Animali

Prendersi cura di un cucciolo di geco

I gechi sono una delle specie di lucertole più popolari allevate come animali domestici. I gechi cuccioli possono fare adorabili aggiunte a qualsiasi famiglia e, se accolti e nutriti correttamente, possono crescere fino a diventare adulti resistenti che vivono molti anni. La chiave è istruirti prima di ottenerli in modo da poterli configurare fin dall’inizio.

In tutto il mondo sono riconosciute più di 2.000 specie di geco, di colore e segni / motivi della pelle diversi. Tra le specie di lucertole più comuni ci sono i gechi leopardo e i gechi crestati. I gechi meno comunemente allevati includono gechi diurni e gechi Tokay.

Quando nascono, i gechi cuccioli sono in genere lunghi da 3 a 4 pollici. I gechi leopardo femmine adulte crescono da 7 a 8 pollici, mentre i maschi crescono da 8 a 10 pollici. I gechi crestati adulti di entrambi i sessi sono in genere lunghi 4,5-5 pollici.

Molti negozi di animali e allevatori vendono piccoli di gechi in modo che i proprietari possano legarsi con i loro animali domestici in giovane età e guardarli crescere. I piccoli di gechi, tuttavia, non hanno un sistema scheletrico e immunitario completamente sviluppato e sono quindi più suscettibili rispetto alle loro controparti più anziane allo sviluppo di determinate malattie. Pertanto, devono essere nutriti e alloggiati in modo appropriato quando vengono acquistati per la prima volta per cercare di prevenire lo sviluppo di comuni malattie giovanili.

Una volta che i loro recinti sono stati allestiti correttamente e un regime alimentare è stato stabilito, i piccoli di gechi possono essere relativamente facili da curare.

Fare una casa per il tuo cucciolo di geco
I gechi sono generalmente alloggiati in acquari di vetro da 10 a 20 galloni. Possono essere utilizzate anche scatole di plastica, come quelle per riporre i maglioni, purché la scatola sia alta almeno un piede per evitare che la lucertola salti fuori. I serbatoi da venti galloni sono migliori per gli adulti più grandi o se più di un geco viene ospitato nella stessa vasca.

Serbatoi più grandi di 20 galloni possono essere più difficili da mantenere abbastanza caldi e umidi e possono consentire al geco di evitare di sedersi sotto il calore e le luci ultraviolette (UV). Tutti gli involucri devono avere una parte superiore in rete sicura per impedire la fuga e per favorire una buona ventilazione. Una piccola scatola di plastica capovolta con una porta ritagliata, piena di muschio umido o vermiculite, può essere utilizzata all’interno del recinto come una scatola di pelle per aiutare a mantenere l’umidità abbastanza alta da consentire al geco di cambiare la sua pelle correttamente. Al recinto possono essere aggiunte anche piante vive o artificiali, per aiutare a mantenere l’umidità e per soddisfare il desiderio di arrampicarsi del geco.

I baby gechi hanno bisogno di calore e umidità
Tutti i tipi di geco, indipendentemente dalla specie, necessitano di calore supplementare nei loro recinti. Il calore può essere fornito con un bulbo termico sopra il serbatoio o un tappetino termico sotto il serbatoio posto a un’estremità del serbatoio. Le rocce calde non sono raccomandate, poiché possono diventare molto calde e i rettili spesso non si spostano prima di essere bruciate.

I serbatoi di geco dovrebbero avere un intervallo di temperatura con un’estremità calda e una fredda. L’intervallo di temperatura ideale per un geco dipende dalla specie. I gechi leopardo dovrebbero avere una zona calda (contenente la scatola di pellame) che è di circa 90 ° F e una zona fredda che non sia inferiore a 70 ° F. I gechi crestati fanno meglio a temperature leggermente più basse, con la zona calda negli anni ’70 superiori a 80 ° F bassi e la zona fredda non inferiore a circa 70 ° F.

Le temperature del serbatoio devono essere monitorate quotidianamente con pistole termometriche “punta e spara”, disponibili nella maggior parte dei negozi di animali, o con tradizionali strisce termometriche o termometri che si attaccano alle pareti interne della vasca. La quantità di calore fornita potrebbe dover essere variata stagionalmente a seconda della temperatura ambiente della stanza in cui è alloggiata la lucertola.

Anche l’umidità deve essere monitorata con indicatori chiamati igrometri. Idealmente, l’umidità dovrebbe essere mantenuta tra il 50 e il 70 percento per garantire che le lucertole siano idratate e si liberino della loro pelle correttamente. L’appannamento quotidiano del serbatoio aiuta a mantenere un’umidità adeguata.

