Animali

Tutto quello che devi sapere sul cane Levriero scozzese

Una razza rara con una grande classe, il Deerhound scozzese è una delle più antiche razze simili a Greyhound. Un cane piuttosto grande, ha un pelo ruvido generalmente di colore blu-grigio.

Caratteristiche fisiche
Sebbene assomigli al Greyhound nella corporatura, i cani scozzesi Deerhound hanno l’ossatura più grande, con peli ruvidi lunghi circa tre o quattro pollici. Il mantello, essendo resistente alle intemperie, li aiuta in condizioni difficili. Inoltre, questi cani hanno un’andatura facile ma veloce.

Personalità e temperamento
Lo Scottish Deerhound ha una piacevole personalità. E sebbene alcuni Deerhound scozzesi possano inseguire estranei, di solito si comporta educatamente con altri cani e animali domestici e gioca bene con i bambini. Una razza sottomessa e accomodante, è un ottimo animale domestico da interni; tuttavia, lo Scottish Deerhound ama anche andare all’aperto.

Cura
La razza scozzese Deerhound ama trascorrere del tempo in casa con la sua famiglia umana. Tuttavia, il cane può adattarsi a vivere all’aperto in un clima caldo o freddo. L’esercizio di routine è essenziale per la razza, idealmente sotto forma di una lunga passeggiata o di corsa in un’area chiusa.

I capelli dovrebbero essere tagliati di tanto in tanto per evitare che si aggroviglino; la pettinatura, nel frattempo, aiuterà a rimuovere i peli morti. Inoltre, i peli intorno al viso e alle orecchie del cane dovrebbero essere spogliati.

Salute
La razza scozzese Deerhound, che ha una durata media di 7-9 anni, è suscettibile a importanti problemi di salute come cardiomiopatia, torsione gastrica e osteosarcoma . Anche ipotiroidismo , dolore al collo, atopia e cistinuria possono affliggere questo cane. Per identificare precocemente alcuni dei problemi, un veterinario può raccomandare cistinuria ed esami cardiaci regolari per questa razza di cane.

Storia e background
Lo Scottish Deerhound è una razza rara e antica. Ha una somiglianza con il Greyhound, ma gli esperti non sono del tutto sicuri del perché. Si presume, tuttavia, che la razza sia esistita già nel XVI e XVII secolo. I nobili di quel tempo, specialmente quelli che erano avidi cacciatori di cervi, erano molto affezionati alla razza. In effetti, un Deerhound scozzese non poteva essere acquisito da nessuno inferiore al grado di conte durante l’Età della Cavalleria.

Il declino della popolazione di cervi in ​​Inghilterra ha causato una concentrazione della razza nelle Highlands scozzesi, dove i cervi esistevano ancora in gran numero. I capi delle Highlands si prendevano cura di questa razza, ma con la caduta del sistema dei clan dopo la battaglia di Culloden, i Deerhound scozzesi persero la loro popolarità entro la metà del XVIII secolo. L’arrivo dei fucili a retrocarica nel XIX secolo ha ulteriormente aggravato il loro declino poiché i cervi erano molto più facili da cacciare. All’inizio del 1860 fu fondato il primo club Deerhound in Inghilterra. Sono stati anche esposti alle mostre canine di quel periodo.

Fu solo intorno al 1825, quando Archibald e Duncan McNeill intrapresero un restauro della razza, che il Deerhound scozzese riacquistò il suo antico splendore. E sebbene la distruzione della prima guerra mondiale abbia notevolmente ridotto il numero della razza in tutta Europa, il Deerhound scozzese di oggi è strettamente conforme allo standard originale stabilito nei secoli XVIII e XIX.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...