Animali

Tumore dell’occhio nei cani

Melanoma uveale nei cani
L’uvea è la parte dell’occhio costituita dall’iride (la parte colorata dell’occhio che circonda la pupilla), dal corpo ciliare (che produce il fluido all’interno dell’occhio [umore acqueo] e controlla le contrazioni del muscolo ciliare che aiutano vicino al fuoco), la coroide (che fornisce ossigeno e nutrimento alla retina – la superficie interna dell’occhio) e la pars plana (nella parte anteriore dell’occhio, dove si toccano l’iride e la sclera [bianco dell’occhio]) . Un melanoma è clinicamente caratterizzato dalla crescita maligna dei melanociti, cellule di aspetto scuro a causa dell’inclusione del pigmento melanico.

I melanomi uveali di solito sorgono dalla parte anteriore della superficie dell’iride, con estensione al corpo ciliare e alla coroide. Questi tumori tendono ad essere piatti e diffusi, non nodulari (a differenza dei melanomi intraoculari, che sono masse sollevate). Tali tumori hanno inizialmente un aspetto clinico e cellulare benigno (non diffondente). I melanomi uveali sono la neoplasia intraoculare primaria più comune nei cani. Di solito sono benigni e unilaterali e colpiscono più spesso l’uvea anteriore. Tuttavia, i melanomi uveali sono altrettanto spesso in grado di distruggere l’occhio. I melanomi uveali anteriori hanno un tasso del quattro percento di diffusione cancerosa attraverso il flusso sanguigno ai polmoni e agli organi viscerali. I melanomi coroidali raramente metastatizzano.

Sintomi e tipi
Melanoma uveale anteriore

Massa sclerale pigmentata (parte bianca dell’occhio) o corneale (la parte anteriore trasparente dell’occhio)
Massa pigmentata visibile
Pupilla irregolare
Infiammazione dell’occhio (l’uvea)
Glaucoma (aumento della pressione negli occhi)
Hyphema (sangue negli occhi)
Nessuna perdita della vista a meno che la massa non ostruisca la pupilla o si sia sviluppato glaucoma
Melanomi coroidali

Spesso mancato a causa della posizione del tumore
Massa più indietro negli occhi
Crescita molto lenta; raramente richiede la rimozione dell’occhio
Tumore raro
Cause
Sconosciuto
Le lentiggini dell’iride piatte e pigmentate hanno il potenziale per trasformarsi in melanomi
Esiste una presunta eredità recessiva autosomica (non legata al sesso) nei Labrador retriever
Diagnosi
Il tuo veterinario eseguirà un esame fisico approfondito sul tuo cane, incluso un esame oftalmico completo (compreso il test della pressione all’interno dell’occhio e il corretto drenaggio dell’umore acqueo dell’occhio). Verrà inoltre condotto un profilo ematico completo, compreso un profilo ematico chimico, un esame emocromocitometrico completo, un’analisi delle urine e un pannello elettrolitico. La prova di metastasi può essere presente nel profilo sanguigno o l’emocromo può mostrare un aumento dei globuli bianchi, che può essere indicativo del sistema immunitario del corpo che combatte la crescita delle cellule maligne. Dovrai fornire una storia completa della salute del tuo cane e dell’insorgenza dei sintomi.

I raggi X e un’ecografia possono anche aiutare a determinare l’entità della malattia metastatica negli occhi. Durante l’esame oftalmico, verrà utilizzata la tonometria per misurare la pressione negli occhi e verrà utilizzata la gonioscopia per vedere se il melanoma si è diffuso all’angolo di drenaggio. La biomicroscopia con lampada a fessura può essere utilizzata per misurare le dimensioni e la posizione della massa. La massa dovrebbe essere transilluminata, una tecnica che utilizza una forte luce per risplendere attraverso il bulbo oculare, illuminandolo dappertutto come aiuto alla diagnosi. L’oftalmoscopia indiretta può anche essere utilizzata per indagare l’occhio, con o senza concomitante rientranza sclerale.

Trattamento
I melanomi uveali nei cani sono generalmente tumori non diffondenti (benigni), quindi puoi scegliere di monitorare l’occhio per i cambiamenti ogni 3-6 mesi. I giovani Labrador retriever sono inclini a melanomi uveali a crescita aggressiva e avranno bisogno di un intervento chirurgico. La rimozione dell’occhio colpito (enucleazione) è il trattamento suggerito.

Indicazioni per l’enucleazione: la dimensione della massa aumenta rapidamente, l’occhio non può essere recuperato, la massa si diffonde diffusamente all’interno dell’occhio, la funzione visiva è significativamente compromessa, invasione del tumore all’esterno dell’occhio e complicanze secondarie (p. Es., Glaucoma, segni di dolore, sanguinamento).

Vita e gestione
Rimuovere un occhio è unilaterale e viene fatto per risparmiare l’occhio del compagno. Gli animali con un occhio solo spesso funzionano molto bene, adattandosi rapidamente al cambiamento della capacità visiva. Se il tuo cane sviluppa il glaucoma secondario a un melanoma uveale, molto probabilmente soffrirà molto e molto dolore. I mal di testa che ne derivano possono manifestarsi come scuotimento della testa, pressione della testa, piagnucolio, posizionamento delle zampe sulla testa o letargia e movimenti lenti.

Il veterinario programmerà gli appuntamenti di follow-up per la radiografia e l’imaging ecografico a sei e dodici mesi dopo l’intervento o il trattamento iniziale. A questi appuntamenti, il veterinario valuterà il sito di enucleazione e verificherà la recidiva del tumore o le metastasi

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...