Animali

Quello che devi sapere sul gatto Turco Van

Caratteristiche fisiche
Il Turkish Van è un gatto grande, muscoloso e ben costruito con un corpo e una coda moderatamente lunghi. Ha spalle forti e larghe e collo corto; l’atleta del mondo dei gatti. Il corpo di un furgone non dovrebbe essere né tozzo, né magro. Dovrebbe richiamare alla mente la corporatura di un atleta, e infatti, è uno dei gatti più grandi, che cresce fino a un peso maturo fino a 18 libbre per un maschio, otto libbre per una femmina.

Il Van è classificato come pelo semilungo, ma ha due lunghezze di pelo, determinate dalla stagione. In inverno, il pelo è folto e lungo, con una gorgiera piena sul petto e persino ciuffi di pelo tra le dita dei piedi. In estate, il pelo cade per lasciare un pelo corto e leggero. Entrambe le lunghezze del mantello sono caratterizzate come morbide come il cashmere, fino alla radice. Non c’è sottopelo evidente sul Van, solo una mano. Il pelo inizia corto alla nascita e cresce gradualmente in un periodo da tre a cinque anni, così che i gattini avranno un aspetto a pelo corto, con code sottili, ma man mano che maturano, la pelliccia sul petto si riempirà e la coda si addenserà in una coda a spazzola piena La coda non perde pelo né cambia a seconda della stagione, ma rimane lunga e piena. Le orecchie rimangono piumate di pelo, cosicché anche con il suo manto estivo,

Il mantello e la colorazione del furgone turco sono il punto forte di questo gatto. La colorazione classica è tutta bianca, con colorazione scura sulla coda e sulla sommità della testa, e meno frequentemente, sul dorso tra le scapole. Questo modello di colore è indicato come un modello “Van”. Il mantello del Van è naturalmente resistente all’acqua a causa della sua consistenza setosa e presumibilmente perché è solo un cappotto. Il Van ama l’acqua e può immergersi, nuotare felicemente per lunghi periodi di tempo e uscire relativamente asciutto. Non deve affrontare i soliti inconvenienti del gatto di avere il pelo incollato al corpo, o di dover passare un’ora a gonfiare il pelo per asciugarlo con le zampe e la lingua. Un altro vantaggio della sua morbida pelliccia è la resistenza alla stuoia. È necessaria pochissima toelettatura.

Questa è una razza naturale che si è evoluta per adattarsi all’ambiente in cui ha vissuto per migliaia di anni. È forte, vigoroso e sano. Non ci sono problemi genetici conosciuti con questa razza.

Un’eccezione che deve essere notata è il Van tutto bianco, senza alcun colore, che è incline alla sordità, o almeno ai disturbi dell’udito. Questo è un difetto comune a molti animali completamente bianchi. Esiste, infatti, un nome specifico per il Van tutto bianco: il turco Vankedisi. Non è stato accettato come un furgone turco, ma ha avuto un’accettazione limitata come razza della sua stessa classe, in particolare dal Consiglio direttivo della Cat Fancy in Gran Bretagna. In Gran Bretagna, la maggior parte degli incroci turchi Vankedisi sono con un furgone turco in modo da ridurre al minimo eventuali disturbi dell’udito associati alla colorazione completamente bianca.

Il Van ha tipicamente orecchie molto grandi quando è un gattino, che crescono nelle sue orecchie nel tempo. Il naso è dritto e asiatico, considerato lungo per un pelo semilungo, e con i suoi zigomi alti e gli occhi sorprendentemente luminosi, emana un aspetto piuttosto esotico. È comune trovare furgoni turchi con strani colori degli occhi. Cioè, un occhio blu e uno ambra. Questa caratteristica sorprendente e naturale non solo è accettabile, ma è prevista nel paese di origine del gatto Van. Al di fuori della Turchia, la razza Van si presenta più spesso con occhi abbinati, blu o ambra, in base al design. Questa preferenza occidentale per gli occhi abbinati nel gatto Van è fonte di divertimento per la gente della regione del Lago Van in Turchia.

Personalità e temperamento
Il Turkish Van è estremamente energico e attivo. È sempre in movimento, salta sugli scaffali, saltella per casa o semplicemente si diverte a fare un gioco. Non è noto per essere un gatto da pavimento, preferendo essere in cima a tutto, guardando gli avvenimenti sottostanti. L’elevata energia abbinata all’amore per i luoghi alti rende il Van un po’ negligente quando si tratta di ornamenti che potresti trovare preziosi ma che il Van trova essere semplici ostacoli. Se hai optato per un furgone come compagno che vuoi portare in casa, aspettati che le cose vengano buttate giù dagli scaffali. Se sei un collezionista di oggetti, vorrai prevenire la perdita dei tuoi oggetti preziosi mantenendoli bassi e al sicuro. Usa gli scaffali alti per oggetti infrangibili.

