Animali

Razze di gatto: Angora turca

L’angora turca è una razza naturale del “vecchio paese”, con tracce della sua linea che risalgono a diversi millenni. Di medie dimensioni con un corpo lungo, snello ed equilibrato, è il vero ritratto della grazia. Long è l’aggettivo che meglio caratterizza questa razza di gatto. L’Angora ha un corpo lungo, gambe lunghe e sottili, coda lunga, mantello lungo, orecchie grandi e occhi spalancati. È un gatto delicato, con ossa sottili, un petto sottile e un cappotto super morbido che smentisce la sua robustezza.

È rinomato soprattutto per il suo meraviglioso mantello lungo e setoso che sembra luccicare quando si muove. Il cappotto ha un solo strato, il che rende l’Angora un gioco da ragazzi. La lunghezza del cappotto è dettata dalla stagione. I capelli si diradano nei mesi caldi, quando l’Angora assume un aspetto più a pelo corto, e nei mesi freddi il pelo cresce più spesso e più a lungo, i peli e la criniera si gonfiano completamente e la coda diventa più elegante. Ma, poiché ha solo una mano, non è necessario preoccuparsi della stuoia, come accade per i gatti a pelo lungo a pelo doppio.

Un buon esempio di questo confronto è il persiano, a cui l’Angora è stata legata per molto tempo nella società dei gatti; la cravatta era basata principalmente sulla lunghezza del mantello. Anche il persiano ha i capelli lunghi, ma con un soprabito e un sottopelo lanoso che è soggetto a stuoie, deve essere curato con cura. Questa non è l’unica differenza tra le due razze. Uno dovrebbe solo guardare i gatti per vedere le differenze definitive. La prima e chiaramente evidente differenza è la faccia. Il persiano ha una faccia corta e piatta e l’Angora ha un naso più lungo e una faccia delicatamente disossata.

L’Angora è stata anche collegata al gatto Van turco. Uno dei motivi è dovuto alla sua tendenza ad avere strani occhi colorati. Come il Van, alcuni Angora hanno un occhio blu e un occhio ambra. L’altra somiglianza è lo spargimento stagionale del mantello a strato singolo, che diventa a pelo corto nei mesi caldi e più pieno nei mesi freddi. Le due razze hanno adattato tratti simili per sopravvivere ai climi stagionali disparati della Turchia. Altrimenti, le differenze tra le due razze sono sufficienti per classificarle separatamente. Dal momento che provengono dalla stessa regione del mondo, si potrebbe semplicemente supporre che i gatti abbiano assunto le loro caratteristiche uniche necessarie per sopravvivere agli inverni rigidi e alle estati calde in Turchia.

Tradizionalmente, il bianco puro è stato il colore preferito e per molto tempo le associazioni di gatti hanno accettato solo il bianco per la competizione. Ma gli angora sono naturalmente una razza variegata e, di recente, gli allevatori hanno sottolineato la varietà di colori con cui sono nati, che possono essere superiori a venti colori, oltre a motivi di tabby e varietà di fumo.

PERSONALITÀ E TEMPERAMENTO

Questo è un gatto intelligente e intelligente che si lega bene con gli umani. Con la sua personalità affettuosa e giocosa, l’Angora è la scelta migliore per le famiglie. Va d’accordo con tutti: bambini, anziani, visitatori. È dedicato alla sua famiglia umana e non fa bene a essere lasciato solo. L’Angora ha il desiderio di partecipare a tutte le tue attività ed è estremamente persistente nell’attirare la tua attenzione; è un vero gatto alfa. Questo stesso tratto si manifesta in relazione ad altri animali.

L’Angora va d’accordo con gli altri animali domestici in casa, ma chiarirà chi è il responsabile e a chi appartiene la casa. Gli piace risolvere il proprio problema ed essere indipendente a volte, e non è il gatto migliore per chi desidera un gatto addominale – non gli piace essere trattenuto per più di qualche minuto alla volta. Ma preferisce stare vicino, rimanere nella stanza con te e occuparsi sul pavimento dove può supervisionare l’azione e rimanere sveglio su tutti gli eventi.

Questa è una delle razze di gatti che ama parlare (il Tonkinese è un’altra razza che ama chattare). L’angora può essere molto vocale e può svolgere una conversazione animata per molto tempo. Ascolta attentamente, la tua angora potrebbe chiederti una danza. Questo adora ballare ed è particolarmente accattivante quando lo fa.

