Benessere dell'Alimentazione

Perché le banane mi fanno male lo stomaco?

Perché le banane mi fanno male lo stomaco? Sono comunemente raccomandate durante i periodi di nausea. Stimolano la produzione di muco dal rivestimento dello stomaco, che funge da barriera contro le sostanze acide che possono causare nausea.

Sono anche utilizzate per reintegrare il potassio e altri nutrienti essenziali persi a causa di vomito o diarrea. Nonostante siano facili da digerire, le persone possono ancora manifestare sintomi gastrointestinali quando mangiano le banane.

Le potenziali cause di fastidio allo stomaco dopo aver mangiato banane includono la sindrome dell’intestino irritabile (IBS, un disturbo comune che causa dolore addominale, crampi, gas, gonfiore e altri problemi gastrointestinali), un’allergia alla banana o un’intolleranza al fruttosio.

Questo articolo esplorerà perché le banane possono causare sintomi gastrointestinali e discuterà i modi per ridurli al minimo.

Banane

 

Banane, gonfiore e gas

Sono un componente chiave della dieta BRAT (banane, riso, salsa di mele e pane tostato), che è una dieta molto blanda una volta raccomandata dai pediatri per i bambini con mal di stomaco.

Sebbene  siano generalmente ben tollerate, alcune persone avvertono gonfiore e gas dopo averle mangiate.

Uno dei motivi per cui una persona può provare disagio dopo aver mangiato le banane è dovuto al loro contenuto di fibre solubili. La fibra solubile si dissolve in acqua ed è più facilmente fermentata nel colon rispetto alla fibra insolubile. Questo può portare a gas e gonfiore in alcune persone.

Le banane contengono anche sorbitolo. Il sorbitolo è uno zucchero presente in natura che agisce come lassativo e può causare gas, gonfiore e diarrea se consumato in grandi quantità.

Banane e sindrome dell’intestino irritabile (IBS)

Le banane sono un alimento scatenante comune per le persone con IBS perché, quando le banane si rompono nello stomaco, possono causare gas in eccesso.

Sono anche ricche di fruttosio (un tipo di zucchero semplice), soprattutto quando sono troppo mature. Si consiglia a molte persone che hanno l’IBS di evitare le banane perché possono innescare molti degli stessi effetti collaterali del lattosio non digerito (lo zucchero nel latte).

In effetti, le banane mature sono considerate ricche di FODMAPS (oligosaccaridi fermentabili, disaccaridi, monosaccaridi e polioli). Se stai seguendo una dieta a basso contenuto di FODMAP per gestire il tuo IBS, potresti voler evitarli o limitarli. Tuttavia, le banane acerbe sono considerate un alimento a basso contenuto di FODMAP.

Banane

Allergia alla banana

Le allergie alla banana sono rare e colpiscono meno dell’1,2% delle persone a livello globale. Molte persone con un’allergia alla banana sono anche allergiche al polline o al lattice perché condividono strutture proteiche simili.

Una persona con un’allergia alla banana può avvertire respiro sibilante, restringimento della gola o orticaria pochi minuti dopo aver mangiato il frutto. Possono anche provare nausea, dolore addominale, vomito e diarrea.

Banane e intolleranza al fruttosio

Una persona con intolleranza al fruttosio ha difficoltà a digerire il fruttosio. Le persone con questa intolleranza dovrebbero limitare o limitare il fruttosio nella loro dieta.

Il malassorbimento del fruttosio si verifica quando il corpo non è in grado di digerire o assorbire il fruttosio come dovrebbe. Ciò provoca gonfiore e fastidio addominale.

L’intolleranza ereditaria al fruttosio è molto rara. Succede quando il fegato non può aiutare il corpo ad abbattere il fruttosio. Questa condizione spesso causa sintomi più gravi e richiede un trattamento aggiuntivo oltre a rimuovere il fruttosio dalla dieta.

La maggior parte delle persone può tollerare piccole quantità di fruttosio che si trovano nei frutti come le banane. Spesso hanno più difficoltà a tollerare grandi quantità di fruttosio presenti nel miele e nello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

Come prevenire i sintomi gastrointestinali dalle banane

Se avverti gas, gonfiore o fastidio addominale dopo aver mangiato le banane, considera di limitare le dimensioni della tua porzione. Ad esempio, invece di mangiare una o più banane al giorno, inizia mangiando mezza banana per vedere se i sintomi si risolvono.

In alternativa, se ritieni di avere un malassorbimento di fruttosio, puoi anche provare a rimuovere temporaneamente gli alimenti ad alto contenuto di fruttosio, comprese le banane, dalla tua dieta. Una volta che inizi a sentirti meglio, puoi aggiungere lentamente gli alimenti che contengono fruttosio. Questo può aiutarti a individuare gli alimenti che causano il problema.

Se stai mangiando banane troppo verdi o acerbe, potresti anche provare fastidio allo stomaco. Le banane non mature contengono elevate quantità di amido resistente, che, in grandi quantità, può causare sintomi lievi come gas e gonfiore.

Bere più acqua e aumentare gradualmente l’assunzione di fibre può anche ridurre gli effetti collaterali gastrointestinali.

Conclusione

Sebbene le banane siano generalmente facili da digerire e spesso consigliate per la nausea e la diarrea, tutti potrebbero non tollerarle. Le banane sono ricche di fruttosio, sorbitolo e fibre solubili, il che le rende un fattore scatenante comune per le persone con problemi gastrointestinali esistenti.

Inoltre, se non sei abituato a seguire una dieta ricca di fibre, potresti trovare utile aumentare gradualmente l’assunzione di fibre e bere più acqua per alleviare i sintomi spiacevoli. Se sospetti di avere un’intolleranza, IBS o malassorbimento, è essenziale parlare con il tuo medico per una valutazione.

Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento