,022 mg / kg per i cani.

Alcuni microrganismi sono in grado di creare cobalamina. Le piante hanno quantità molto piccole di vitamina B12. La carne e alcuni prodotti lattiero-caseari sono buone fonti.

Le carenze non sono comuni, ma possono causare anemia, scarsa crescita e problemi neurologici. L’alimentazione a lungo termine di alcune diete a base vegetale può portare a una carenza di vitamina B12. Le tossicità non sono note nei cani ma possono causare riflessi anormali e altre condizioni neurologiche.

Acido folico (B9)
L’acido folico (B9) aiuta con la sintesi del DNA e delle purine.

AAFCO consiglia 0,18 mg / kg di DM per i cani.

L’acido folico si trova in molti alimenti (fegato, tuorli d’uovo e verdure verdi), ma può essere instabile o distrutto riscaldandolo, congelandolo e conservandolo in acqua.

Le carenze possono includere riduzione del consumo di cibo e incapacità di mantenere o aumentare di peso, diminuzione della funzione immunitaria e problemi di sangue (anemia, problemi di coagulazione). Alcuni farmaci (sulfamidici) possono interferire con l’assorbimento. Non sono note tossicità nei cani.

Biotina (B7 o H)
La biotina (B7 o H) è coinvolta in molte reazioni nel corpo di un cane che aiutano il metabolismo di grassi, zuccheri e amminoacidi.

Attualmente non esiste una quantità consigliata per i cani.

La biotina è presente in molti alimenti, ma in quantità ridotte. I semi oleosi, i tuorli d’uovo, la farina di erba medica, il fegato e il lievito contengono più biotina. Molte volte, gli alimenti per animali domestici commerciali hanno integrato la biotina.

Le carenze nei cani sono rare, ma possono verificarsi dopo aver somministrato albumi d’uovo crudi e alcuni antimicrobici. Gli albumi crudi possono legarsi alla biotina e renderla non disponibile per il corpo di un cane. Una diminuzione della biotina può causare un aumento della produzione di cheratina, insieme a dermatiti, perdita di capelli e un mantello opaco. Potrebbero esserci segni di crescita stentata insieme a problemi neurologici. Non sono note tossicità.

Colina
La colina si trova nelle membrane cellulari. Riduce l’assorbimento dei grassi nel fegato, è importante per la coagulazione e l’infiammazione e aiuta con altre funzioni del corpo. I cani possono sintetizzare la colina nel fegato. Non è considerata una vitamina ma è essenziale e viene aggiunta a molte diete commerciali.

AAFCO raccomanda 1.200 mg / kg di DM per i cani.

Tuorli d’uovo, farine ghiandolari e pesce sono le fonti animali più ricche, mentre i germi di cereali, i legumi e le farine di semi oleosi sono le migliori fonti vegetali.

Le carenze includono fegati grassi (nei cani giovani), aumento dei tempi di coagulazione del sangue, crescita stentata, problemi ai reni e riduzione del consumo di cibo o anoressia. Non sono note tossicità nei cani. I grassi naturali contengono un po ‘di colina. La lecitina è un efficace agente emulsionante negli alimenti ed è la forma di colina ingerita nella maggior parte degli alimenti.

I cani hanno bisogno di integratori vitaminici?
Una dieta completamente equilibrata e formulata contiene tutte le vitamine quotidiane di cui il tuo cane avrebbe bisogno. Molte diete commerciali per alimenti per animali domestici sono fortificate per soddisfare il fabbisogno vitaminico del tuo cane.

Le diete che hanno una dichiarazione AAFCO dovrebbero essere complete ed equilibrate con tutte le vitamine richieste. Anche se confermare la percentuale di vitamine nella dieta è difficile, l’integrazione della dieta quotidiana di un cane spesso non è necessaria e, in molti casi, può rappresentare un rischio di tossicità.

È molto importante quando si sceglie una dieta per il proprio cane che sia inclusa la dichiarazione AAFCO. Se stai alimentando una dieta non tradizionale che non ha una dichiarazione AAFCO, consulta un veterinario di cure primarie che pratica una salute nutrizionale avanzata o un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio per assicurarti che il tuo animale domestico soddisfi le sue esigenze nutrizionali quotidiane.

