Animali

Tutto quello che devi sapere sul gatto Scottish Fold

Caratteristiche fisiche
La razza Scottish Fold è riconosciuta per il suo corpo di medie dimensioni e le orecchie insolite, che si piegano in avanti e verso il basso e sono piuttosto piccole. Le orecchie iniziano a piegarsi quando hanno tre settimane, si drizzano a rumori improvvisi e poi si sdraiano per mostrare rabbia. La maggior parte degli Scottish Fold ha anche capelli corti e setosi, ma esiste anche una varietà a pelo lungo, nota come Scottish Fold Longhair. E mentre originariamente veniva allevato per avere camici bianchi, ora può essere visto in una varietà di colori.

Personalità e temperamento
Il gatto Scottish Fold è gentile, intelligente e docile. Estremamente flessibile e ben adattato, il gatto Scottish Fold è anche molto affettuoso. E sebbene possa diventare estremamente attaccato a te, non sarà un parassita o un fastidio. Come molti altri gatti, ama giocare, ma è particolarmente reattivo all’addestramento.

Salute
La razza Scottish Fold può soffrire di problemi di salute, soprattutto a causa di un allevamento difettoso. (L’incrocio all’interno della stessa razza può spesso causare deformità.) Le pieghe che ereditano il gene dell’orecchio piegato da entrambi i genitori (pieghe omozigoti) hanno molte più probabilità di sviluppare l’osteodistrofia congenita, una condizione genetica che causa la distorsione e l’ingrandimento delle ossa. I primi segnali di allarme includono uno spessore o una mancanza di mobilità delle gambe o della coda.

Storia e background
La razza è stata scoperta accidentalmente nel 1961 da William Ross, un contadino scozzese. Ha notato un gatto bianco, di nome Suzie, con insolite orecchie piegate nella fattoria del suo vicino vicino a Coupar Angus, nella regione scozzese di Tayside. L’ascendenza di Suzie era incerta, ma sua madre è stata identificata come un gatto a pelo bianco. Ross era così incuriosito dal gatto, che acquistò un gattino dalla cucciolata successiva di Suzie, un gattino che possedeva anche i tratti di sua madre. Ha quindi iniziato un programma di allevamento con il suo gatto, Snooks, e ha partecipato a varie mostre di gatti.

Ross ha chiamato la razza “lop eared” dopo una varietà di coniglio e nel 1966 ha registrato la nuova razza presso il Governing Council of the Cat Fancy (GCCF). (La razza è stata successivamente ribattezzata Scottish Fold.) Sfortunatamente, il GCCF ha interrotto la registrazione della razza all’inizio degli anni ’70 a causa di preoccupazioni per i disturbi dell’orecchio (cioè infezioni, acari e problemi di udito).

La razza Scottish Fold arrivò anche in America nel 1970, quando tre dei cuccioli di Snook furono inviati al dottor Neil Todd presso il Carnivore Genetics Research Center in Massachusetts. Stava conducendo ricerche sulle mutazioni spontanee. E sebbene la sua ricerca con i Folds non abbia ottenuto risultati favorevoli, Todd ha trovato buone case per ciascuno dei gatti. Un gatto in particolare, una femmina di nome Hester, è stato dato a Salle Wolfe Peters, un noto allevatore di Manx in Pennsylvania. Peters è stato successivamente accreditato con la creazione di questa razza in America.

Lo Scottish Fold ottenne il riconoscimento della Cat Fanciers Association (CFA) nel 1973 e nel 1978 gli fu conferito lo status di campionato. La versione a pelo lungo del gatto non è stata riconosciuta fino alla metà degli anni ’80, ma ora entrambi i tipi sono piuttosto popolari.

L’American Cat Fanciers Association, l’American Association of Cat Enthusiasts e la United Feline Organization si riferiscono alla razza come Highland Fold.

Nel frattempo, la International Cat Association, la National Cat Fanciers Association, l’American Cat Association, la Canadian Cat Association e la CFA chiamano la razza Scottish Fold Longhair; la Cat Fanciers Federation lo chiama Longhair Fold.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...