Animali

Tutto ciò che c’è da sapere sul gatto Ocicat

Caratteristiche fisiche
Simile a qualcosa che vedresti in natura, l’Ocicat è un gatto maculato agouti con una corporatura forte e atletica. Come un Ocelot, il suo pelo corto e morbido ha file di macchie che corrono lungo la colonna vertebrale dalle scapole alla coda e grandi macchie simili a impronte digitali sul lato del busto. E mentre l’Ocicat ideale è grande, può anche essere di taglia media.

Ci sono dodici colori approvati per la razza Ocicat: fulvo, cioccolato, cannella, blu, lavanda, fulvo, argento, argento cioccolato, argento cannella, argento blu, argento lavanda e argento fulvo.

Personalità e temperamento
L’apparenza inganna. In quanto tale, l’Ocicat non è selvaggio, ma piuttosto caldo e affettuoso. Un gatto intelligente, può essere insegnato a riconoscere il suo nome e andare e venire al tuo comando. È anche un ottimo gatto per le persone che possiedono altri animali domestici, poiché è molto socievole. L’Ocicat può anche usare la sua agilità per ballare il tip tap sul tavolo o giocare a vari giochi con giocattoli e oggetti in casa.

Storia
L’Ocicat originale era il risultato inaspettato di un esperimento di allevamento. Nel 1964, un allevatore di gatti di nome Virginia Daly cercò di creare un siamese con punti di colore abissino. Per ottenere ciò ha accoppiato una femmina siamese e un maschio abissino, che hanno prodotto gattini dall’aspetto abissino. Ha poi incrociato un mezzo abissino con un siamese di razza e ha ottenuto il risultato desiderato. Tuttavia, c’era un gattino insolito con macchie dorate e occhi color rame nella cucciolata. Successivamente è stato chiamato Tonga, e soprannominato “ocicat” dalla figlia di Daly a causa del gatto selvatico con macchie simili: l’ocelot.

Daly si rese conto di aver involontariamente prodotto una nuova razza. E sebbene Tonga fosse castrato e venduto come animale domestico, ulteriori allevamenti dei suoi genitori avrebbero successivamente fornito la base per un programma di allevamento.

Il primo Ocicat fu esposto nel 1965 e nel 1966 la Cat Fanciers Association (CFA) riconobbe la razza. Sfortunatamente, il CFA ha commesso un errore e ha elencato le razze madri come American Shorthair e Abyssinian. Per un breve periodo la razza American Shorthair è stata introdotta nella linea di sangue degli Ocicat, cambiandone il colore, la forma e la struttura corporea.

Nonostante la sua popolarità iniziale, l’Ocicat non ha raggiunto lo status di campionato fino al 1987. Tuttavia, ora può essere visto in molte mostre di gatti negli Stati Uniti. Alcuni Ocicats sono stati persino esportati in altri paesi, dove sta anche ottenendo molto successo.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...