Animali

Puoi insegnare a un vecchio cane nuovi trucchi?

La frase “non puoi insegnare a un vecchio cane nuovi trucchi” spesso non riguarda un cane. Ma in senso letterale, chiedersi se le vecchie abitudini possono essere sostituite con un nuovo comportamento è una buona domanda.

Molly Sumner Sumridge , consulente certificata per il comportamento dei cani e proprietaria di Kindred Companions a Frenchtown, New Jersey, ritiene che l’età non abbia nulla a che fare con la capacità di apprendimento, sebbene citi la storia dell’apprendimento come una potenziale sfida. “Un cucciolo è una tabula rasa, quindi le abitudini non sono ancora state formulate. Essere coerenti e mantenere le cose semplici è la chiave per addestrare cani di qualsiasi età”.

Per i cani anziani, a meno che non mostrino segni di una significativa disfunzione cognitiva, l’addestramento non dovrebbe essere diverso da quello di un cane adulto più giovane, anche se potrebbero avere meno resistenza per la ripetizione. Sumridge aveva un cane anziano mezzo cieco, sordo e alle prese con problemi cognitivi, ma voleva continuare a imparare. Sumridge è convinta che l’allenamento sia ciò che l’ha fatta andare avanti fino all’età di 16 anni.

Suggerimenti per l’addestramento dei cani anziani
Inizia con semplici trucchi per cani
L’apprendimento aiuta a mantenere in forma il cervello di un cane. Inizia con trucchi per cani facili come faresti con i cuccioli, ma una volta che hanno successo, non aver paura di provare trucchi per cani più complicati.

Sii chiaro e vai piano
Quando un cane è confuso o fallisce, di solito è a causa di qualcosa che l’umano sta o non sta facendo, come non essere chiaro, correre o combinare troppi comportamenti di apprendimento insieme. Una delle maggiori sfide nell’addestramento dei cani adulti sono criteri chiari e generosi rinforzi.

“I proprietari che si preoccupano di eseguire l’allenamento velocemente e senza premi saranno molto delusi”, afferma Sumridge. “Indipendentemente dall’età, quando rallentiamo e premiamo ogni piccolo passo, otteniamo cani felici, desiderosi di collaborare”. La pazienza è molto importante, ma con i cani anziani, una pazienza e una compassione extra sono essenziali quando si insegnano trucchi per cani, in particolare se lottano con il declino cognitivo e fisico.

Prova i giocattoli interattivi per cani
Il Dr. Shannon Stanek , DVM, proprietario e veterinario capo della Exton Vet Clinic in Pennsylvania, afferma che la maggior parte dei cani prospera sull’interazione e sull’uso del cervello, indipendentemente dalla loro età.

I giocattoli interattivi per cani come il giocattolo per cani OurPets Buster Food Cube e il giocattolo per cani Busy Buddy Kibble Nibble sono ottimi “assistenti di addestramento”. Sumridge consiglia vivamente di trattare i giocattoli e il dispenser per cani come un modo per tenere occupati i cani di tutte le età e gli anziani si sentono giovani.

Forniscono anche uno sbocco per comportamenti naturali di foraggiamento e agiscono come stimoli cerebrali positivi, bruciando energia e inviando ormoni felici al cervello. “Si chiama contrafreeloading”, spiega Sumridge. “I cani ottengono felicità e soddisfazione lavorando per procurarsi il cibo. Per i cani anziani, li fa usare il cervello, il che aiuta a prevenire la degenerazione cognitiva.

Sii coerente e positivo
Concentrarsi sulla coerenza è la chiave per una formazione di successo. Il Dr. Stanek enfatizza esercizi positivi e di fiducia sia per i cuccioli che per i cani adulti. “La differenza più grande è che i cani adulti di solito devono disimparare le cattive abitudini”, dice. “Potrebbero anche avere paura di cose nuove. I cani anziani di solito sono più calmi e disponibili, ma possono avere problemi cognitivi, mentre i cuccioli sono disponibili e cercano una guida”. I cani imparano bene attraverso la ripetizione.

Valuta la salute del tuo animale domestico anziano
“I problemi più grandi che vedo con i cani più anziani sono che il loro declino cognitivo e fisico viene cancellato quando il cane sta invecchiando. L’età non è una malattia”, afferma il dott. Stanek. Se un cane ha difficoltà con l’addestramento, è meglio che un veterinario valuti i problemi di salute che potrebbero essere un fattore che contribuisce. Questo può accadere più frequentemente con i cani anziani.

Se si affronta una malattia fisica, a volte può risolvere i problemi di allenamento. Questo è particolarmente comune con la sporcizia domestica e i comportamenti distruttivi. A parte le limitazioni fisiche dovute all’età, il dottor Stanek non vede la necessità di limitare la quantità di allenamento svolto con un cane anziano.

Costruire un rapporto
Nei casi in cui non conosci la storia del cane, come con i randagi o i cani da salvataggio, è bene iniziare costruendo un rapporto. Premia il cane per comportamenti semplici come rilassarsi, sedersi da solo o avvicinarsi a te.

La fiducia richiede tempo, soprattutto se hanno subito un trauma. Il cibo e gli snack per cani offrono un ottimo modo per rafforzare il legame e aiutare il cane a interagire con te.

Una volta raggiunta la fiducia, puoi passare alla formazione comportamentale fondamentale. L’addestramento può mantenere i cani anziani attivi, sani e felici.

Non arrenderti
Sumridge dice: “Non rinunciare mai ad addestrare il tuo cane in base all’età. L’apprendimento è uno sforzo per tutta la vita; mantiene il tuo cane giovane e il tuo legame forte”.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...