Animali

Tutto quello che devi sapere sul Cane da pastore anatolico

L’Anatolian Shepherd Dog è un puro lavoratore. Originariamente allevato in Turchia per scopi utilitari, è oggi considerato uno dei cani da guardia preminenti. Questo cane grande e potente ha anche una struttura unica per proteggere il bestiame.

Caratteristiche fisiche
Il robusto Anatolian Shepherd gode dei tratti di resistenza e agilità. La sua corporatura ampia gli consente di svolgere compiti difficili e la sua andatura è fluida, fluida e potente.

Il pastore anatolico ha una testa grande, una buona struttura ossea e un’espressione intelligente. Il mantello del cane, che può essere trovato in una varietà di colori, è corto o ruvido e un po ‘più lungo intorno alla criniera e al collo. Il suo sottopelo, nel frattempo, è spesso.

Personalità e temperamento
L’ultimo cane da guardia, la razza di cane anatolica inizierà ad abbaiare non appena diventa sospettoso. È devoto alla sua famiglia umana e funge da eccellente protettore della famiglia. Nonostante queste qualità, tuttavia, la razza è riconosciuta come un gruppo accomodante e rilassato, che non cerca mai guai. Sebbene sia gentile con i bambini, il pastore anatolico potrebbe non essere così giocoso come i bambini si aspettano.

Cura
L’Anatolian Shepherd richiede una cura minima del pelo, che comprende solo una sessione di spazzolatura una volta alla settimana per pulire i cari capelli. Una corsa veloce o una lunga passeggiata è tutto ciò che serve per un regime di esercizio quotidiano. Ama anche socializzare con la sua famiglia, ma può vivere all’aperto in climi freschi e temperati.

Salute
La razza canina anatolica, che ha una durata media di 10-13 anni, è soggetta a condizioni di salute come l’entropion e la displasia dell’anca canina ( CHD ). Inoltre reagisce negativamente all’anestesia barbiturica. Per il cane si consigliano esami dell’anca e della vista.

Storia
Si dice che le origini del pastore anatolico siano radicate nei cani da guerra mollosiani romani e nel mastino tibetano, che arrivarono in Turchia oltre 4000 anni fa. In Turchia, tali cani erano usati per difendere il bestiame dai predatori come orsi e lupi. Fornirono compagnia ai pastori nomadi e si diffusero anche in una vasta regione, tenendo conto della variazione della razza in termini di colore, taglia e tipo di mantello. Le qualità che sono rimaste costanti in tutte le razze sono la robustezza, la fedeltà e l’indipendenza.

Il suo nome deriva dal nome turco della razza Koban copek, che è approssimativamente tradotto in “cane da pastore”. Tuttavia, questa razza non ha mai funzionato come pastore.

Entrato per la prima volta negli Stati Uniti negli anni ’50, il cane da pastore anatolico proteggeva efficacemente il bestiame dai coyote e da vari predatori, ma non era ben noto tra gli appassionati di cani.

Dalla fine degli anni ’70 agli anni ’80, il pastore anatolico divenne apprezzato e stimato per i suoi attributi utili. Gli amanti degli animali domestici che cercavano un tutore fedele e degno di fiducia hanno iniziato ad acquisire la razza. L’American Kennel Club ha riconosciuto la razza come parte della classe Miscellaneous nel 1996 e successivamente nel gruppo di lavoro.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...