Animali

Tutto quello che devi sapere sul cane Lhasa Apso

Il Lhasa Apso è un piccolo cane da compagnia sviluppato per la prima volta in Tibet. Il suo aspetto simile a un leone e la personalità audace lo rendono un’aggiunta adorabile per molte famiglie oggi.

Caratteristiche fisiche
Non generalmente considerato un grande atleta, il Lhasa Apso ha cosce e quarti ben sviluppati, un corpo lungo e un lombo e un bacino forti. Il suo mantello, che può essere visto in una varietà di tagli e colori, è ruvido, pesante, dritto e lungo. I suoi baffi e la barba dalla punta più scura, nel frattempo, conferiscono al cane un aspetto maestoso, quasi simile a un leone. Molti Lhasa Apsos hanno anche un leggero morso.

Personalità e temperamento
Nonostante il suo aspetto, il Lhasa Apso è un cane duro: audace, indipendente, testardo e riservato verso gli estranei. Il cane, tuttavia, è adorabile nei confronti del suo proprietario e rappresenta un ottimo compagno.

Cura
Il lungo pelo del Lhasa Apso richiede pettinatura e spazzolatura a giorni alterni. Ama brevi passeggiate e sessioni di gioco all’aperto, ma non dovrebbe essere tenuto fuori.

Salute
Il Lhasa Apso, che ha una durata media di circa 12-14 anni, è suscettibile a condizioni di salute importanti come lussazione rotulea e alimenti minori come atrofia progressiva della retina (PRA), distichiasi , ipoplasia corticale renale ed entropion . Per identificare alcuni di questi problemi, un veterinario può eseguire esami dell’anca, del ginocchio e della vista sul cane.

Storia e background
Sebbene l’origine esatta del Lhasa Apso sia sconosciuta, si ritiene che sia un’antica razza di cani. Un tempo considerato parte integrante dei monasteri e dei villaggi tibetani, si pensava che il Lhasa Apso incorporasse le anime dei Lama buddisti reincarnati dopo la loro morte. Il Lhasa Apso fungeva anche da cane da guardia del monastero, allertando i monaci dei visitatori in arrivo, ed era quindi chiamato Abso Seng Kye o “Bark Lion Sentinel Dog”. Alcuni teorizzano che la razza possa aver derivato il suo nome occidentale, Lhasa Apso, a causa del suo mantello simile a una capra e dalla forma corrotta della parola tibetana rapso , che significa capra.

Quando è stato introdotto per la prima volta in Inghilterra, la razza veniva chiamata Lhasa Terrier, sebbene non fosse un vero terrier. L’originale Lhasa Apsos americano arrivò nel 1930, un dono di Thubten Gyatso, il tredicesimo Dalai Lama, a C. Suydam Cutting, un ricco naturalista americano. Nel 1935, il Lhasa Apso fu messo sotto l’American Kennel Club Terrier Group, ma nel 1959 fu trasferito al Gruppo Non Sportivo. Oggi, la razza è un popolare animale domestico e cane da esposizione; a Lhasa Apso, Homero del Alcazar, è persino diventato campione del mondo al World Dog Show nel 2005.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...