La maggior parte delle specie di geco sono notturne in natura, essendo attive di notte, quindi non sono esposte a una grande quantità di luce solare. Di conseguenza, alcuni allevatori di rettili e veterinari ritengono che i gechi non necessitino della luce UV. La fornitura di luce UV ai gechi è, tuttavia, controversa e alcuni veterinari (incluso questo autore) ritengono che i gechi stiano meglio e abbiano meno probabilità di sviluppare malattie scheletriche comuni, come la malattia ossea metabolica , quando sono esposti quotidianamente per poche ore di luce UV da una lampadina UV a spettro completo, in particolare se sono alloggiate completamente al chiuso.

Mentre i gechi in natura possono vivere sulla sabbia o sul suolo, questi substrati sono generalmente sconsigliati nel recinto di un geco domestico, poiché l’animale potrebbe ingerirli inavvertitamente e sviluppare ostruzioni o ostruzioni gastrointestinali. La biancheria da letto a base di carta, come i pellet di carta riciclata tipicamente utilizzati per porcellini d’India e conigli, o giornali sminuzzati, sono migliori, poiché sono digeribili se consumati.

Per un aspetto più naturale, è possibile utilizzare come biancheria da letto pezzi di moquette di rettile, venduti nei negozi di animali; tuttavia, il tappeto per rettili deve essere cambiato frequentemente, poiché si sporca rapidamente con cibo e feci.

Cosa dare da mangiare a un cucciolo di geco
I gechi leopardo sono carnivori; non mangiano piante o altri vegetali ma piuttosto insetti vivi come vermi della farina e grilli. I gechi crestati mangiano piccole quantità di frutta in natura oltre agli insetti.

Ai piccoli gechi possono essere offerti giornalmente piccoli grilli e vermi della farina. Gli insetti, in generale, non dovrebbero essere più grandi della larghezza della testa del geco. Quando le lucertole si avvicinano alle dimensioni degli adulti, possono essere nutrite con insetti a giorni alterni e ricevere insetti più grandi, come i vermi della cera, i superworm e gli scarafaggi Dubia.

Gli insetti che stai dando da mangiare al tuo geco dovrebbero essere nutriti con una dieta fortificata con calcio, vitamine e minerali (un processo chiamato caricamento intestinale) prima di essere offerti ai gechi in modo che la lucertola riceva un’alimentazione equilibrata. Se stai allevando i tuoi insetti per nutrirsi , anche gli insetti dovrebbero essere leggermente ricoperti di polvere di calcio tre volte a settimana, polvere di calcio con vitamina D3 aggiuntiva due volte a settimana e un integratore minerale una volta alla settimana, prima di essere nutriti con il geco.

Gli insetti possono essere forniti ai gechi piccoli in piccoli piatti poco profondi in cui i gechi possono arrampicarsi per mangiarli. Se un cucciolo di lucertola è inizialmente troppo piccolo per arrampicarsi nel piatto, può essere nutrito a mano un insetto alla volta finché non diventa abbastanza grande da mangiare da solo. Dovrebbe essere offerto solo il numero di insetti che un geco mangerà in una seduta alla volta, altrimenti gli insetti avanzati potrebbero masticare la pelle della lucertola. Inoltre, i gechi dovrebbero essere nutriti quotidianamente con acqua fresca da un piatto poco profondo da cui possono bere. Il piatto d’acqua aiuterà anche ad aumentare l’umidità ambientale man mano che l’acqua evapora.

I gechi crestati, come i gechi leopardo, mangiano anche insetti, ma possono essere nutriti con un prodotto chiamato Repashy Superfoods Crested Gecko Diet come dieta principale per ridurre la necessità di insetti. Questa dieta è mescolata con due parti di acqua e al geco viene offerta tanto di questa miscela quanto mangerà da un piatto poco profondo in una seduta tre volte a settimana. La dieta mista può rimanere nel recinto fino a 24 ore prima di essere rimossa. Ai gechi crestati che mangiano Repashy possono essere offerti insetti una volta alla settimana insieme a piccole quantità di frutta (come banana o mango) o alimenti per bambini alla frutta da un barattolo come regalo.

Come tenere in braccio un cucciolo di geco
I piccoli di geco possono essere molto ombrosi, quindi maneggiarli quando sono piccoli può aiutarli ad acclimatarli al tatto e renderli meno spaventati. Tuttavia, fino a quando non sono lunghi almeno tre pollici, possono ferirsi quando vengono maneggiati, quindi è meglio lasciarli crescere un po ‘prima di raccoglierli regolarmente. Inoltre, per le prime due settimane dopo che sono stati introdotti in un nuovo recinto, è meglio non maneggiarli in modo che possano adattarsi alla loro nuova casa. Dopodiché, 5-15 minuti al giorno di manipolazione dovrebbero essere sufficienti per abituarli a essere trattenuti, ma non troppo per stressarli.

