Animali

Quanta personalità di un cane deriva dal loro proprietario?

Potresti conoscere cani e persone le cui personalità sono immagini speculari l’una dell’altra: un genitore di animali domestici di basso profilo con un cucciolo altrettanto dolce o un genitore di animali domestici in uscita con un cane che saluta tutti con baci bagnati.

Questa potrebbe non essere solo una coincidenza, poiché gli scienziati affermano che la personalità del cane è fortemente legata alla personalità umana.

Ma quanto è simile la personalità di un cane al suo custode? Il legame uomo-animale è così forte che un cane può adottare tratti di personalità dal proprio proprietario e viceversa?

Somiglianze di personalità tra cani e persone
In uno studio pubblicato su Applied Animal Behaviour Science , i ricercatori hanno chiesto ai genitori di animali domestici di valutare se stessi su cinque dimensioni principali della personalità (nonché sui corrispondenti tratti della personalità dei cani). I “Big Five”, come vengono chiamati nella comunità psicologica, sono:

Nevroticismo (una tendenza verso sentimenti come ansia e paura)

Estroversione

Coscienziosità

Piacevolezza

Apertura (livello di creatività, curiosità e apertura a nuove idee)

I genitori di animali domestici hanno risposto in modo schiacciante che condividono tutte e cinque le dimensioni della personalità con i loro cani. Per essere certi che i risultati non fossero una mera proiezione da parte dei genitori di animali domestici, i coetanei indipendenti hanno anche valutato le coppie di cani e umani. I pari indipendenti li hanno anche valutati come condividenti tutte le dimensioni, ad eccezione dell’apertura.

Perché la personalità del cane è collegata alla personalità umana?
Una spiegazione del perché il comportamento e la personalità dei cani siano così intrecciati con quelli dei loro umani è la tendenza delle persone a selezionare animali che completano la propria vita. Un essere umano calmo sceglierà spesso un cane calmo, o una persona ansiosa adotterà un cane spaventato, ad esempio, dice Jenn Fiendish , un tecnico comportamentale veterinario che gestisce Happy Power Behaviour and Training a Portland, Oregon. Crede che le persone lo facciano a livello inconscio.

“Quando mio marito ed io siamo andati a prendere il nostro nuovo cucciolo 12 anni fa, ho scelto immediatamente quello più attivo, grintoso e un po ‘spaventato dalle cose, che è molto simile alla mia personalità. Mio marito ha scelto il cucciolo rilassato, calmo e non infastidito dalle cose, un compagno perfetto per la sua personalità. Questo è accaduto anche con gli altri miei due cani che possediamo, che ho scelto entrambi perché erano grintosi e un po ‘fuori controllo (di nuovo io!) “. Nel corso degli anni, afferma che i cani hanno mantenuto e persino rafforzato alcuni di questi tratti della personalità.

Il dottor Patrick Mahaney , un veterinario proprietario di California Pet Acupuncture and Wellness (CPAW), Inc. con sede a Los Angeles, afferma di aver visto clienti con tendenze apparentemente nevrotiche gravitare verso cani ad alta energia. “Tali proprietari nevrotici sembrano cercare Weimaraner , Viszlas , cani da pastore e altre razze e le loro miscele che spesso si nutrono dell’energia amplificata dei loro proprietari”.

Le emozioni del cane rispecchiano le emozioni umane
Dato che persone e cuccioli hanno condiviso una relazione per almeno 15 mila anni (gli scienziati discutono di questa linea temporale), non sorprende che la personalità del cane sia stata influenzata.

Fiendish dice che i cani hanno la capacità di leggere e abbinare le emozioni umane. “Quando una persona è molto ansiosa, i nostri cani lo capiscono e spesso diventano ansiosi anche loro. Se l’ansia è cronica, il cane può anche sviluppare ansia cronica “, dice.

Il dottor Mahaney ne è stato testimone nella sua pratica. “Ho osservato animali domestici in famiglie in cui i proprietari sono molto stressati [che] successivamente mostreranno problemi di comportamento che potrebbero essere attribuiti alla mancanza di energia calmante dei proprietari”.

Alcuni dei problemi comportamentali che vede includono minzione e defecazione inappropriate, tendenze distruttive, abbaiare e ululato e diminuzione dell’appetito.

I cani sono veri empatici, afferma la dott.ssa Lisa Pinn McFaddin , DVM, GDCVHM, CVSMT, CCOAC, CVA, CVFT, direttore medico presso l’Independent Hill Veterinary Clinic a Manassas, Virginia, e conduttore di un podcast chiamato Vetsplaining. “Possono percepire piccoli cambiamenti fisiologici nelle persone e in altri animali e rispondere di conseguenza”.

Più stretta è la relazione uomo-animale, maggiore è la risposta, aggiunge il dottor McFaddin. “I cani spesso cercano di confortare e calmare i proprietari arrabbiati. Le persone non sempre riconoscono questi segnali dai cani, poiché possono essere sottili: sdraiarsi accanto alla persona, mettere la testa sulla gamba della persona, stabilire un contatto fisico con la persona o cercare di distrarla con un giocattolo “.

La personalità di un cane può sfregare sugli esseri umani?
Mentre gli esperti dicono che è più comune per i cani acquisire i tratti della personalità dai loro genitori, è possibile che le emozioni e il comportamento del cane abbiano un impatto sugli esseri umani, afferma il dott.McFaddin.

Il dottor McFaddin spiega: “Lo osservo molto spesso quando le persone possiedono cani che sono innatamente ansiosi. L’ansia del cane spesso si traduce in ansia del proprietario. La persona si sente incapace di alleviare i comportamenti ansiosi espressi dal proprio animale domestico. Questa impotenza fa sentire il proprietario a disagio, vulnerabile e, quindi, ansioso. “

Indizi fisici e comportamenti che un cane ansioso potrebbe esibire – come ansimare, piagnucolare, camminare, distruggere oggetti e abbaiare incessante – possono anche stimolare eccessivamente un genitore domestico, dice il dottor McFaddin.

“Il movimento e il rumore costanti diventano fastidiosi e disturbano lo stile di vita del proprietario, il che provoca ansia. Il rovescio della medaglia, alcuni cani follemente calmi (io li chiamo cani Buddha) aiutano a calmare i proprietari. L’innata serenità del cane è contagiosa, fisicamente ed emotivamente ”, aggiunge.

“Numerosi studi hanno dimostrato una riduzione dell’ansia, rallentamento della frequenza cardiaca, abbassamento della pressione sanguigna e aumento del rilascio di ormoni calmanti e neurotrasmettitori nel corpo di uomini e cani a seguito di interazioni positive, principalmente dopo il petting”, afferma il dott. McFaddin.

Quindi sembra che entrambe le parti possano beneficiare del legame uomo-animale.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...