Animali

Tutto quello che c’è da sapere sul cane Mastino

Il mastino è una razza di cani piuttosto antica. Dai giorni di Cesare al Medioevo fino alla seconda guerra mondiale, la razza si è sviluppata e si è frammentata in vari tipi di mastino. L’aspetto ampio e prepotente del mastino moderno può essere piuttosto intimidatorio, ma la razza è in realtà piuttosto gentile e molto leale.

Caratteristiche fisiche
Il mastino trasuda dignità e grandezza. È di ossatura pesante, leggermente lungo, potente e massiccio con una buona spinta e portata. Il doppio strato protettivo del mastino è composto da un sottopelo spesso e da un cappotto esterno diritto e ruvido di lunghezza moderatamente corta. Questo cappotto esterno è disponibile in vari colori, tra cui fulvo, albicocca o tigrato.

Personalità e temperamento
Sebbene il mastino non mostri molte emozioni, è di buon carattere, accomodante, incredibilmente gentile e molto leale, rendendolo un perfetto cane da casa.

Cura
Il mastino può essere tenuto all’aperto, ma non in climi caldi o umidi. Inoltre, al fine di adempiere alla sua funzione di guardiano devoto, dovrebbe essere consentito di vivere in casa. Richiede una cura minima del pelo e un moderato esercizio quotidiano, solitamente sotto forma di una passeggiata o di un gioco.

Salute
Il mastino, con una durata di vita di circa 9-11 anni, soffre di condizioni di salute minori come l’ osteosarcoma , displasia del gomito e cistinuria, o condizioni importanti come la displasia dell’anca canina ( CHD ) e la torsione gastrica. Alcuni cani di questa razza possono anche soffrire di rottura del legamento crociato, cardiomiopatia, iperplasia vaginale , allergie e obesità . Per identificare alcuni di questi problemi, un veterinario può eseguire test dell’anca, della tiroide, del gomito, degli occhi e del DNA su questa razza di cane.

Storia
La storia del Mastino è un po ‘confusa a causa della confusione tra questa razza e l’antico gruppo dei Mastini da cui proviene, ma la moderna razza del Mastino è di origine relativamente recente. Durante il regno di Cesare, i mastini erano impiegati come gladiatori e cani da guerra, e durante il Medioevo erano usati come cani da caccia e da guardia. Ancora più tardi, furono usati per l’esca degli orsi, per i tori e per i combattimenti tra cani. Questi eventi sportivi continuarono ad essere popolari anche quando furono ritenuti crudeli e furono banditi nel 1835.

Il mastino moderno discendeva da questi cani da fossa, ma anche da linee nobili, come i famosi mastini di proprietà di Sir Peers Legh, cavaliere di Lyme Hall sotto il regno di re Enrico V. Durante la battaglia di Agincourt nel 1415, il mastino di Sir Peers rimase a proteggerlo sul campo di battaglia per diverse ore dopo essere stato ferito. Nonostante la morte di Sir Peers, il suo mastino tornò a casa sua e fondò l’origine dei Lyme Hall Mastiffs.

Ci sono alcune prove che un mastino sia stato portato in America sul Mayflower, tuttavia, il primo ingresso documentato della razza non si è verificato fino alla fine del 1800. Come molte altre razze di cani, la seconda guerra mondiale ha quasi annientato il mastino in Inghilterra; fortunatamente, c’erano cani sufficienti negli Stati Uniti per far rivivere la razza. Oggi, il mastino è diventato una delle razze più popolari negli Stati Uniti

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...