Animali

Razza dei cani: Barboncino (standard)

Disponibile in varietà in miniatura e standard, il barboncino è una razza appartenente alla classificazione non sportiva. Sebbene la sua origine diretta sia discutibile, furono i francesi a creare per primi i suoi diversi tipi. Originariamente utilizzato come aiuto per i cacciatori di anatre, il barboncino è diventato un artista circense, un vincitore frequente di spettacoli canini, un cane guida e un animale domestico amorevole.

Caratteristiche fisiche
Originario della razza working retriever, il tipo di corpo del barboncino è un riflesso della sua radice atletica. Il barboncino dalle proporzioni quadrate ha un aspetto grazioso e una carrozza orgogliosa. La sua andatura è elastica, senza sforzo e leggera. Il pelo è denso, riccio e duro; se legato, si blocca stretto. Tradizionalmente le clip (o stili di capelli) venivano utilizzate per scopi ornamentali e funzionali. Puppy, Continental, sella inglese e sport sono i tipi di clip accettabili per Show Poodles.

Personalità e temperamento
Il barboncino standard è uno dei cani più obbedienti e intelligenti, che combina un entusiasmo giocoso e uno spirito avventuroso. Preservando il suo amore per la caccia, ama il nuoto, la corsa e il recupero. Sebbene sia timido con gli estranei, va d’accordo con le persone familiari ed è molto buono con i bambini.

Cura
I barboncini richiedono molta socializzazione e interazione con l’uomo, nonché esercizio fisico e mentale. Una sessione di gioco o obbedienza breve e stimolante, oltre a una passeggiata, è necessaria ogni giorno, anche se ai barboncini non dovrebbe essere permesso di vivere all’aperto. I barboncini standard richiedono più attività fisiche (ad esempio, amano nuotare).

Show Poodles richiede una spazzolatura quotidiana dei capelli, tuttavia quelli con cappotti più corti richiedono solo una spazzolatura settimanale. Durante lo spargimento, i capelli di un barboncino non cadono, ma rimangono intrappolati nei capelli adiacenti, causando opacità. Pertanto, dovrebbe essere rimosso a tutti i costi. Questo può essere fatto prendendo il barboncino per una clip per animali domestici (o taglio di capelli), che può essere fatto una volta ogni 4-6 settimane.

Salute
Il barboncino standard vive in media da 10 a 13 anni e può soffrire di gravi condizioni come la torsione gastrica, la malattia di Addison e l’ adenite sebacea , oltre a problemi minori come disticiasi , entropione , epilessia , cataratta e displasia dell’anca canina ( CHD ) . I test dell’occhio, dell’anca, della biopsia cutanea e del DNA sono alcuni dei test che possono essere utilizzati per identificare queste condizioni.

Storia e contesto
Si diceva che i primi antenati del barboncino fossero cani ricci dell’Asia centrale, ma si identifica anche con la Francia. Molti cani acquatici a pelo ruvido sono anche associati agli antenati del cane. La prima razza di cani di questo gruppo era il Barbet, un tipo di cane riccio, che fu visto in Ungheria, Francia e Russia. Tuttavia, il ceppo tedesco del cane ha esercitato la massima influenza sul barboncino che conosciamo oggi. La parola tedesca pudel , che significa sguazzare o pozzanghera, è la fonte del nome del barboncino e riflette le sue abilità in acqua.

In Francia, il cane è stato anche chiamato chien canard o caniche , indicando le sue qualità di caccia alle anatre. Pertanto, dalle sue acque e dalle sue radici, divenne un eccellente compagno di caccia all’acqua. È stato anche usato come cane guida, cane da guardia, cane militare, artista circense e estrattore di carro per animatori. Il mantello era tagliato per aiutarlo a nuotare, ma era lasciato sufficientemente lungo sul petto per tenerlo caldo in acqua fredda. Alcuni credono che i ciuffi di pelo che circondano la punta della coda e le articolazioni delle gambe fossero pensati per proteggersi durante la caccia, ma prove più forti indicano che è iniziato come un ornamento durante i giorni di esibizione del cane.

Le donne alla moda in Francia portavano barboncini come eleganti compagni, così come l’aristocrazia francese, rendendola il cane nazionale ufficiale. La clip tipica del barboncino è stata accentuata in Francia, e c’è stato uno sforzo concertato da parte degli appassionati di barboncino per perfezionare le varietà più piccole. Alla fine del 19 ° secolo, i barboncini ottennero l’accesso all’anello dello spettacolo. Alcuni primi cani da esposizione avevano cappotti con filo che avevano lunghe trecce arruffate o sottili, anziché cappotti ben spazzolati. Ciò ha reso i barboncini molto impressionanti. Ma come stile, era difficile da mantenere e la tendenza terminò nei primi anni del 1900. Presto, gli stili bouffant lo sostituirono e diventarono di moda. Tuttavia, la popolarità del barboncino diminuì negli Stati Uniti e negli anni ’20, il Nord America non aveva quasi nessun cane di questa razza. The Poodle è tornato con successo dopo circa un decennio,

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...