pelle
Benessere del Corpo

La tua pelle può essere influenzata dagli ormoni?

La tua pelle può essere influenzata dagli ormoni? E’ una verità abbastanza universale che per comprendere appieno come funziona qualcosa, devi anche sapere perché funziona. Applichiamo questo principio alla scienza e all’innovazione, ma possiamo anche usarlo per comprendere il mondo della bellezza, in particolare con la cura della pelle mirata.

Ad esempio, se non impari mai il motivo per cui stai scoppiando. I cerotti per i brufoli e i trattamenti per le macchie possono essere soluzioni rapide e sorprendenti. Non capirai mai cosa sta causando la condizione in primo luogo. La nostra pelle è viva, il nostro organo più grande. Cose come la dieta, gli squilibri ormonali e i farmaci ne influenzano facilmente la funzione. Ma, a meno che tu non stia sviluppando un piano solido per conoscere la tua pelle. Può essere inutile (e più che un po’ frustrante) arrivare alle cause profonde delle condizioni sottostanti.

La tua pelle può essere influenzata dagli ormoni? Lo studio fatto da un’azienda di cosmesi in America

La tua pelle può essere influenzata dagli ormoni? Nessuno lo sa meglio di Allie Egan. Il fondatore di Veracity. Un nuovo marchio di prodotti per la cura della pelle basato sui test ormonali, è stato un punto fermo da lungo tempo nella sfera della bellezza e del benessere. Continua a leggere per scoprire come Veracity misura i biofattori chiave. Inclusi ormoni, pH e altri indicatori chiave della salute della pelle per fornire una cura della pelle personalizzata.

Esausta dopo anni di tentativi e fallimenti di risolvere i propri problemi di pelle. La chiarezza è arrivata sotto forma di un test di fertilità mentre Egan stava cercando di concepire. Fu allora che la fondatrice del marchio scoprì di avere una tiroide ipoattiva. Il vero colpevole dietro la sua pelle secca cronica e le sue lotte per la fertilità.

Curare la pelle in funzione degli ormoni è possibile

Egan sapeva che non poteva essere sola in questo processo, e aveva ragione. Si stima che 42 milioni di donne soffrano di problemi della pelle legati a biofattori come ormoni, allergie e squilibri di salute sottostanti che si manifestano nella e sulla loro pelle. La sua azienda, Veracity, si dedica a decifrare ciò che sta realmente accadendo, sia in superficie che sotto la pelle.

Gli ormoni che causano problemi alla pelle potrebbero essere presenti anche in altri problemi di salute. Stanco dello sprezzante e generalizzato, “È solo una questione di ormoni!” dagli operatori sanitari, Egan vuole che tutti noi sappiamo esattamente cosa sta succedendo nei nostri corpi. Se la conoscenza è potere, allora questo studio potrebbe essere la svolta più genuinamente potenziante nella cura della pelle.

Come gli ormoni possono causare la pelle grassa

La tua pelle può essere influenzata dagli ormoni? Molti dei cambiamenti della pelle che possono verificarsi durante la pubertà e più avanti nella vita sono dovuti a piccole ghiandole chiamate ghiandole sebacee . Queste ghiandole sebacee producono e secernono una sostanza oleosa chiamata sebo. A partire dalla pubertà, le ghiandole sebacee aumentano di dimensioni e iniziano a secernere sebo, con la maggior quantità di sebo secreta tra i 15-35 anni. Il termine medico per la condizione di avere la pelle grassa è chiamato seborrea e ha cause diverse.

La tua pelle può essere influenzata dagli ormoni? Le cose principali da sapere:

La tua pelle cambia in risposta agli ormoni, come estrogeni e testosterone
Se hai la pelle grassa, potresti notare un aumento dell’olio per il viso prima e durante il ciclo
Le epidemie di acne durante il periodo premestruale e mestruale sono comuni
La tua pelle è uno degli organi più grandi e importanti del tuo corpo. Forma una barriera fisica protettiva, regola la temperatura e fornisce una via per l’eliminazione di liquidi come sudore e oli.

In che modo gli ormoni influenzano la tua pelle

Quando le donne invecchiano e attraversano le varie fasi della vita, i nostri livelli ormonali cambiano. Un indicatore ovvio e visibile delle fluttuazioni ormonali è l’aspetto della nostra pelle. Esaminiamo alcune fasi chiave della vita ormonale e il loro effetto corrispondente sul tessuto cutaneo. Tocca anche la correlazione tra ormoni e pelle.