Possono anche discutere di integratori e confermare eventuali domande sull’etichettatura degli alimenti per animali domestici. Gli integratori umani e canini da banco in molti stati non sono tenuti a sottoporsi a studi alimentari o test di biodisponibilità, il che significa che alcuni prodotti potrebbero non essere prontamente disponibili per i cani.

La biodisponibilità può essere confermata solo attraverso studi clinici e di sicurezza, che mostrano la percentuale di ciò che è disponibile, quali sono gli ingredienti attivi e inattivi e cosa può essere assorbito.

Se stai prendendo in considerazione un integratore, cerca prodotti che abbiano un sigillo di qualità dal National Animal Supplement Council (NASC) per garantire un’adeguata biodisponibilità e sicurezza. Alcune condizioni mediche possono richiedere un’integrazione vitaminica. Questo dovrebbe essere fatto solo sotto la diretta supervisione del tuo veterinario di cure primarie.

Minerali nel cibo per cani
I minerali sono i principali componenti strutturali degli organi e dei tessuti del corpo, dei fluidi corporei, degli elettroliti e delle contrazioni muscolari. Sono coinvolti nei sistemi enzimatici e ormonali.

Esistono due tipi di minerali: macrominerali e oligoelementi. Entrambi hanno esigenze giornaliere per i cani, ma in quantità diverse.

I minerali aiutano con molte funzioni del corpo di un cane e delle strutture di supporto. Senza un profilo minerale completamente bilanciato, molti sistemi biologici smetteranno di funzionare, il che può portare a gravi condizioni mediche e persino alla morte.

Di quali minerali hanno bisogno i cani?
Esistono diversi tipi di macrominerali e oligoelementi necessari per creare un alimento per cani completo ed equilibrato.

Macro-minerali
I macrominerali sono richiesti a più di 100 mg / Mcal. Di seguito sono riportati i macrominerali richiesti.

Calcio (Ca)
Il calcio (Ca) consente a denti e ossa di mantenere la loro forma ed è attivamente coinvolto nel bilanciamento del calcio nell’osso di un cane. È anche molto importante nella comunicazione cellulare ed è coinvolto nella coagulazione del sangue, nella funzione muscolare e nella trasmissione nervosa.

Circa il 99% di tutto il calcio è immagazzinato nei denti e nelle ossa.

Troppo o troppo poco calcio può creare uno squilibrio nei livelli di fosforo-calcio. Le carenze di calcio possono causare riassorbimento osseo, diminuzione della crescita, riduzione del consumo di cibo o anoressia, zoppia, zoppia, frattura dell’osso, denti mobili e convulsioni. Un basso livello di calcio può verificarsi in caso di insufficienza renale, pancreatite ed eclampsia.

Potrebbe essere necessaria un’integrazione, ma dovrebbe essere eseguita sotto la stretta supervisione di un veterinario a causa dei rischi di squilibrio minerale. Quantità eccessive di calcio possono causare zoppia degli arti e gonfiore delle articolazioni. Può anche causare alcune condizioni come l’iperparatiroidismo secondario.

Fosforo (P)
Il fosforo (P) è vitale in molti tessuti e funzioni nel corpo di un cane. È il secondo componente strutturale di ossa, denti, RNA e DNA. È importante per la crescita cellulare, l’uso dell’energia cellulare e la formazione di aminoacidi e proteine.

Le raccomandazioni AAFCO sono dello 0,8% per la crescita e dello 0,5% per il mantenimento (adulti).

La maggior parte del fosforo proviene dalla dieta di un cane ed è disponibile più facilmente negli ingredienti di origine animale rispetto agli ingredienti a base vegetale (acido fitico). Il tessuto di carne (pollame, agnello, pesce, manzo) è ricco di fosforo, seguito da uova, prodotti lattiero-caseari, semi oleosi, integratori proteici e cereali.

Le carenze possono causare pica, diminuzione della crescita, scarso mantello e fratture ossee. Quantità eccessive possono causare perdita di massa ossea, calcoli urinari, incapacità di aumentare di peso e calcificazione di tessuti e organi.

Magnesio (Mg)
Il magnesio (Mg) è coinvolto nella composizione strutturale delle ossa, svolge un ruolo nel metabolismo dei carboidrati e dei grassi e fa parte dell’attività neuromuscolare.

AAFCO raccomanda lo 0,04% di DM per la crescita e lo 0,08% di DM per il mantenimento (cani adulti).