STORIA E CONTESTO

Esistono molte teorie sull’origine dell’angora turca. Secondo una teoria, il Pallas dai capelli lunghi, un gatto selvatico asiatico che ha le dimensioni del gatto domestico, è l’antenato dell’Angora. Tuttavia, questo è spesso confutato perché il Pallas è selvaggio e aggressivo, mentre l’Angora è affettuoso. Un’altra teoria (e uno scenario più probabile) suggerisce che l’angora, come altri gatti domestici, provenga dal gatto selvatico africano.

Questi gatti hanno probabilmente acquisito la caratteristica dei capelli lunghi da mutazioni molti secoli fa, prosperando nelle aree montuose della Turchia. Molte storie sono associate a questa razza. Una di queste leggende narra di Maometto (dal 570 al 632 d.C.), fondatore della fede islamica, e della sua decisione di tagliarsi le maniche piuttosto che disturbare un’Angora Muezza che dormiva tra le sue braccia. Questi gatti, un tempo chiamati Ankara dopo la capitale turca, furono inviati in Gran Bretagna e Francia da Turchia, Persia, Russia e Afghanistan alla fine del 1500.

Gli Angora furono poi introdotti in America alla fine del 1700, e raccolsero una rapida fanfara. Sfortunatamente, hanno iniziato a perdere popolarità dopo l’arrivo del gatto persiano. L’angora fu incrociata con il persiano per aumentare la lunghezza e la setosità del suo mantello. Nel tempo gli incroci hanno permesso ai geni della pelliccia bianca dell’Angora di diventare una parte stabile della linea persiana, cambiando la colorazione del persiano da un grigio statico.

Il beneficio inverso non era vero per l’Angora. Stava gradualmente perdendo i suoi tratti unici e la discendenza degli accoppiamenti divenne più simile al persiano, fino a quando non fu il persiano a diventare la razza dominante. Mentre l’Angora perse la sua purezza di razza a causa dell’allevamento incrociato, la sua popolarità precipitò a un minimo storico nel 1900, costringendo il governo turco ad agire. Il popolo turco attribuiva un grande valore ai suoi gatti bianchi, dagli occhi azzurri e dagli occhi strani, così il governo, insieme allo zoo di Ankara, iniziò un attento programma di allevamento per proteggere e preservare i gatti bianchi puri di angora con blu e ambra gli occhi; un programma che è continuato.

Gli occhi strani dai colori peculiari insiti in alcune angore sono apprezzati dal popolo turco e sono incoraggiati allo zoo, poiché si ritiene che siano stati i favoriti di Allah (Muezza, l’amato gatto di Maometto era un’angora con occhi insoliti). Fino ad oggi, è quasi impossibile acquisire un’angora bianca dalla Turchia. Possono essere trovati solo allo zoo o nelle case degli allevatori. Anche in Turchia, la proprietà di un’angora bianca è rara.

Ma, nel 1962, Liesa F. Grant, moglie del colonnello dell’esercito Walter Grant, che fu distaccato in Turchia, riuscì a importare un paio di angoras turche negli Stati Uniti, insieme ai loro certificati di origine. Altri americani che viaggiavano o erano stati di stanza in Turchia stavano anche riportando Angoras negli Stati Uniti, ed era questa piccola ma resistente popolazione che ha fornito la base per una linea americana di Angoras. Con il lavoro diligente di questa comunità di appassionati di angora, la razza divenne abbastanza numerosa da ottenere lo status di registrazione presso la Cat Fanciers Association (CFA) nel 1968 e per lo status di competizione provvisoria nel 1970.

Nel 1973 il CFA ha dato pieno riconoscimento all’Angora turca, ma fino al 1978, la registrazione era limitata al solo Angora bianco. Dal 1978, la razza è stata accettata in tutti i suoi colori naturali ed è ora una classe partecipante completa in tutte le associazioni di gatti in Nord America.

I numeri di registrazione mostrano che l’Angora bianca è ancora la più ricercata, ma gli allevatori hanno concentrato più energia sugli altri colori, con la consapevolezza che il mantello bianco non è più bello di molti altri colori naturali. Inoltre, in termini di possibili problemi di salute, il camice bianco non è sempre il migliore per la vitalità della razza (vedi cura, di seguito). Gli appassionati hanno anche contribuito alla crescente popolarità dell’angora colorata, in quanto hanno scoperto che è molto più facile trovare e trasportare un’angora non bianca dal suo paese d’origine.

Poiché lo zoo e il governo turco hanno focalizzato la loro attenzione solo sulla conservazione dell’Angora bianca, tutti gli altri colori della razza vagano liberamente attraverso i paesaggi rurali e urbani.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...