Animali

Perché il mio gatto starnutisce?

Q

Lo starnuto è un’utile funzione corporea in cui il corpo espelle con forza le sostanze irritanti dal naso. Una moltitudine di specie animali starnutisce, inclusi cani, galline, elefanti, alcune lucertole e gatti.

Se il tuo gatto starnutisce, potrebbe essere solo una parte del normale processo per schiarirsi il naso che di solito non è preoccupante. Tuttavia, se lo starnuto è persistente o se sono presenti altri sintomi, può indicare una malattia sottostante.

Ecco cosa devi sapere sullo starnuto di gatto: dalle cause e le preoccupazioni a come aiutare.

Che cosa causa lo starnuto del gatto?
Lo starnuto di gatto può essere sorprendentemente difficile da diagnosticare, per diversi motivi. Per prima cosa, il tuo veterinario dovrà confermare che il tuo gatto sta effettivamente starnutendo.

Tosse , soffocamento, starnuti inversi, singhiozzo, conati di vomito e respiro sibilante possono essere identificati erroneamente come uno starnuto e ciascuno di questi sintomi viene fornito con un elenco separato di possibili cause.

Fai un video del tuo gatto durante un episodio per aiutare il veterinario a confermare se si tratta davvero di uno starnuto.

Un altro ostacolo nella diagnosi di starnuti di gatto è la pletora di cause sottostanti. Infezioni, infiammazioni croniche, malattie dentali, cancro e inalazione di materiale estraneo possono far starnutire un gatto.

A complicare ulteriormente le cose è il fatto che nei gatti, più di una di queste cause di solito si verificano contemporaneamente.

Ecco alcune delle possibili cause di starnuti nei gatti.

Infezioni respiratorie virali
Nei gatti che starnutiscono, le infezioni virali delle vie respiratorie superiori sono, come regola generale, il problema originale. L’infezione più diffusa è l’ herpesvirus felino . Alcuni ricercatori hanno stimato che ben l’80-90% dei gatti è infetto da herpesvirus.

A differenza delle persone, l’herpesvirus nei gatti causa principalmente i segni delle vie respiratorie superiori, inclusi starnuti e secrezione dagli occhi e dal naso. Come nelle persone, i sintomi dell’herpesvirus felino sono esacerbati dallo stress.

Sebbene ci siano ricerche emergenti che suggeriscono che i farmaci esistenti potrebbero migliorare i risultati per i gatti infetti da herpesvirus , attualmente non esiste una cura e le infezioni durano per tutta la vita.

Altre infezioni virali che possono contribuire allo starnuto del gatto includono il calicivirus (contro il quale il vaccino combinato FVRCP fornisce protezione) e l’influenza.

Infezioni batteriche
Le infezioni batteriche giocano quasi sempre un ruolo secondario nei sintomi delle vie respiratorie superiori nei gatti.

Se vedi moccio giallo o verde che emerge dal naso o dagli occhi del tuo gatto, questa scarica di colore anormale è un segno sicuro di un’infezione batterica.

Tuttavia, nei gatti, queste infezioni batteriche non agiscono quasi mai da sole; dopo che un virus respiratorio o un altro processo patologico ha causato danni alle vie nasali, i batteri colgono l’opportunità di sfruttare le barriere diminuite che di solito proteggono il gatto da tali attacchi.

Bordetella , micoplasma e clamidia sono tutti colpevoli comuni di infezioni batteriche nel naso di un gatto. Sebbene queste infezioni siano raramente l’unico problema, il trattamento con antibiotici come la doxiciclina o l’azitromicina ridurrà drasticamente gli starnuti e altri sintomi, consentendo al gatto di respirare più comodamente.

La ricerca sull’efficacia dei nuovi antibiotici può consentire al veterinario di trattare più facilmente queste infezioni in futuro.

Infiammazione e irritazione
Una categoria molto ampia di malattie che contribuisce allo starnuto del gatto è quella che crea infiammazione e irritazione al naso.

Le infezioni sopra menzionate possono certamente causare infiammazioni, ma lo possono anche quasi tutte le altre cause di starnuti di gatto.

A complicare le cose, l’infiammazione stessa può far starnutire un gatto, creando un ciclo di feedback in cui i gatti continuano a starnutire molto tempo dopo che il problema iniziale è stato eliminato o è stato inattivato. Questa situazione è in genere indicata come rinite cronica .

Non esiste un test valido per diagnosticare una condizione infiammatoria come unica causa di starnuti nei gatti (a parte una biopsia nasale, che deve essere eseguita in anestesia). Quindi, in genere, una volta escluse le altre cause, l’infiammazione è l’ultimo uomo in piedi, per così dire.