I prodotti a base di ossa (come farina di ossa o farina di agnello), semi oleosi, semi di lino, farina di soia, cereali non raffinati e fibre sono buone fonti di magnesio.

Le carenze possono causare una crescita stentata, contrazione muscolare e problemi di mobilità e riduzione del consumo di cibo o anoressia. Livelli elevati possono causare formazione di calcoli e paralisi. I reni sono molto importanti nella regolazione del magnesio. L’uso di determinati farmaci (ciclosporina, diuretici, ecc.) E alcune condizioni mediche possono causare uno squilibrio.

Potassio (K)
Il potassio (K) è il più abbondante all’interno delle cellule del corpo di un cane. Aiuta in molte funzioni del corpo, come il mantenimento dell’equilibrio acido-base e dell’equilibrio osmotico, la trasmissione degli impulsi nervosi e la contrattilità muscolare. Non è immagazzinato nel corpo e deve essere integrato nella dieta.

AAFCO raccomanda lo 0,6% di DM per i cani in tutte le fasi della vita.

La farina di soia, i cereali non raffinati, le fonti di fibre e il lievito sono ottime fonti di potassio.

Le carenze possono causare diminuzione del cibo o anoressia, letargia e difficoltà a camminare. La supplementazione eccessiva è rara ma può causare problemi cardiaci e muscolari.

Sodio (Na) e Cloruro (Cl)
Il sodio (Na) e il cloruro (Cl) sono importanti per mantenere la pressione osmotica, l’equilibrio acido-base e ciò che entra ed esce dalle cellule del corpo. Il sodio è anche importante per l’assorbimento del calcio e l’assorbimento di diverse vitamine idrosolubili.

Le carenze possono causare diminuzione del cibo o anoressia, debolezza, affaticamento e perdita di capelli. La sovra-integrazione non si verifica in genere a meno che non sia prontamente disponibile acqua di buona qualità, ma può causare stitichezza, convulsioni e, in alcuni casi, morte.

Minerali in traccia
I minerali in traccia, noti anche come microminerali, sono richiesti a meno di 100 mg / Mcal. Di seguito sono riportati i minerali traccia richiesti.

Ferro (Fe)
Ferro (Fe) Il ferro è molto importante per il trasporto dell’ossigeno in tutto il corpo di un cane. Le carenze possono causare anemia, pelo ruvido, letargia e crescita stentata.

AFFCO consiglia 80 mg / kg per i cani in tutte le fasi della vita. Gli alimenti ricchi di ferro sono la maggior parte degli ingredienti della carne (carni di organi – fegato, milza e polmoni) e alcune fonti di fibre.

Quantità eccessive nella dieta possono portare a una riduzione del consumo di cibo o all’anoressia, perdita di peso e problemi al fegato.

Rame (Cu)
Il rame è importante nella formazione e nell’azione di diversi enzimi nel corpo di un cane, nella formazione dell’emoglobina (movimento dell’ossigeno), nella funzione cardiaca, nella formazione di ossa e mielina, nello sviluppo del tessuto connettivo e nella funzione immunitaria. Il fegato è la sede principale del metabolismo del rame.

AAFCO raccomanda un minimo di 7,3 mg / kg di DM per i cani.

La maggior parte delle carni (in particolare le carni di organi di bovini) sono ricche di rame. La disponibilità di rame negli alimenti può variare, rendendo difficile l’integrazione.

Le carenze possono causare una crescita anormale, cambiamenti nel colore dei capelli, problemi alle ossa e condizioni neurologiche. Alcune razze di cani sono suscettibili alla tossicità epatica da troppo rame (Bedlington, West Highland White e Skye Terrier). Quantità eccessive possono causare epatite e aumento degli enzimi epatici.

Zinco (Zn)
Lo zinco è coinvolto in oltre 100 funzioni enzimatiche, sintesi proteica, metabolismo dei carboidrati, guarigione della pelle e delle ferite e sistema immunitario. Lo zinco non è una sostanza tossica, ma una sovra-integrazione non è raccomandata poiché può interagire con altri minerali e diminuire l’assorbimento.

AAFCO consiglia 120 mg / kg di DM per i cani. Gli alimenti ricchi di zinco sono la maggior parte delle carni e delle fonti di fibre.

