Animali

Quanto dovrei nutrire il mio gatto?

Sfortunatamente, non esiste una risposta semplice a quanto cibo per gatti ha bisogno il tuo gatto. Quanto un gatto ha bisogno di mangiare dipende da una varietà di fattori, tra cui la taglia, l’età, il tasso metabolico, la quantità di esercizio e persino le temperature ambientali. Inoltre, lo stesso volume di cibi diversi può avere contenuti calorici e nutrizionali variabili, dimostrando che un approccio unico per tutti non funzionerà. Ciò non significa, tuttavia, che i proprietari siano senza risorse per aiutare a capire quanto nutrire i loro gatti.

Per cominciare, usa la guida per l’alimentazione sull’etichetta del cibo per gatti. Nel sacchetto del cibo secco si trova la quantità da dare ogni giorno in base al peso.

Questo ti dà un’idea di cosa dovrebbe ricevere il tuo gatto. Ma tieni presente che gli intervalli sono piuttosto ampi per soddisfare le esigenze di individui diversi entro un determinato intervallo di peso. Inoltre, tieni presente che l’importo indicato è “al giorno”, non “a pasto”. Raccomando ai miei clienti di misurare la razione completa del giorno e di metterla in un contenitore sigillato per ridurre le possibilità di sovralimentazione. In questo modo, tutti in casa dovrebbero sapere di prendere i pasti solo da questo contenitore piuttosto che fuori dalla borsa.

Dopo aver usato il retro della borsa per trovare un punto di partenza, valuta le condizioni del corpo del tuo gatto per restringere la quantità corretta. Se il tuo gatto ha già il suo peso ideale, offri una quantità che rientri nel range consigliato. Se è un po ‘magra, usa i numeri più grandi e se è un po’ “corpulenta”, usa quelli più piccoli.

Ogni due settimane circa, rivaluta le condizioni del corpo del tuo gatto e regola di conseguenza la quantità di cibo che offri. Una volta trovata la quantità che mantiene le condizioni fisiche ideali del tuo gatto (cioè, non troppo magro, non troppo grasso), puoi usare le pesate mensili oltre al punteggio delle condizioni corporee per apportare piccoli aggiustamenti a quanto stai offrendo da mantenere il suo diritto dove ha bisogno di essere.

Naturalmente, ciò che dai da mangiare è importante tanto quanto quanto dai da mangiare. Mentre guardi l’etichetta, assicurati che il cibo attuale del tuo gatto le fornisca ingredienti naturali di alta qualità e un’alimentazione equilibrata. Lo strumento MyBowl può aiutarti a determinare se il cibo attuale del tuo gatto fornisce un’alimentazione ottimale e può anche essere utilizzato per confrontare gli alimenti se pensi che potrebbero trarre vantaggio da un cambiamento. Se il tuo gatto ha bisogno di aumentare o perdere molto peso, parla con il tuo veterinario. Lui o lei può escludere qualsiasi disturbo di salute che potrebbe causare o potrebbe essersi sviluppato a causa del peso del tuo animale domestico e può mettere insieme un piano che si adatta alle esigenze particolari del tuo gatto.

Dovresti anche assicurarti che il tuo gatto non solo riceva abbastanza cibo, ma che riceva i nutrienti sufficienti dagli alimenti a base di carne. I gatti richiedono la taurina, un amminoacido che si trova solo nelle proteine ​​animali. E secondo l’ASPCA, il latte non dovrebbe essere somministrato ai gatti perché il gatto non produce l’enzima che scompone il lattosio nel latte e può causare il vomito.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...