Fibromialgia
Benessere

Fibromialgia, il dolore invisibile agli altri!

La fibromialgia è una condizione cronica. Molto spesso non è compresa e richiedi molte visite prima di essere diagnosticata. Le persone affette da questo disturbo non sono capite neanche dai propri famigliari, si parla di malattia in cui non esiste un codice di identificazione per essere dichiarati invalidanti nel compiere un lavoro. I sintomi sono:

  • fatica
  • problemi a dormire
  • dormire per lunghi periodi senza sentirsi riposati (sonno non ristoratore)
  • mal di testa
  • depressione
  • ansia
  • difficoltà a concentrarsi o prestare attenzione
  • dolore o un dolore sordo nella parte inferiore della pancia
  • occhi asciutti
  • problemi alla vescica, come la cistite interstiziale
  • dolori muscolari in particolar modo nella zona cervicale.

Come dicevo questa condizione può essere difficile da capire, anche per gli operatori sanitari. I suoi sintomi imitano quelli di altre condizioni e non ci sono test reali per confermare la diagnosi. Di conseguenza, la fibromialgia viene spesso diagnosticata erroneamente.

Come accennato ad inizio articolo in passato, alcuni operatori sanitari si sono persino chiesti se questo disturbo fosse reale. Oggi è molto meglio compreso. Parte dello stigma che lo circondava si è attenuato. La fibromialgia può ancora essere difficile da trattare. Ma i farmaci, la terapia e i cambiamenti dello stile di vita possono aiutarti a gestire i sintomi e migliorare la qualità della vita.

Fibromialgia: la causa

Questa patologia causa quelle che ora vengono chiamate “regioni del dolore“. Alcune di queste regioni si sovrappongono a quelle che in precedenza venivano chiamate aree di tenerezza chiamate “punti trigger” o “punti di gara”. Ma alcune di queste aree di tenerezza precedentemente notate sono state escluse.

Il dolore in queste regioni sembra un dolore sordo e costante. Il tuo medico prenderà in considerazione una diagnosi di fibrose hai avuto dolore muscoloscheletrico in 4 delle 5 regioni del dolore delineate nelle revisioni del 2016 ai criteri diagnostici della fibro. Questo protocollo diagnostico è indicato come “dolore multisito”. È in contrasto con la definizione dei criteri diagnostici della fibro del 1990 per “dolore cronico diffuso”.

Questo processo di diagnosi si concentra sulle aree del dolore muscoloscheletrico e sulla gravità del dolore rispetto a un’enfasi sulla durata del dolore, che in precedenza era il criterio focale per una diagnosi di fibromialgia.

La fibromialgia può anche influenzare le tue emozioni e il livello di energia.

Scopri quale dei suoi sintomi potrebbe avere il maggiore impatto sulla tua vita. I sintomi della fibromialgia sono stati generalmente più gravi nelle persone di sesso femminile che negli uomini. Le donne hanno dolore più diffuso, sintomi dell’IBS e affaticamento mattutino rispetto agli uomini. Anche i periodi dolorosi sono comuni.

Ma quando vengono applicate le revisioni del 2016 ai criteri diagnostici, a più uomini viene diagnosticata la fibromialgia, il che può ridurre il grado di distinzione tra i livelli di dolore che provano maschi e femmine. Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare ulteriormente tale distinzione.

Il passaggio alla menopausa potrebbe peggiorare la fibromialgia. A complicare le cose è il fatto che alcuni sintomi della menopausa e della fibromialgia sembrano quasi identici .

Dolore fibromialgico

Il dolore è il sintomo caratteristico della fibromialgia. Lo sentirai in vari muscoli e altri tessuti molli intorno al tuo corpo. Il dolore può variare da un lieve dolore a un disagio intenso e quasi insopportabile. La sua gravità potrebbe dettare quanto bene affronti giorno per giorno. La fibromialgia sembra derivare da una risposta anormale del sistema nervoso. Il tuo corpo reagisce in modo eccessivo a cose che normalmente non dovrebbero essere dolorose. E potresti sentire il dolore in più di una zona del tuo corpo.

Ma la ricerca disponibile ancora non individua una causa esatta per la fibromialgia. La ricerca continua ad evolversi per comprendere meglio questa condizione e la sua origine.

Mal di schiena e dolore alla zona cervicale

La schiena e la zona cervicale è uno dei luoghi più comuni in cui sentire dolore. La maggior parte degli americani ha mal di schiena ad un certo punto della propria vita. Se ti fa male la schiena, potrebbe non essere chiaro se la colpa sia della fibromialgia o di un’altra condizione come l’artrite o uno stiramento muscolare.

Altri sintomi come la nebbia del cervello e l’affaticamento possono aiutare a individuare la fibromialgia come causa. È anche possibile avere una combinazione di fibromialgia e artrite.

Gli stessi farmaci che prendi per alleviare gli altri sintomi della fibromialgia possono anche aiutare con il mal di schiena. Gli esercizi di stretching e rafforzamento possono aiutare a fornire supporto ai muscoli e ad altri tessuti molli della schiena.

Cause di fibromialgia

Gli operatori sanitari e i ricercatori non sanno cosa causa la fibromialgia. Secondo l’ultima ricerca, la causa sembra essere una teoria a più colpi che coinvolge la disposizione genetica (caratteristiche ereditarie) integrata da un fattore scatenante, o una serie di fattori scatenanti, come infezioni, traumi e stress.

Fibromialgia e autoimmunità

Nelle malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide (RA) o la sclerosi multipla (SM) , il corpo colpisce erroneamente i propri tessuti con proteine ​​chiamate autoanticorpi. Proprio come normalmente attaccherebbe virus o batteri, il sistema immunitario attacca invece le articolazioni o altri tessuti sani.

I sintomi della fibromialgia sembrano molto simili a quelli dei disturbi autoimmuni. Queste sovrapposizioni di sintomi hanno portato alla teoria che la fibromialgia potrebbe essere una condizione autoimmune. Questa affermazione è stata difficile da dimostrare, in parte perché la fibromialgia non causa infiammazione e perché fino ad oggi non sono stati trovati autoanticorpi in grado di riprodurre .

È possibile avere contemporaneamente una malattia autoimmune e una fibromialgia .

Fattori di rischio fibromialgia

Le riacutizzazioni della fibromialgia possono essere il risultato di: fatica lesione una malattia, come l’influenza
Uno squilibrio nelle sostanze chimiche del cervello può far sì che il cervello e il sistema nervoso interpretino erroneamente o reagiscano in modo eccessivo ai normali segnali di dolore.

Mina Del Nunzio

Mina Del Nunzio, laureata in Lettere e Filosofia indirizzo Scienze della Comunicazione, esperta in Copywriter & Seo. Dopo la laurea prende il diploma professionale di acconciatore donna e inizia a lavorare nei saloni. Con il sito web hair the top ha abbinato i suoi studi con la sua passione

Potrebbe piacerti...