Come un leone, il Van ama osservare il suo “orgoglio” dall’alto, al sicuro nella sua casa e nelle persone con cui ha legato. E come un leone, il Van è noto per essere coraggioso e per essere un eccellente cacciatore. Può essere molto protettivo, ringhiando quando sente suoni insoliti dall’esterno. Il gatto Van costruisce un legame forte e stretto con una o due persone, rimanendo devoto per tutta la vita; non fa bene a cambiare proprietario.

Ama nuotare, quindi troverai spesso il gatto in piscina o al lago (se li hai nelle vicinanze). Il fascino dell’acqua si estende a tutta l’acqua, quindi è necessario prestare attenzione quando si tratta del bagno. Tenere il gabinetto chiuso è importante per la sicurezza del tuo gatto. Altrimenti, permettere al tuo Van di giocare con i rubinetti o con le ciotole d’acqua, sarà una ricreazione ideale. Il gatto è anche molto loquace e ama essere al centro dell’attenzione, soprattutto durante la cena.

Storia e background
Questa razza di gatto vive da secoli nella regione del Lago Van in Turchia (e nelle aree confinanti), da cui il nome. Non è chiaro quando i Van abbiano fatto di questa regione la loro dimora, ma durante gli scavi archeologici intorno alla città di Van e nelle regioni circostanti sono stati trovati ornamenti, disegni, intagli e gioielli di almeno 5000 anni fa, tutti con le sembianze di un gatto a pelo semilungo con un anello intorno alla coda, molto simile al Van.

Il periodo di tempo trascorso nella regione potrebbe anche essere determinato dal modo in cui si è adattato ai climi stagionali dell’area della Turchia orientale, dove si trova il lago Van. Remoto, montuoso e aspro, si trova a più di 5.600 piedi sul livello del mare, con inverni lunghi e gelidi ed estati relativamente calde.

Il gatto Van si è adattato fisicamente facendo crescere i suoi capelli in modo folto e pieno per l’inverno, e poi perdendo i suoi capelli semi-lunghi per l’estate, apparendo come un gatto a pelo corto. Presumibilmente, ha adattato questo tratto in modo che potesse nuotare per rinfrescarsi.

Si ritiene che il Van sia arrivato in Europa tra il 1095 e il 1272 d.C. Originariamente portato dai soldati di ritorno dalle Crociate, fu trasportato in tutti i continenti orientali da invasori, commercianti ed esploratori. Nel corso degli anni, i gatti Van sono stati chiamati con una varietà di nomi, tra cui Eastern Cat, Turkish, Ringtail Cat e Russian Longhair.

Nel 1955, due fotografe britanniche, Laura Lushington e Sonia Halliday, mentre erano in missione in Turchia per il Ministero del Turismo turco, ricevettero due gatti Van non imparentati, che Lushington si portò a casa con sé e gli fu permesso di accoppiarsi. Quando la prole è uscita identica ai loro genitori – bianco gesso con la coda e i segni della testa scuri, si è resa conto che erano gatti di razza pura, e ha deciso di allevare il gatto Van e farlo riconoscere dalle organizzazioni britanniche di fantasia dei gatti. Lushington è tornato in Turchia per trovare un’altra coppia, con l’obiettivo di allevare secondo lo standard “tre generazioni chiare”.

Rimase fedele al suo ideale di perfezione nella linea Van, allevando solo all’interno del ceppo di autentici Van turchi e rifiutandosi di incrociare con altre razze, preservando così le caratteristiche che la razza Van aveva portato avanti per centinaia di generazioni. Ha pensato poco alla conformazione del Van agli standard già stabiliti, insistendo sul fatto che il Van avesse un proprio standard stabilito a cui si doveva attenersi.

Il suo lavoro fu finalmente ricompensato nel 1969, quando il Turkish Van ottenne lo status di pedigree completo dal Consiglio direttivo della Cat Fancy.

Il Van iniziò ad essere importato in America negli anni ’70. A partire dal 1983, due allevatori della Florida, Barbara e Jack Reark, hanno lavorato duramente per rendere popolare questa razza e nel 1985 l’International Cat Association ha concesso lo status di campionato Turkish Van. Nel 1988, la Cat Fanciers Association (CFA) accettò la razza per la registrazione nella classe miscellanea. Il CFA in seguito ha conferito lo status provvisorio al Van nel 1993 e lo status di Campionato nel 1994. In quel primo anno, quattro Van turchi hanno ottenuto il grande titolo.

È ancora possibile importare un furgone turco dalla sua patria, ma le importazioni sono rare. Il gatto Van è stato a lungo considerato un tesoro nazionale ed è relativamente raro nella popolazione

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...