Animali

Overdose di oppiacei nei cani: quali sono i rischi?

Girl and her dog walking in a autumn park

Unna statistica spaventosa: Ogni giorno 91 americani muoiono per overdose da oppiacei. Inoltre allarmante, la maggior parte dei genitori di animali domestici potrebbe non sapere che la diffusa disponibilità di questi antidolorifici simili alla morfina, sia su prescrizione che per acquisto illegale, può mettere a rischio gli animali.

Peter Thibault di Andover, nel Massachusetts, ha fatto questa spaventosa scoperta mentre portava il cucciolo di laboratorio giallo della sua famiglia, Zoey, nella sua passeggiata mattutina nel settembre 2017. Zoey ha notato un pacchetto di sigarette vuoto sul marciapiede vicino a dove i bambini di Thibault prendono il loro scuolabus e lo raccolse con la bocca. Thibault, che era abituato al curioso cucciolo che cercava di mangiare tutti i tipi di oggetti, allontanò rapidamente il pacchetto di sigarette da lei. A meno di 100 passi da quell’angolo, Zoey crollò, privo di sensi. “È stato orribile”, ricorda. “Non sapevo che cosa non andava.”

Thibault portò Zoey al vicino Bulger Veterinary Hospital, dove un veterinario gli chiese di descrivere esattamente cosa era successo. Sospettando che Zoey avesse inalato o ingerito residui di fentanil, un potente oppioide a breve durata d’azione, dal pacchetto di sigarette, il veterinario iniettò rapidamente al cane il naloxone. Ampiamente noto come Narcan, il farmaco agisce come antagonista degli oppiacei e può invertire un sovradosaggio. Nel giro di pochi minuti, Zoey era in allerta e si comportava come se nulla fosse successo, dice Thibault. Ma fu scosso.

“Ero incredulo”, dice. “Anche durante il viaggio verso casa, non ci credevo. Ero fuori di me. “

Mentre l’esposizione accidentale agli oppioidi nella comunità è rara, questo caso dimostra che l’esposizione accidentale può danneggiare chiunque, dovunque, afferma il dott. Kiko Bracker dell’unità di pronto soccorso e di terapia intensiva presso l’Angell Animal Medical Center di Boston.

“È stato un grande campanello d’allarme”, afferma Thibault, che non si sarebbe mai aspettato di incontrare oppioidi nella sua tranquilla comunità.

CHE COS’È IL FENTANIL? È DIVERSO DALL’EROINA?
Il veterinario che ha curato Zoey sospettava il fentanil perché il cane è collassato così rapidamente dopo una probabile esposizione. Il fentanil è un oppioide ad azione rapida usato per il controllo del dolore nell’uomo e negli animali, considerato 100 volte più potente della morfina, afferma Charlotte Flint, veterinaria senior di consulenza, tossicologia clinica, per Pet Poison Helpline & Safety Call International.

L’eroina, d’altra parte, è un oppiaceo non usato in medicina ma venduto come droga di strada. È considerato da due a quattro volte più potente della morfina, dice Flint. Il fentanil e altri prodotti chimici possono essere “tagliati” in eroina per aumentare la sua potenza e, a sua volta, la sua letalità, note di selce. Ciò comporta rischi per i cani da lavoro , compresi gli ufficiali del K-9 e i cani che fiutano la droga.

COME SI USA IL FENTANIL?
Medici e veterinari prescrivono il fentanil per trattare il dolore dopo un intervento chirurgico, un trauma o malattie dolorose come il cancro ed è considerato sicuro per un uso a breve termine. Il fentanil è disponibile in diverse forme, incluso un liquido iniettabile, generalmente utilizzato solo in ambito ospedaliero; cerotti che rilasciano il farmaco attraverso la pelle per un periodo di giorni; e compresse, film e pastiglie presi per via orale, dice Flint. Un prodotto per soli veterinari per cani, chiamato Recuvyra, viene applicato sulla pelle in ospedale per alleviare il dolore a breve termine dopo l’intervento chirurgico, dice.