Inoltre, i rettili assorbono batteri, altri germi e sostanze chimiche tossiche attraverso la pelle, quindi è essenziale che chiunque maneggi un geco lo faccia solo con le mani pulite. Al contrario, poiché i rettili trasportano sulla loro pelle batteri che producono malattie , come la Salmonella , che possono essere trasmessi alle persone durante la manipolazione, è anche fondamentale che le persone che manipolano i gechi si lavino accuratamente le mani dopo averli toccati.

Infine, poiché i gechi “lasciano cadere” o rilasciano naturalmente la coda per scappare quando la loro coda viene afferrata dai predatori, i gechi non dovrebbero mai essere toccati dalla coda, altrimenti potrebbero staccarsi . Molti gechi ricresceranno la coda se si staccano, ma l’area della rottura è suscettibile allo sviluppo di infezioni e la nuova coda potrebbe avere un colore e una forma completamente diversi rispetto alla coda originale. Pertanto, è meglio tenere delicatamente un cucciolo di geco nel palmo di una mano piatta mentre si usa l’altra mano per evitare che salti o scappi.

Il metodo “mano che cammina”, in cui al geco, seduto su un palmo eretto esteso, viene offerto l’altro palmo esteso direttamente di fronte ad esso per consentirgli di saltare o saltare sul secondo palmo, più e più volte (pensa Slinky), può anche essere usato per incoraggiare i piccoli gechi ad abituarsi alla manipolazione.

Quali malattie contraggono i baby gechi?
Sfortunatamente, troppi proprietari di gechi non si informano su ciò che le loro lucertole richiedono in termini di alloggio o alimentazione prima di portarli a casa. Ad esempio, i proprietari di gechi spesso non sono consapevoli di dover caricare gli insetti o spolverarli con integratori vitaminici e minerali prima di dar loro da mangiare ai loro animali domestici. Di conseguenza, i piccoli di geco (in particolare quelli che sono ospitati in casa senza accesso a nessuna luce UV che aiuta a produrre vitamina D3 nella pelle per aiutare ad assorbire il calcio dal cibo) possono sviluppare una malattia ossea metabolica. In questa condizione, il rapporto calcio / fosforo nel corpo della lucertola è in genere inferiore al rapporto ideale di 2 a 1. Di conseguenza, le loro ossa non si ossificano mai, ma rimangono morbide e spugnose e possono piegarsi o fratturarsi. Diventano deboli e smettono di muoversi e di mangiare. Quando non vengono trattati, questi animali spesso muoiono.

I proprietari di gechi che vedono uno di questi segni nei loro animali domestici dovrebbero portarli dal veterinario il prima possibile per iniziare il trattamento con calcio e vitamina D. Con la terapia precoce, questi animali possono riprendersi completamente.

Un’altra malattia comune nei gechi baby è l’ostruzione e l’ostruzione gastrointestinale potenzialmente letale con lettiera di sabbia. Queste piccole lucertole consumano inavvertitamente pezzetti di sabbia mentre ingeriscono gli insetti e la sabbia si accumula gradualmente nel tratto gastrointestinale fino a quando non si verifica un’ostruzione. Questi animali smettono di mangiare, si indeboliscono, si sforzano di passare le feci e alla fine smettono del tutto di trasmetterle. I proprietari di lucertole che vedono questi segni dovrebbero far trattare immediatamente i loro animali domestici da un veterinario. Con fluidi sottocutanei, clisteri e lassativi orali, molte di queste lucertole possono essere salvate.

Un’ultima malattia che si verifica comunemente nei piccoli di gechi è la ritenzione di perdita di pelle per mancanza di umidità. I gechi che vengono tenuti a un’umidità troppo bassa si disidratano e trattengono chiazze di pelle intorno alle dita dei piedi (dove può restringere la circolazione, portando alla perdita delle dita) e intorno agli occhi (dove interferisce con la loro visione e la loro capacità di catturare gli insetti). Di conseguenza, smettono di mangiare, perdono peso e spesso muoiono. L’intervento precoce di un veterinario per estrarre la pelle rimasta bloccata negli occhi, reidratare l’animale e iniziare l’alimentazione forzata fino a quando l’animale mangia da solo, può fare la differenza tra la vita e la morte.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...