Trattamenti apparentemente efficaci vanno da steroidi e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) a farmaci tipicamente usati per la nausea. Sebbene nella sua infanzia, ci sono prove che suggeriscono che l’immunoterapia potrebbe aiutare a starnutire i gatti in alcuni casi.

Sebbene le allergie siano infiammatorie, la rinite allergica (starnuti da allergie) è così rara da essere inesistente nel gatto domestico.

Materiale estraneo
L’inalazione di materiale estraneo, come fili d’erba, coda di volpe, ecc., Può ovviamente causare irritazione alle vie nasali.

Quando questi intrusi vengono inalati da un gatto, la risposta del corpo è di starnutire per espellere i detriti estranei. Mentre questo approccio potrebbe funzionare per particelle più piccole come la polvere, gli oggetti più grandi sono difficili da rimuovere per un gatto starnutendo.

Queste situazioni possono essere diagnosticate con la rinoscopia, in cui una telecamera viene inserita nel naso di un gatto anestetizzato, o con un lavaggio nasale, in cui la soluzione salina sterile viene forzata attraverso i passaggi nasali (di nuovo, sotto anestesia) per rimuovere il materiale che il il gatto non era in grado di starnutire.

Malattia dentale
Molti proprietari di animali domestici sono sorpresi di apprendere che le malattie dentali potrebbero contribuire allo starnuto del gatto.

Come con molte specie, le radici dei denti sulla mascella superiore si trovano proprio accanto ai passaggi nasali. Quando i denti vengono infettati, o quando esiste una grave infiammazione, la barriera tra l’alveolo dentale e il naso può essere penetrata.

Quando il gatto mangia, il materiale alimentare può entrare nel naso, innescando il riflesso dello starnuto.

Il trattamento della malattia dentale, mediante l’estrazione del dente interessato o la chiusura del foro anormale, allevierà tipicamente lo starnuto a meno che il problema non sia passato al ciclo di feedback della rinite cronica.

Questa condizione è generalmente dolorosa, quindi se sospetti una malattia dentale nel tuo gatto, una visita veterinaria è fortemente consigliata.

Neoplasia (tumori)
Come con la maggior parte dei sintomi, i tumori sono sempre nell’elenco delle possibili cause.

Soprattutto nei gatti anziani, i tumori possono crescere all’interno del passaggio nasale, creando irritazione e infiammazione che fa starnutire il gatto. Questi tumori vengono tipicamente rilevati visivamente tramite rinoscopia o biopsia nasale.

Quando sono presenti, la prognosi è purtroppo piuttosto sfavorevole. Simile alla malattia dentale, si pensa che i tumori nasali siano dolorosi.

Infezioni fungine
Sebbene meno comuni delle infezioni virali o batteriche, le infezioni fungine sono una causa nota di starnuti nei gatti.

Un fungo chiamato Cryptococcus è il solito sospetto.

A differenza delle infezioni virali, esistono trattamenti efficaci per le infezioni fungine nel naso felino. Un esame fisico da solo non sarà sufficiente per distinguere un’infezione fungina da altre cause di starnuti di gatto, quindi di solito sono necessarie la rinoscopia o una biopsia per ottenere una diagnosi.

Le infezioni fungine in questa posizione possono essere dolorose.

Altre cause
Sebbene una manciata di altre cause possano contribuire allo starnuto del tuo gatto, inclusi polipi o formazione anormale del naso e della bocca, le cause sopra elencate sono molto più comuni.

Il gatto starnutisce sul serio?
Dipende se la causa è ambientale o una malattia.

A volte le sostanze irritanti che innescano il riflesso dello starnuto sono ambientali, come polvere, muffa o polline, che il gatto inala, facendogli starnutire. In questi casi, lo starnuto di solito non è grave, soprattutto se osservato in un episodio isolato.

Più spesso, però, lo starnuto del gatto è causato da uno o più processi patologici.

Più comunemente, un’infezione virale è il problema iniziale, con successive infiammazioni e infezioni batteriche che causano danni all’architettura all’interno del naso, perpetuando il problema.

E se il mio gatto continua a starnutire?
Dipende dalla causa. Se si tratta di un episodio isolato di starnuto di gatto, è probabile che il problema scompaia e non si ripresenti.

Se il tuo gatto inizia a starnutire improvvisamente e dura diversi giorni, esiste la possibilità che il problema si risolva, ma probabilmente sarà necessario un trattamento.

Se il tuo gatto soffre di starnuti cronici, tuttavia, starnutirà probabilmente a intermittenza per il resto della sua vita. La persistenza dello starnuto in uno stato cronico aumenta sostanzialmente le probabilità che sia in gioco un processo patologico sottostante.

Quando è il momento di vedere un veterinario?
Poiché molte di queste condizioni sono scomode o dolorose, non è mai una cattiva idea portare il gatto dal veterinario non appena noti un problema, anche se lo starnuto è l’unico sintomo.