Le carenze includono riduzione del consumo di cibo, crescita stentata, perdita di capelli, un sistema immunitario indebolito e disturbi della crescita. Alcune razze artiche possono avere carenze ( Alaskan Malamute e Siberian Huskies ) che possono richiedere un’integrazione anche con adeguati livelli alimentari dietetici.

Manganese (Mn)
Il manganese è coinvolto in molti sistemi, come il metabolismo dei grassi e dei carboidrati e lo sviluppo di ossa e cartilagini.

AAFCO raccomanda 5 mg / kg di DM per i cani.

Gli alimenti ricchi di manganese sono fonti di fibre e farine di pesce.

Le carenze possono causare deformità dell’osso e scarsa crescita.

Selenio (Se)
Il selenio è coinvolto nel sistema immunitario, protegge le cellule dal danno ossidativo ed è coinvolto nella normale funzione tiroidea.

I requisiti AAFCO sono 0,11 mg / kg di DM per i cani.

Pesce, uova e fegato sono prodotti alimentari ad alto contenuto di selenio.

Le carenze sono rare poiché la vitamina E può agire come sostituto del selenio in alcune funzioni. Carenze prolungate possono causare una diminuzione del mangiare e l’edema del corpo. Quantità eccessive possono causare vomito, spasmi muscolari, cadute e debolezza, sbavando eccessivo, riduzione del cibo o anoressia, problemi di respirazione, alito maleodorante e odore dalla bocca e problemi alle unghie.

Iodio (I)
Lo iodio è coinvolto nel corretto funzionamento della tiroide di un cane. La tiroide aiuta a regolare la temperatura corporea ed è coinvolta nella crescita e nello sviluppo, nella riparazione e cura della pelle e dei capelli e nella funzione neuromuscolare.

AAFCO consiglia 1,5 mg / kg di DM per i cani.

Pesce, uova e sali iodati sono prodotti alimentari ad alto contenuto di iodio. Gli integratori di iodio che si trovano tipicamente negli alimenti commerciali includono iodato di calcio, ioduro di potassio e ioduro rameoso.

Carenze e quantità eccessive causano gli stessi problemi medici come il gozzo, tra cui ghiandole tiroidee ingrossate, perdita di capelli, letargia, debolezza, diminuzione del cibo o anoressia e febbre.

Requisiti dell’acqua per i cani
L’acqua è considerata il nutriente più importante poiché svolge molte funzioni importanti, come ad esempio:

Regolazione della temperatura corporea

Abbattere carboidrati, proteine ​​e grassi

Fornire forma e struttura al corpo

Mantenere la forma dell’occhio

Lubrificazione dei giunti

Proteggere il sistema nervoso

I cani ottengono l’acqua attraverso la loro dieta e semplicemente bevendo acqua.

In generale, il fabbisogno medio giornaliero di acqua per un cane sano e alterato è 2,5 volte la quantità di sostanza secca che mangiano.

Un altro modo di pensare alla quantità di acqua che un cane dovrebbe consumare quotidianamente è che sia uguale alla quantità di energia (contenuto di cibo) che viene ingerita. Questo dipende da molti fattori che influenzano il corpo (età, sesso, taglia, stress , ecc.) e il volume di sostanza secca che viene consumato attraverso la dieta.

In media, un cane alimentato con una dieta umida berrà meno acqua durante il giorno a causa del contenuto di umidità più elevato (circa> 75% in meno).

I cani dovrebbero avere accesso continuo all’acqua pulita e fresca. È anche importante monitorare la loro assunzione giornaliera e informare il veterinario di eventuali aumenti o diminuzioni.

Posso fare il mio cibo per cani equilibrato?
Le diete non tradizionali, compresi i pasti preparati in casa per i cani , sono completamente possibili e, con alcune condizioni mediche, potrebbero essere necessarie. Tieni presente che non tutti gli alimenti a beneficio delle persone possono essere assorbiti, tollerati o addirittura sicuri per il tuo cane.

Come proprietario di un animale domestico, dovresti consultare un esperto nel campo per assicurarti che le esigenze quotidiane individuali del tuo animale domestico siano soddisfatte. Considera un consulto con un nutrizionista veterinario certificato dal consiglio o un veterinario di cure primarie che pratica una salute nutrizionale avanzata per garantire che tutti i pasti siano equilibrati e formulati per lo stile di vita e le esigenze del tuo cane.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...