Animali

Qual è il miglior cibo per gatti anziani?

Le esigenze digestive, fisiologiche e nutrizionali cambiano man mano che i gatti invecchiano, il che significa che ciò che hanno mangiato quando erano più giovani potrebbe non essere più l’ideale.

E con i nostri gatti che vivono più a lungo che mai, trovare il miglior cibo nutrizionalmente formulato per i gatti anziani è ancora più importante.

Nutrire un cibo per gatti adeguato può massimizzare la salute e la longevità del tuo gatto anziano.

QUALITÀ DI UN BUON CIBO PER GATTI SENIOR
I cibi migliori per i gatti più anziani tendono ad avere i seguenti:

ELEVATI LIVELLI DI ANTIOSSIDANTI
Con l’età avanzata arriva un aumento della produzione di radicali liberi all’interno del corpo. I radicali liberi sono sottoprodotti naturali del metabolismo. Contengono ossigeno e mancano di un elettrone, il che li rende altamente reattivi.

I radicali liberi essenzialmente rubano elettroni da qualsiasi cosa si trovi nelle vicinanze, ad esempio proteine, membrane cellulari e DNA. Quando un’altra molecola è costretta a rinunciare a un elettrone, spesso diventa esso stesso un radicale libero, che aggrava il problema.

Gli antiossidanti possono donare elettroni ai radicali liberi senza diventare essi stessi radicali liberi, interrompendo così il ciclo di danno molecolare e cellulare.

La vitamina E, la vitamina C (acido citrico), la vitamina A, i carotenoidi e il selenio sono tutti potenti antiossidanti. Quindi un cibo che includa questi sarà un’ottima opzione per un gatto anziano.

LIVELLI DA MODERATI A GRASSI ELEVATI
Intorno agli 11 o 12 anni, la capacità di un gatto di digerire il grasso inizia a diminuire. I grassi contengono più calorie per grammo rispetto alle proteine ​​o ai carboidrati, quindi questo può avere un effetto importante sulla capacità di un gatto più anziano di estrarre calorie (energia) dal cibo.

Le diete per i gatti più anziani dovrebbero contenere un livello di grasso da moderato a elevato, con una quantità precisa basata sul punteggio delle condizioni del corpo del gatto. I gatti magri hanno bisogno di molto grasso per massimizzare l’apporto calorico. I gatti in sovrappeso possono fare con un po ‘meno.

PROTEINE ​​ADEGUATE
La ricerca ha anche dimostrato che circa il 20% dei gatti di età superiore ai 14 anni ha una ridotta capacità di digerire le proteine. Combina questo con la capacità in declino di digerire il grasso e c’è una buona probabilità che, senza un intervento dietetico, un gatto anziano perda sia il grasso che la massa muscolare.

La perdita di massa muscolare è particolarmente preoccupante perché questi individui sono ad aumentato rischio di malattia e morte.

Gli studi rivelano che il 15% dei gatti di età superiore ai 12 anni ha una condizione corporea inferiore all’ideale e che i gatti di età superiore ai 14 anni hanno una probabilità 15 volte maggiore di essere più magri di quanto dovrebbero essere.

Il cibo per gatti senior deve contenere abbastanza proteine ​​per mantenere la massa muscolare di un gatto. Anche la carnitina extra (un amminoacido) può aiutare in questo senso.

BASSI LIVELLI DI FOSFORO
Molti gatti più anziani soffrono o sono a rischio di malattia renale cronica (CKD). In passato, i veterinari raccomandavano comunemente diete a basso contenuto proteico per i gatti più anziani per “proteggere i loro reni”, ma non è più così.

Ciò che è importante, tuttavia, è valutare il contenuto di fosforo di un alimento per gatti .

I reni sono responsabili della rimozione del fosforo in eccesso dal flusso sanguigno e con CKD fanno fatica a farlo. Alti livelli di fosforo nel sangue possono lisciviare il calcio dalle ossa, far star male i gatti, portare a più danni ai reni e causare altri problemi all’interno del corpo.

Per questi motivi, gli alimenti per gatti anziani contengono generalmente livelli ridotti di fosforo. Le fonti proteiche di alta qualità contengono meno fosforo rispetto a quelle di bassa qualità. Parla con il tuo veterinario per determinare la migliore fonte proteica e cibo per il tuo gatto.

ACIDI GRASSI OMEGA-3
La maggior parte dei gatti più anziani soffre di un certo grado di artrite . Gli acidi grassi omega-3 sono ritenuti utili nel trattamento dell’artrite riducendo l’infiammazione e l’attività degli enzimi che distruggono la cartilagine articolare.

La disfunzione cognitiva felina , che ricorda la demenza nelle persone, è un altro problema comune per i gatti più anziani.

La ricerca nei cani indica che gli acidi grassi omega-3 sembrano avere una certa capacità di ridurre gli effetti della disfunzione cognitiva e della demenza. Sebbene non siano stati condotti studi sui gatti, ci sono buone probabilità che gli acidi grassi omega-3 possano essere utili.

Gli oli di pesce di acqua fredda (salmone, acciughe o sardine, per esempio) sono le migliori fonti di acidi grassi omega-3 per i gatti.

APPETIBILITÀ
Infine, ma sicuramente non meno importante, il cibo migliore per i gatti più anziani avrà un odore e un sapore irresistibili per stimolare il loro appetito.

I gatti possono diventare estremamente schizzinosi quando invecchiano, quindi lo considero un grande successo se riusciamo a farli mangiare una dieta nutriente.

Se stiamo parlando di gatti che si stanno davvero avvicinando alla fine della loro vita, penso che il cibo ideale per loro da mangiare sia qualunque cosa mangino effettivamente. Non solo vogliamo rovinarli quando raggiungono questo punto, ma può anche essere difficile convincerli a mangiare qualcosa.

Quindi, invece di cercare di costringere questi gatti a mangiare l’opzione più nutriente, quando la fine è vicina, la nutrizione ideale passa in secondo piano rispetto a qualsiasi alimentazione.

SEGUI I CONSIGLI DEL TUO VETERINARIO PER LA DIETA DEL TUO GATTO ANZIANO
Raccomandazioni dietetiche precise varieranno su base individuale, in particolare se un gatto anziano soffre di una malattia che viene gestita, almeno in parte, attraverso la dieta.

Chiedi al tuo veterinario di aiutarti a determinare quale cibo potrebbe essere il migliore per il tuo gatto in base alle sue esigenze specifiche.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...