Tuttavia, questi segni sono più gravi e richiedono una visita veterinaria il prima possibile:

Perdita di appetito

Perdita di peso

Secrezione nasale

Peggioramento dei sintomi

Persistenza dei sintomi oltre alcuni giorni

Gatto che starnutisce con altri sintomi
Lo starnuto di gatto in combinazione con altri segni è comune ma non sempre ci aiuta a restringere la causa.

Il gatto che starnutisce insieme al respiro sibilante può suggerire una concomitante malattia delle basse vie respiratorie.

Se un gatto tossisce e starnutisce, in genere significa che si tratta principalmente di un processo respiratorio superiore con gocciolamento postnasale che irrita la gola.

Se vedi secrezione nasale, specialmente con sangue o muco color pus, prendi nota o scatta una foto prima di pulire il viso del tuo gatto, in quanto ciò può aiutare a restringere le cause. Assicurati di pulire il viso del tuo gatto, poiché provoca disagio al tuo gatto.

Le epistassi croniche sollevano la preoccupazione per il cancro, specialmente nei gatti anziani, ma questa associazione non è definitiva.

In che modo i veterinari determinano la causa dello starnuto del gatto?
Sebbene il trattamento per i gatti che starnuti non sia in genere costoso, ottenere una diagnosi può certamente essere costoso.

Penseresti che testare la presenza di batteri o virus determinerebbe la causa. Tuttavia, poiché la cavità nasale non è un luogo sterile, una coltura positiva per alcuni batteri non dimostra che i batteri siano la causa principale dello starnuto, o addirittura che stiano causando malattie (ci sono batteri normali che vivono sul superficie della pelle).

Né il test positivo per i virus conferma questa come la causa sottostante, dal momento che anche i gatti asintomatici spesso risultano positivi sia per l’herpesvirus che per il calicivirus.

Ecco alcuni modi in cui il tuo veterinario può determinare la causa dello starnuto del gatto:

Esame fisico
Il tuo veterinario potrebbe voler prima eseguire alcuni test di base per valutare lo stato di salute generale del tuo gatto. Un esame odontoiatrico dovrebbe essere una parte dell’esame fisico iniziale per verificare se la malattia dentale possa causare lo starnuto.

Imaging
L’imaging può essere utile per cercare le cause sottostanti e per valutare il grado di danno all’interno del naso nei casi più gravi.

Il vostro veterinario può prendere i raggi X della testa e del torace del vostro gatto, ma il gold standard per l’imaging gatti starnuti è una tomografia computerizzata di scansione , che richiede l’anestesia generale ed è in genere fatto in caso di emergenza o di ospedali di riferimento.

Rinoscopia
La rinoscopia, in cui una telecamera viene inserita nei passaggi nasali di un gatto anestetizzato, può essere utilizzata per cercare tumori o placche fungine.

Biopsia
Durante la rinoscopia possono essere eseguite biopsie delle pareti della cavità nasale per ricercare cause infiammatorie, fungine e cancerose di starnuti.

Lavaggio nasale
Il lavaggio delle vie nasali mentre il gatto è sotto anestesia a volte può rivelare informazioni diagnostiche (p. Es., Rimuovere un corpo estraneo) ed è anche un trattamento.

Come tratti un gatto che starnutisce?
Il trattamento per lo starnuto di gatto è in genere mirato alla causa sottostante, ove possibile.

Sebbene sia disponibile un’ampia varietà di trattamenti, i proprietari devono essere consapevoli che l’obiettivo nella maggior parte dei casi, specialmente nei casi cronici, è ridurre la frequenza e la gravità dei sintomi, non curarli.

Sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno il ruolo che le infezioni svolgono nello starnuto del gatto, ma cicli ripetuti o prolungati di antibiotici si sono dimostrati efficaci nel controllo dei segni clinici.

Antibiotici
Sebbene le infezioni batteriche siano raramente il problema principale, in questi casi vengono spesso utilizzati antibiotici, poiché questi farmaci fanno sentire meglio il gatto abbastanza rapidamente.

Lavaggio nasale
Il lavaggio nasale in anestesia generale può alleviare temporaneamente i segni clinici, indipendentemente dalla causa, e può rimuovere materiale estraneo nascosto.

Altri trattamenti
Altri trattamenti, che hanno livelli variabili di efficacia, includono:

Umidificatori o nebulizzatori

L-Lisina per ridurre al minimo le riacutizzazioni di herpesvirus

Steroidi

Antistaminici (nei gatti, la cetirizina è di gran lunga migliore della difenidramina)

FANS

Decongestionanti

Farmaci antinausea

Chirurgia (in rari casi)

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...