Pubertà

Tra i 10 e i 14 anni, il corpo di una donna sperimenta un aumento degli ormoni riproduttivi inclusi estrogeni, progesterone e testosterone. Questa ondata di ormoni innesca l’inizio del ciclo mestruale e altri cambiamenti fisici che vediamo durante la pubertà. L’aumento del testosterone provoca la stimolazione delle ghiandole sebacee e aumenta la produzione di sebo portando a pelle grassa e follicoli ostruiti. L’eccesso di sebo è uno degli elementi causali dell’acne durante la pubertà .

Le riacutizzazioni dell’acne sono comuni all’inizio del ciclo mestruale a causa del cambiamento nel rapporto tra estrogeni e progesterone e testosterone. La diminuzione dei livelli di estrogeni (e un successivo rapporto più elevato di testosterone) porta ad un aumento della produzione di olio. Questi due ormoni lavorano insieme per bilanciare la produzione di olio sulla pelle. Uno squilibrio in questi ormoni può portare a un eccesso di olio e sfoghi. L’acne è una delle condizioni della pelle più comuni negli adolescenti, tuttavia, la gravità dell’acne può variare ampiamente a seconda degli squilibri ormonali, della genetica e dei fattori ambientali.

Gravidanza

Durante la gravidanza, livelli aumentati di estrogeni e progesterone stimolano le cellule del pigmento nel corpo a causa di un aumento dell’ormone stimolante la melanina (MSH) dalla ghiandola pituitaria anteriore. Questo aumento di MSH porta a nei più scuri, capezzoli più scuri e vulva e può anche provocare una condizione chiamata melasma. Il melasma è un’iperpigmentazione della pelle dovuta alla sovrapproduzione di melanina da parte delle cellule del pigmento chiamate melanociti. Questo scolorimento si verifica comunemente sulla fronte, sul labbro superiore e sulle guance. Il melasma è direttamente stimolato e peggiorato dall’esposizione ai raggi UV. È fondamentale evitare l’esposizione al sole e utilizzare una protezione solare fisicase hai il melasma Il melasma indotto dalla gravidanza è benigno e può risolversi dopo il parto. Tuttavia, se grave, possono essere necessarie creme e procedure da prescrizione per eliminare completamente l’iperpigmentazione.

Le donne in gravidanza sono più suscettibili alle vene varicose. Le vene varicose e le vene gonfie più profonde si verificano a causa dell’aumento della pressione venosa nella parte inferiore delle gambe durante la gravidanza e delle valvole che perdono influenzate dall’aumento degli estrogeni. Queste valvole indebolite consentono al sangue di fluire nella direzione sbagliata e di accumularsi nella circolazione superficiale. La buona notizia è che per la maggior parte delle donne sane le vene tendono a scomparire oa ridursi di dimensioni nei mesi successivi al parto.

Leggi anche La ricetta “numero uno” contro l’ansia. Vivere sani

Gli ormoni durante la gravidanza possono anche causare l’acne, anche in pazienti che non hanno avuto l’acne in passato. Il trattamento dell’acne durante la gravidanza è limitato a causa delle potenziali tossicità poste al feto. Durante la gravidanza dovrebbero essere evitati la terapia ormonale, gli antibiotici per via orale (come le tetracicline) e i retinoidi sia orali che topici. Esistono alcune terapie topiche sicure per l’acne indotta dalla gravidanza, come l’eritromicina topica e i prodotti a base di zolfo. Consultare sempre un dermatologo certificato per le terapie topiche approvate durante la gravidanza.

Menopausa

La menopausa provoca un naturale declino degli ormoni riproduttivi, compreso un calo dei livelli di estrogeni e un aumento del rapporto tra testosterone e progesterone. Gli estrogeni aumentano il collagene e lo spessore della pelle, quindi la diminuzione degli estrogeni durante la menopausa provoca una significativa disidratazione a causa di un aumento della perdita di acqua transepidermica. Di conseguenza, le donne si sentono più secche e appaiono più rugose. Inoltre, l’esaurimento del collagene porta ad una perdita di elasticità e compattezza della pelle.

Con l’età, la pelle ha una ridotta capacità di gestire i danni ossidativi come l’esposizione al sole. Durante questo periodo, vediamo un aumento dei problemi di pigmentazione come macchie senili o lentiggini solari. Inoltre, il rischio di cancro della pelle aumenta e sono necessari esami cutanei annuali come parte dello screening sanitario generale. Assicurati di prenotare un appuntamento per un esame della pelle di tutto il corpo e di consultare un dermatologo certificato per lo screening. Prima viene rilevato il cancro della pelle, più è curabile.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...