QUANTA ESPOSIZIONE PUÒ CAUSARE UN SOVRADOSAGGIO DI UN ANIMALE DOMESTICO?
Poiché il fentanil è disponibile in diverse concentrazioni e la dimensione di un animale è un fattore, è impossibile per i veterinari definire una dose potenzialmente fatale, ma i sospetti di esposizione richiedono cure mediche immediate, i nostri esperti concordano. “Qualsiasi esposizione dovrebbe suscitare preoccupazione, ma certamente non tutte le esposizioni sono letali”, afferma Bracker.

QUALI SONO I SEGNI DEL SOVRADOSAGGIO DA OPPIOIDI NEGLI ANIMALI DOMESTICI?
Poiché potrebbero non vedere il loro animale ingerire una sostanza, i genitori di animali domestici devono riconoscere i segni di un possibile sovradosaggio. La dott.ssa Paula A. Johnson, assistente professore clinico di emergenza per piccoli animali e terapia intensiva presso il Purdue University College of Veterinary Medicine, afferma che segni e sintomi includono cambiamenti nel comportamento — dalla ridotta reattività all’agitazione — camminare come un ubriaco, depressione respiratoria, gocciolare l’urina , vomito e collasso.

I gatti sperimentano spesso pupille dilatate e più comunemente si agitano e sono disorientati, piuttosto che assonnati, e possono anche sbavare e vomitare, dice Flint. Tuttavia, è importante tenere presente che nessuno di questi sintomi è visibile solo con sovradosaggio o esposizione agli oppiacei, osserva Bracker.

I VETERINARI IN GENERE IMMAGAZZINANO NALOXONE?
I genitori di animali domestici che non hanno familiarità con l’uso di prescrizione di oppioidi per animali potrebbero presumere che Thibault fosse fortunato che il veterinario avesse in magazzino naloxone. Tuttavia, Johnson afferma che il farmaco si trova nella maggior parte dei gabinetti dei medicinali veterinari. “Qualsiasi veterinario che utilizza oppioidi nella loro pratica dovrebbe avere il naloxone a portata di mano come misura di sicurezza”, afferma.

ESISTONO LINEE GUIDA RELATIVE AL SOVRADOSAGGIO DA OPPIOIDI NEGLI ANIMALI?
Con una maggiore consapevolezza dei rischi di overdose accidentale negli animali, organizzazioni come l’American Veterinary Medical Association stanno esaminando più da vicino il problema. Durante l’estate del 2017, l’organizzazione ha realizzato un video di formazione per aiutare i veterinari a curare la polizia e i cani tossicodipendenti che sono esposti ai farmaci oppioidi nella linea di dovere, osserva Flint.

In generale, tuttavia, le linee guida su oppioidi e naloxone differiranno per stato e per regione, afferma Bracker.

COME POSSO PROTEGGERE IL MIO ANIMALE DOMESTICO DAL SOVRADOSAGGIO?
La maggior parte dei casi di avvelenamento da oppiacei si verifica quando un animale domestico entra nelle prescrizioni conservate in modo improprio di un membro della famiglia o nei farmaci scartati di un vicino, afferma Flint, quindi l’uso e lo smaltimento corretti possono essere la chiave per la prevenzione. “A volte gli animali domestici mangiano una pillola caduta o masticano una bottiglia di pillole. Abbiamo anche molti casi in cui qualcuno ha gettato nella spazzatura un cerotto di fentanil usato e l’animale lecca o mastica il cerotto “, afferma. “Ha ancora un po ‘del farmaco, quindi possono essere avvelenati anche se non ingeriscono l’intero cerotto.”

In spazi pubblici, prestare attenzione. “Devi essere molto attento e attento a ciò che [gli animali domestici] stanno fiutando e mettendo in bocca”, consiglia Johnson.

“Mi rende sicuramente più consapevole”, dice Thibault della sua esperienza con il suo cane. “All’inizio, eravamo davvero nervosi per riprenderla su quella strada.”

In questi giorni, tiene Zoey al guinzaglio quando la cammina ed è vigile su tutto ciò che cerca di mettersi in bocca, che, come cucciolo di Lab, è praticamente tutto.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...