Depressione: guarire grazie alla dieta mediterranea

I giovani hanno riportato una diminuzione dei sintomi della depressione quando sono passati alla dieta mediterranea rispetto ai giovani che hanno subito una terapia di amicizia, mostra un nuovo studio.

I ricercatori dell’Università della Tecnologia di Sydney hanno osservato 72 uomini di età compresa tra 18 e 25 anni per 12 settimane, secondo lo studio pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Depressione: guarire grazie alla dieta mediterranea

Alcuni sono inseriti nella dieta mediterranea, che di solito prevede il consumo di molta frutta e verdura, fagioli e noci, cereali sani, pesce, olio d’oliva, piccole quantità di carne e latticini e vino rosso.

Al gruppo di controllo è stata somministrata una terapia di amicizia, in cui è stato fornito loro supporto sociale. Le valutazioni sono state effettuate all’inizio dello studio e dopo sei e 12 settimane.

Secondo lo studio, i giovani uomini che seguivano la dieta mediterranea misuravano “significativamente più alti” sulla scala dell’inventario della depressione Beck e una misurazione della qualità della vita.

La scoperta suggerisce che medici e psicologi dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di indirizzare i giovani depressi a un nutrizionista o dietista, ha affermato in un comunicato stampa scolastico Jessica Bayes, ricercatrice capo e dottoranda presso la Facoltà di salute dell’UTS.

Bayes ha affermato che l’obiettivo del gruppo mediterraneo era quello di mangiare più cibi freschi e meno fast food, zucchero e carni lavorate.

Depressione: mangiare più cibi freschi e meno fast food

Ci sono molte ragioni per cui scientificamente pensiamo che il cibo influenzi l’umore. Ad esempio, circa il 90 percento della serotonina, una sostanza chimica che ci aiuta a sentirci felici, è prodotta nel nostro intestino dai nostri microbi intestinali. Ci sono prove emergenti che questi microbi possono comunicare al cervello attraverso il nervo vago, in quello che viene chiamato l’asse intestino-cervello.

Per avere microbi benefici, dobbiamo nutrirli con fibre, che si trovano nei legumi, nella frutta e nella verdura.

Ha detto che quasi tutti i partecipanti sono rimasti con il programma e hanno pianificato di continuare al termine dello studio, ha detto.

La dieta mediterranea è nota per avere molti benefici, come la riduzione del rischio di diabete di tipo 2, malattie cardiache, morbo di Alzheimer, ictus e altre condizioni.

Depressione

Depressione: consigli per creare il tuo piano di dieta mediterranea

La buona notizia è che, poiché si tratta di uno stile alimentare rispetto a un insieme di regole rigide. Puoi personalizzare completamente questo approccio per adattarlo ai tuoi gusti e alle tue antipatie. Non c’è modo di seguirlo a una T o cadere dal carro e sentirsi un fallito. È una dieta che ti dura tutta la vita. Tuttavia, ecco cinque suggerimenti importanti per iniziare:

Mangia più legumi

Non solo sono un alimento base di cui probabilmente non stai mangiando abbastanza, ma sono economici e offrono un ottimo potere nutrizionale, aggiungendo che sono ricchi di fibre e proteine ​​e poveri di grassi . Questi includono lenticchie, piselli secchi, fagioli e ceci (come l’hummus).

Non esagerare con l’alcol

Un malinteso comune è che chi segue la dieta mediterranea beva molto vino rosso. L’alcol fa parte dell’intero stile di vita. Se bevi vino, bevine una quantità moderata mentre mangi e assapori un pasto con gli amici o la famiglia.

Metti la carne da parte

Tradizionalmente, le persone mangiavano carne solo per occasioni speciali, come una cena domenicale, e anche in piccole quantità. Cerca di incorporare più alimentazione a base vegetariana (pensa: fagioli, tofu o seitan) nella tua giornata. Un buon punto di partenza è diventare vegetariani un giorno alla settimana. Quando mangi carne, concentrati su scelte come il pollo senza pelle e risparmia la carne rossa per una o due volte al mese.

Mangia meno dolci

Proprio come la carne, rendi i dessert un piatto per occasioni speciali. Ciò non significa che lo zucchero sia finito: prendine un po’ nel tuo caffè se lo desideri, ad esempio, ma ogni giorno non si mangia molto zucchero.

Leggi anche 30 minuti di allenamento possono alleviare i sintomi della depressione

Cucinare con olio d’oliva

Preparate l’olio extravergine d’oliva con l’olio con cui cuocete. Anche se esagerare con questo olio può portare ad un aumento di peso. Dopotutto è un grasso, quindi le calorie possono accumularsi rapidamente), è ricco di grassi polinsaturi e monoinsaturi salutari per il cuore, quindi puoi stare bene tenendo una bottiglia a portata di mano nel cucina. Puoi anche usarlo in applicazioni fredde per condire l’insalata o per condire verdure cotte o contorni.