Animali

Pietre della vescica nei cani: puoi prevenirle?

Se il tuo cane ha accidentalmente creato pozzanghere sul pavimento, ha avuto problemi a fare pipì o hai notato sangue nelle sue urine, il tuo veterinario potrebbe averle diagnosticato dei calcoli alla vescica. Prevenire i calcoli prima che si sviluppino (e causino dolore e disagio) è l’ideale, ma la prevenzione non è sempre semplice. Né è garantito che funzioni.

Esistono diversi tipi di pietre, che si formano per motivi diversi e richiedono varie forme di trattamento e strategie di prevenzione. Ad esempio, “nonostante le misure preventive, circa il 50% dei cani avrà recidive di calcoli di ossalato di calcio entro due anni”, afferma il dottor Alex Gallagher, assistente professore clinico presso il College of Veterinary Medicine, University of Florida a Gainesville.

Le difficoltà nel prevenire i calcoli vescicali sorgono in parte perché alcuni fattori sono fuori dal tuo controllo. La razza del tuo cane, ad esempio, potrebbe geneticamente metterla a maggior rischio di calcoli alla vescica. E poiché i veterinari non hanno una solida comprensione del motivo per cui si sviluppano alcune pietre, la prevenzione e il trattamento possono essere una sfida. “I calcoli di ossalato di calcio sono difficili da prevenire, poiché la causa di questi calcoli è poco conosciuta nella maggior parte dei casi. La maggior parte dei cani che hanno recidive probabilmente hanno una predisposizione genetica sottostante che, in questo momento, non siamo in grado di identificare o trattare “, dice.

Tuttavia, ci sono cose che puoi fare per ridurre il rischio di eventi. “Le considerazioni più importanti sarebbero mantenere il tuo cane con un buon peso corporeo magro, offrire molta acqua fresca e nutrire una dieta ricca di proteine”, afferma la dott.ssa Meghan Glazer, veterinaria presso WVRC Emergency & Specialty Pet Care a Waukesha, Wisconsin.

In che modo la razza del tuo cane influisce sul rischio di calcoli vescicali
I calcoli vescicali si sviluppano nel tratto urinario di un cane quando i minerali sono concentrati nelle urine, quindi cristallizzano. Le pietre più comuni che i cani ottengono sono quelle fatte di struvite o ossalato di calcio, dice Glazer, specializzato in medicina d’urgenza. (I veterinari dicono anche che i calcoli fatti di urato di ammonio sono relativamente comuni.)

Il tipo di pietra (o combinazione di pietre) che si sviluppa è determinata, in parte, dalla razza, afferma il dottor Zenithson Ng, assistente professore clinico presso l’Università del Tennessee, College of Veterinary Medicine.

Alcune delle razze più piccole sono geneticamente predisposte ai calcoli di ossalato di calcio, dice. Questi includono Schnauzer in miniatura, Bichon Frise, Lhaso Apsos, Yorkshire Terrier e Shih Tzus. Queste stesse razze, così come i barboncini in miniatura, il pechinese e i bassotti, sono a maggior rischio di sviluppare calcoli di struvite.

Uno shunt epatico, una condizione congenita che aumenta i livelli di ammoniaca nel sangue e nelle urine, aumenta il rischio di alcune razze di sviluppare calcoli di urato, dice Gallagher. “Gli shunt epatici sono comuni in alcune razze, inclusi Yorkshire Terrier, Maltese, Carlini e Schnauzer nani”.

Dice che i calcoli di urato possono anche essere causati da un difetto ereditario nel metabolismo dell’acido urico, visto più spesso nei Bulldog inglesi e nei dalmati.

L’età come fattore di rischio per i calcoli vescicali nei cani
Sebbene i calcoli alla vescica possano verificarsi in qualsiasi momento della vita di un cane, l’età può influire, afferma Ng, che è certificato da bordo nella pratica canina / felina.

Ad esempio, “Le struviti si trovano più spesso nei cani giovani adulti e sono la pietra più comune diagnosticata nei cuccioli”. Gli urati, dice, vengono diagnosticati più spesso nei cani di età compresa tra 4 e 5 anni e i calcoli di ossalato di calcio sono diagnosticati più frequentemente nei cani di mezza età e più anziani, dai 7 ai 9 anni.

I cani più anziani hanno anche un aumentato rischio di sviluppare malattie che li predispongono alla formazione di calcoli, afferma Gallagher, certificato dal consiglio di amministrazione in medicina interna veterinaria. “Questo include malattie che aumentano il rischio di infezioni che possono provocare calcoli di struvite e aumentando i livelli di calcio nel sangue o nelle urine che possono aumentare il rischio di formazione di calcoli di ossalato di calcio”.

Malattie che possono portare a calcoli vescicali
Alcune condizioni possono predisporre un cane ai calcoli alla vescica, dice Glazer. “Ad esempio, se un paziente ha il diabete, è intrinsecamente a più alto rischio di infezioni del tratto urinario e successivamente di calcoli vescicali di struvite”.

La dottoressa Cathy Meeks, veterinaria con BluePearl Veterinary Partners a Tampa, in Florida, aggiunge che quando un cane ha il diabete, “l’urina contiene zucchero, rendendola un buon ambiente per la crescita dei batteri”.

Ma le pietre di struvite sono quasi sempre dovute a infezioni. Alcuni tipi di batteri producono un enzima chiamato ureasi, dice Gallagher, e l’ureasi aumenta la concentrazione dei minerali necessari per formare i calcoli di struvite. “I batteri comuni che fanno questo includono Staphylococcus , Proteus mirabilis , alcune specie Klebsiella e alcune specie Corynebacterium . La prevenzione di queste pietre implica il trattamento dell’infezione sottostante e il monitoraggio per la ricorrenza di infezioni e calcoli “.

L’idratazione è la chiave per la prevenzione dei calcoli
Il miglior consiglio per la gestione e la prevenzione di qualsiasi tipo di cristallo e pietra è quello di concentrarsi sul mantenere idratato il tuo compagno canino, dice Ng. “Il ruolo di un’adeguata assunzione di acqua non può essere sottolineato abbastanza”.

L’acqua riduce la capacità di sviluppo di un calcolo vescicale, aggiunge Glazer. “L’aumento dell’assunzione di acqua favorisce la diluizione dei cristalli urinari (di varia origine), consentendo loro di dissolversi o essere eliminati dal sistema prima di organizzarsi in veri e propri calcoli.”

Ng dice che il tuo cane dovrebbe sempre avere accesso all’acqua dolce. “Assicurati che siano ben idratati e che abbiano la possibilità di urinare frequentemente durante il giorno.”

La regola generale è che i cani bevano circa un’oncia d’ acqua per libbra di peso corporeo ogni giorno. Tieni la ciotola dell’acqua pulita e piena di acqua fresca e assicurati che possa raggiungerla facilmente. Puoi anche promuovere una buona idratazione se le dai da mangiare cibo in scatola, che contiene circa il 70-80% di acqua.

Il ruolo della dieta nella prevenzione e nella gestione dei calcoli vescicali
Ciò che dai al tuo cane gioca anche un ruolo fondamentale nella prevenzione e nella gestione dei calcoli vescicali, ma dipenderà dal tipo di calcoli che il tuo cane sviluppa.

“Le diete urinarie su prescrizione sono formulate per il tipo specifico di calcoli che un cane ha formato. Queste diete specifiche influenzano fattori come la composizione elettrolitica e minerale del corpo e il pH delle urine, che possono ridurre il rischio di ulteriore produzione o, in alcuni casi, eventualmente dissolvere i calcoli presenti “, dice Ng.

I calcoli di ossalato di calcio richiedono un pH più basilare per prevenire il ripetersi, mentre un calcolo di struvite richiede un pH più acido, dice Meeks, che è certificato in medicina interna veterinaria. “Anche alcune pietre (come le struviti) possono essere sciolte senza intervento chirurgico in alcuni casi. Queste pietre di solito si formano secondariamente a un’infezione del tratto urinario e possono essere trattate con antibiotici e una dieta speciale che rende l’urina più acida “.

Esiste una connessione tra le diete più ricche di carboidrati (e più basse di proteine) e lo sviluppo di calcoli vescicali di ossalato, afferma Glazer. “C’è anche un legame tra l’obesità e lo sviluppo di queste pietre. Pertanto, alimentare una dieta ricca di proteine ​​e mantenere il tuo cane con un peso corporeo magro può essere utile nella prevenzione.

I calcoli di ossalato di calcio non possono essere sciolti con la dieta (per rimuovere questi calcoli dalla vescica sono necessari un intervento chirurgico o altre procedure) ma la gestione dietetica è essenziale per prevenire le recidive, afferma Glazer. “Si concentra in particolare sulla gestione di elettroliti specifici e il pH delle urine.”

L’opposto è vero per le pietre di struvite. La dieta in genere non gioca un ruolo chiave nella loro formazione, ma possono essere sciolti con una dieta su prescrizione (regolando il pH delle urine) e trattando l’infezione, aggiunge. “Questa dissoluzione si verifica in genere nel corso di poche settimane o mesi. Durante il processo è garantito un attento monitoraggio, poiché alcuni pazienti possono sviluppare ostruzioni urinarie se i calcoli bloccano improvvisamente l’uretra “. Se le diete prescritte disponibili non sono appropriate per il tuo cane, il tuo veterinario può prescrivere farmaci che provocheranno l’acidificazione urinaria.

L’importanza del monitoraggio regolare
L’identificazione precoce dei calcoli vescicali è importante. “Nei cani che hanno avuto calcoli alla vescica, in particolare l’ossalato di calcio, il monitoraggio regolare per individuare precocemente la recidiva può essere utile, poiché potrebbero essere disponibili metodi meno invasivi [rispetto alla chirurgia] per rimuovere i calcoli quando sono piccoli”, afferma Gallagher.

Per monitorare in modo efficace, dovresti sapere quali sintomi cercare. “Si consiglia di far valutare il tuo animale da un veterinario se noti sangue nelle urine, sforzarsi di urinare, cambiare la frequenza delle minzioni, ecc.”, Afferma Glazer. “I sintomi più preoccupanti sarebbero lo sforzo di urinare o l’incapacità di urinare, indicando che è necessaria l’immediata attenzione veterinaria.”

Lasciare che il tuo cane esca frequentemente a fare pipì è una buona pratica, ma devi anche guardarlo quando urina. “Spesso, se i cani non vengono calpestati e lasciati uscire solo per andare in bagno, i segni iniziali o sottili di calcoli urinari (o qualsiasi tipo di anomalia urinaria) potrebbero non essere notati e non affrontati fino a quando il cane non mostra segni gravi”, dice Ng .

Anche portare il cane dal veterinario per un controllo annuale è una componente chiave della prevenzione, dice Ng. “In caso di dubbi, il veterinario potrebbe consigliarti.”

Il tuo cane potrebbe non essere in grado di evitare completamente di ottenere calcoli alla vescica, soprattutto se è predisposto dalla razza o dall’età. Ma puoi prendere provvedimenti per ridurre questi eventi e risparmiare le sue inutili sofferenze.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...